Per il Trentino la sicurezza è al primo posto

In questa sezione potrai approfondire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari.

CAMERA CON VISTA SUL VIGNETO

Dal Trentino una proposta per i weekend d’autunno: per vivere da vicino i riti della vendemmia, per conoscere le storie, le tradizioni e la cultura del vino in un territorio di montagna

Le cantine del Trentino sono luoghi speciali per scoprire le storie dei produttori, degustare grandi vini e, perché no, trascorrere qualche giorno di vacanza, combinando il piacere del gusto con la scoperta delle tradizioni più antiche del territorio. Attraverso l’agricoltura, in Trentino uomo e ambiente hanno stretto un rapporto virtuoso che ha dato origine ad un ecosistema vario, fatto di paesaggi curati dove spiccano i piccoli appezzamenti vitati. In Trentino sono tante le cantine che si possono visitare, ma alcune di queste offrono anche la speciale possibilità di pernottare.

Risalendo il corso del fiume Adige il viaggio ideale parte dalla Vallagarina, la patria del Marzemino il rosso caro anche a Mozart, e da Avio, dove le Cantine Vallarom aprono anche le porte dell’agriturismo nato sopra le caneve dove viene stoccato il vino. Fin dai primi anni di attività Vallarom è una cantina che si è distinta nella sperimentazione biologica, sia in vigna che in cantina. Una viticoltura più amica dell'ambiente, con una gestione più sostenibile e consapevole che negli anni ha portato ad una produzione varia ed equilibrata, e che oggi si rispecchia anche nell’accoglienza offerta dall’agriturismo. Un tranquillo e rilassante maso, ricavato dagli edifici rurali tradizionali, totalmente circondato dai vigneti; l’agritur è aperto tutto l’anno disponendo di 3 camere esclusive denominate “Flufus”, “Marzemino” e “Pinot nero”, in onore delle tre etichette di punta dell’azienda. In questo luogo ameno, semplici arredi e raffinatezza dei particolari si sposano con il calore dell’ospitalità offerta dai coniugi Scienza: Barbara e Filippo.

Tra Rovereto e Trento, dopo il magnifico bastione di Castel Beseno, nel piccolo borgo di Calliano si incontra la Cantina Salizzoni. L’azienda, nel cuore del “campo vitato” della Vallagarina, nasce nel 1986 dalla passione di Valter nel coltivare i propri campi e nel produrre un vino che rispecchiasse fedelmente la realtà del territorio. I cinque ettari di vigneto dell’azienda oggi si estendono nei comuni di Calliano, di Nomi e di Isera e vengono coltivati a pergola doppia e semplice. La cantina è ricavata nell’antico Palazzo Valentini di epoca settecentesca dove si effettua la vinificazione e l’affinamento in piccoli carati di rovere. Il vino emblema dell’azienda è ovviamente il Marzemino, il rosso che ha permesso alla Vallagarina di conquistare, in gentilezza, traguardi incredibili, supportati dall’eleganza e dalla sua tipicità. Dal 1988 l’azienda si è completata con l’agriturismo che offre ai turisti la possibilità di soggiornare a stretto contatto dei vigneti, le sistemazioni disponibili sono 6 camere proposte in b&b. A metà strada fra le città di Trento e Rovereto, non è da scartare come opportunità per gli amanti della bicicletta, essendo l’agriturismo posizionato sulla ciclabile dell’Adige. C’è naturalmente la possibilità di degustare i vini dell’azienda, in abbinamento a taglieri di prodotti trentini, ma per un'esperienza ancora più piacevole e rilassante c’è anche una "zona relax" in giardino, con lettini sdraio, tavolini e vasca idromassaggio, dove godere in buona compagnia degli ultimi tepori dell’autunno.

Spostandoci più a nord e superata la città di Trento l’agriturismo Cobei, annesso alla cantina “Eredi di Cobelli Aldo” si trova su una terrazza panoramica tra la Valle dell'Adige e la Valle di Cembra; questa è la zona vocata per i migliori vini bianchi del Trentino e l’azienda propone Gewürztraminer e Chardonnay “Sorni bianco”, tra i vitigni inclusi nella denominazione Trento Doc, oltre a Nosiola IGT Vigneti delle Dolomiti ed uno spumante metodo classico da 50 mesi di affinamento sui lieviti. Lontano da tutto e tutti oggi l’azienda vitivinicola e agriturismo è diventato vero e proprio rifugio di benessere tra i vigneti. Ci troviamo a Sorni di Lavis, sulle pendici verdi del Monte Corona, e questa cantina a conduzione familiare propone 5 camere a tema curate in ogni dettaglio e con elementi di design, ottime colazioni e brunch in campagna, nel suo nuovo "bed & break wine". Presso Maso Panizza di Sopra, divenuto di generazione in generazione il custode silenzioso delle vigne cuore dell’azienda, si può vivere da vicino la quotidianità dei vignaioli. Dentro al maso va visitata la sala degustazione che ha trovato posto nell’antica cantina privata della famiglia, la “Caneva Fonda”, trasformata da piccolo antro sotterraneo in stanza dei ricordi, luogo magico in cui le parole diventano pensieri e il vino rinnova i legami di famiglia e quelli dell'amicizia.

Rimanendo a nord di Trento, in posizione panoramica rispetto alla piana Rotaliana, “il più bel giardino vitato d’Europa” secondo le parole di Johann Wolfgang von Goethe, troviamo a Pressano il Maso Grener. Siamo sulle Colline Avisiane, dove i suoli caratterizzati dalle tipiche “terre rosse“, formatesi oltre 240 milioni di anni fa, ne fanno un terreno ideale per la produzione vitivinicola. Posto all’interno dell’ampio vigneto aziendale, coltivato con uve Chardonnay e Sauvignon ed in parte con uve Pinot Nero, Maso Grener dal 1999 offre un ambiente ricco di splendidi paesaggi, in ogni stagione dell’anno, ma anche un punto di partenza privilegiato per conoscere ed apprezzare le specialità enogastronomiche del territorio. L’agriturismo dispone di 6 stanze e di una dependance "Il rustico" per 4 persone, ristrutturata secondo i principi della bioedilizia. A Maso Grener gli ospiti possono usufruire anche di una zona relax con sauna e bagno turco, ma il punto forte è la sala per la prima colazione, con vista panoramica sui vigneti e sulla Paganella.

La forte passione per il vino, il legame con la Valle di Cembra e i suoi vigneti terrazzati ha mosso oltre 40 anni fa Fiorentino e Mario ad aprire la Cantina “Pojer e Sandri”, punto di riferimento del movimento enologico in Trentino. Al margine della pluripremiata azienda vitivinicola, Maso Besleri è nato come oasi di pace e luogo ideale dove trascorrere la notte dopo aver chiuso la serata in compagnia dei loro vini biologici o con l’aroma dei distillati in bocca. Nel cuore della Val Bona, perpendicolare alla Val di Cembra, Pojer e Sandri hanno qui prima bonificato 8 ettari di vigneto per dar vita ai vini Besler Biank e Besler Ross e successivamente restaurato i vecchi masi preesistenti ricavandone una caratteristica cantina per la lavorazione e la maturazione degli aceti di vino e di frutta, ma anche 5 mini appartamenti graziosamente arredati. All’esterno dei fabbricati è stato inoltre realizzato un piccolo anfiteatro per piccole manifestazioni o rappresentazioni teatrali, il tutto all’insegna della sobrietà, privilegiando la volontà di chi intende assaporare i dimenticati momenti di “pace contadina” in un mondo ancora incontaminato.

Gli eventi del vino

I mesi autunnali sono ricchi anche di eventi che celebrano, alla chiusura delle vendemmie, i principali vini trentini. La proposta della “Strada del Vino e dei Sapori del Trentino” è il #TRENTINOWINEFEST, consueta rassegna che raccoglie una lunga serie di proposte sul territorio. Anche quest’anno dunque, sereni e sicuri nel rispetto delle regole di distanziamento previste, spazio alle degustazioni dei migliori vitigni autoctoni trentini.

A tutto Teroldego, dal 3 al 13 settembre 2020 in numerose sedi tra cui Palazzo Roccabruna a Trento, permetterà di scoprire tutta la magia di questo vino rosso attraverso un calendario di iniziative dedicate al Teroldego Rotaliano, da aperitivo in musica alle cena a tema, dalle visite in distilleria alle degustazioni in cantina. Il mese successivo sarà invece il Marzemino, l’altro celebre rosso autoctono, il protagonista di A tutto Marzemino, dall’1 all’ 11 ottobre. Anche in questo caso, in programma, lungo la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino ed in Vallagarina, degustazioni alla cieca, trekking nei vigneti, visite in cantina, cene con il produttore e molto altro. A Cembra Lisignago, dal 2 al 16-18 ottobre, sarà ospitata dalle sale di Palazzo Maffei la 33' Rassegna Internazionale dedicata al “Müller Thurgau, vino di montagna”, vitigno simbolo della viticoltura eroica dei contadini cembrani. La Vigna Eccellente. Ed È Subito Isera è l’evento clou della Vallagarina, fissato per l’11 ottobre a Isera; nel corso della manifestazione si susseguiranno momenti tecnici, come il wine tasting e il concorso “La Vigna Eccellente”, a iniziative dedicate al grande pubblico, come gli eventi nei ristoranti, ma anche laboratori teatralizzati e degustazioni. Si torna in Val di Cembra il weekend del 16 e 17 ottobre per “Caneve in Festa”, cena itinerante dall'aperitivo al dolce nelle suggestive "caneve" del centro storico di Cembra, alla scoperta di spumanti, vini, grappe e birre dei Cembrani DOC abbinati ai prodotti a km 0 prepararti dai ristoratori e produttori della vallata. Chiude il calendario l’evento “Reboro. Territorio & passione”, dedicato al Reboro, un nuovo vino rosso nato da un progetto collettivo dei Vignaioli della Valle dei Laghi; in programma a Madruzzo e Vallelaghi il 31 ottobre, sarà l’occasione per conoscerlo da vicino e apprezzarlo in degustazione.



Vedi anche ...

82 risultati

ESPERIENZE INDIMENTICABILI PER BAMBINI E FAMIGLIE

Vacanze da vivere tra escursioni a tema, emozioni nei parchi...

IN TRENTINO, PER RISVEGLIARE CORPO E MENTE

Passeggiate nelle foreste, percorsi sensoriali e nell’acqua,...

CENT'ANNI IN UN TANGO

Il festival I Suoni delle Dolomiti omaggia il genere musicale...

I SUONI DELLE DOLOMITI, LA MUSICA A CONTATTO CON LA MONTAGNA

Dal 23 agosto al 24 settembre la ventiseiesima edizione del Festival

I SUONI CELEBRANO “UNA NUOVA STAGIONE”

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival...

GRANDE MUSICA ITALIANA IN QUOTA

Al festival I Suoni delle Dolomiti concerti e progetti che ruotano...

MUSICA CLASSICA IN VIAGGIO

Da sempre luogo di incontro, il Festival I Suoni delle Dolomiti...

MAGIE IN QUOTA PER CUORI SENSIBILI E MENTI CURIOSE

Due omaggi speciali segnano il programma della ventiseiesima edizione...

ESPERIENZE INDIMENTICABILI PER BAMBINI E FAMIGLIE

lun, 14.06.2021

Vacanze da vivere tra escursioni a tema, emozioni nei parchi avventura, scoperte e svaghi a contatto con la natura. Una ricca proposta per rendere...

Leggi tutto ...

IN TRENTINO, PER RISVEGLIARE CORPO E MENTE

gio, 10.06.2021

Passeggiate nelle foreste, percorsi sensoriali e nell’acqua, camminate a piedi nudi, forest bathing e tree hugging: così la natura diventa il...

Leggi tutto ...

CENT'ANNI IN UN TANGO

gio, 20.05.2021

Il festival I Suoni delle Dolomiti omaggia il genere musicale argentino che ha conquistato il mondo, a cent'anni dalla nascita di Astor Piazzolla. Un...

Leggi tutto ...

I SUONI DELLE DOLOMITI, LA MUSICA A CONTATTO CON LA MONTAGNA

gio, 20.05.2021

Dal 23 agosto al 24 settembre la ventiseiesima edizione del Festival

Leggi tutto ...

I SUONI CELEBRANO “UNA NUOVA STAGIONE”

gio, 20.05.2021

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival trentino di musica in quota. Partendo dalle “Quattro stagioni” di Vivaldi una...

Leggi tutto ...

GRANDE MUSICA ITALIANA IN QUOTA

gio, 20.05.2021

Al festival I Suoni delle Dolomiti concerti e progetti che ruotano attorno a grandi nomi della scena musicale italiana degli ultimi decenni. Le...

Leggi tutto ...

MUSICA CLASSICA IN VIAGGIO

gio, 20.05.2021

Da sempre luogo di incontro, il Festival I Suoni delle Dolomiti diventa anche laboratorio nel quale la musica classica e i suoi grandi interpreti si...

Leggi tutto ...

MAGIE IN QUOTA PER CUORI SENSIBILI E MENTI CURIOSE

gio, 20.05.2021

Due omaggi speciali segnano il programma della ventiseiesima edizione del Festival. Sul Col Margherita – il 6 settembre – Fabrizio Gifuni, con un...

Leggi tutto ...

Cartelle stampa