Vacanze Sicure in Trentino: come ci prendiamo cura di te

Il Trentino è aperto e pronto ad accoglierti.

Nelle nostre guide puoi scoprire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari

A cosa servivano i forti della Grande Guerra?

Un sentiero per scoprire la storia del Trentino nel Novecento

Ben visibili sulla sommità delle colline, o mimetizzati con la roccia delle montagne, i forti della Grande Guerra costituivano una vera e propria cintura difensiva che delimitava i confini meridionali dell’Impero austro-ungarico. Sì, perché la maggior parte dei forti che vedi oggi in Trentino furono edificati nella seconda metà dell’Ottocento dall’esercito austro-ungarico, per poi diventare protagonisti nel corso della Prima Guerra Mondiale.

Si trattava di strutture completamente autosufficienti, con cucina, infermeria, dormitori e, soprattutto, postazioni di artiglieria o di osservazione, a seconda dell’importanza strategica e della posizione.

Se però vuoi capire davvero il loro ruolo nel corso della guerra e negli anni antecedenti ad essa, non devi fare altro che percorrere con noi questo sentiero culturale, che ti fa scoprire la storia del Trentino, dagli inizi del Novecento al secondo dopoguerra. Scoprirai che ogni forte racconta una storia diversa, che puoi approfondire in tanti musei e nei luoghi simbolo della Prima Guerra Mondiale.

Si parte da Trento, per visitare ben tre musei (Tappe A-B-C)

La prima tappa del nostro itinerario comincia in un museo molto particolare: Le Gallerie. Infatti, in quelle che un tempo erano due gallerie stradali oggi ci sono due moderni spazi espositivi: la Galleria Bianca e la Galleria Nera. Mentre la Galleria Bianca ospita interessanti mostre temporanee, la Galleria Nera, uno spazio lungo 300 metri, ospita grandi installazioni (foto, video ecc.), che raccontano la storia e le storie del Trentino. È da qui che comincia il nostro viaggio!

All'esterno delle Gallerie, una passeggiata a piedi di circa quindici minuti, ti porta al Museo Nazionale Storico degli Alpini, per conoscere i coraggiosi protagonisti della Guerra Bianca, combattuta nel curoe delle montagne. Rinnovato nel 2019, al suo interno puoi trovare una collezione di oggetti personali, armi, fotografie e documenti, mentre all’esterno puoi osservare diversi pezzi di artiglieria e la scultura “Vittoria Alata”, opera dell’artista Biagini di Faenza.

L' ultima tappa a Trento è il Museo dell’aeronautica Gianni Caproni, il più antico museo al mondo interamente dedicato al tema dell'aviazione. Ospita la collezione di aerei di inizio Novecento della famiglia Caproni, tra cui spicca l'Ansaldo SVA 5 che partecipò al volo dimostrativo su Vienna di Gabriele D'Annunzio il 9 agosto 1918.

Poi si fa tappa al castello di Rovereto (Tappa D)

Lasciata la città di Trento, puoi raggiungere Rovereto e salire fino al castello che domina la città. Le sue sale ospitano il Museo Storico Italiano della Guerra, punto di riferimento per gli appassionati di storia, soprattutto grazie alla sezione dedicata alla Grande Guerra, molto completa e dettagliata. Tra le sue sale puoi ammirare divise, corazze, armi e documenti che raccontano oltre cinque secoli di battaglie e guerre, dal Rinascimento ai primi decenni del Novecento.

Ed ora è il momento di entrare in un forte della Grande Guerra! (Tappe E-F-G)

Dopo aver visitato tutti questi musei, hai tutti gli strumenti per varcare le soglie di Forte Belvedere, una delle fortezze austro-ungariche meglio conservate in Trentino. Si trova a Folgaria, nell’Alpe Cimbra. Tra le sue solide mura ospita un museo sulla Grande Guerra, arricchito da opere multimediali come la “Fortezza delle emozioni”, un’esperienza coinvolgente e interattiva che, attraverso luci, voci e rumori, ricostruisce il vissuto dei soldati.

Le ultime due tappe del nostro sentiero dedicato alla storia del Trentino, ti portano in Valsugana, per fare un balzo di qualche decennio: dalla Prima Guerra Mondiale alle narrazioni politiche del secondo dopoguerra.

La prossima destinazione infatti è Pieve Tesino, paese che ha dato i natali ad Alcide De Gasperi, fondatore della Democrazia Cristiana. Visiterai la sua casa museo, che racconta la sua storia, che si intreccia con quella dell'Italia e della politica europea.  

Sempre in paese poi, trovi anche il Museo per Via, che raccoglie le testimonianze dei venditori girovaghi che, con le loro stampe artistiche, raggiunsero i più disparati angoli del mondo. La mostra offre diverse prospettive: quella di coloro che partivano, percorrendo a piedi itinerari impensabili, e quella delle loro famiglie, che rimanevano nei paesi ad affrontare le non meno dure sfide della quotidianità alpestre.

Scopri tutti i musei e i castelli del sentiero culturale Storia e Territorio!

Le Gallerie - Museo Storico

Le Gallerie - Museo Storico

Da tunnel stradali a gallerie di cultura

Museo dell'Areonautica Gianni Caproni

Museo dell'Areonautica Gianni Caproni

Una collezione unica di aeroplani d'epoca

Museo nazionale storico degli alpini

Museo nazionale storico degli alpini

Sulla rocca che domina la città il museo espone cimeli, armi,...

Le Gallerie - Museo Storico

Le Gallerie - Museo Storico

Da tunnel stradali a gallerie di cultura

Museo dell'Areonautica Gianni Caproni

Museo dell'Areonautica Gianni Caproni

Una collezione unica di aeroplani d'epoca

Museo nazionale storico degli alpini

Museo nazionale storico degli alpini

Sulla rocca che domina la città il museo espone cimeli, armi,...

Museo Storico Italiano della Guerra

Museo Storico Italiano della Guerra

Ricordare la guerra per costruire la Pace

Forte Belvedere | © Foto Archivio Apt Alpe Cimbra

Forte Belvedere

La fortezza delle Emozioni

Museo Casa De Gasperi

Museo Casa De Gasperi

La casa di uno dei Padri d'Europa

Per Via - Museo Tesino delle Stampe e dell'Ambulantato

Per Via - Museo Tesino delle Stampe e dell'Ambulantato

Un museo che racconta la vita dei venditori di stampe del Tesino

Pubblicato il 19/10/2020