Trenino dei castelli: anche la cultura è sostenibile

D'estate alla scoperta di alcuni tra i più suggestivi castelli del Trentino a bordo di un treno della ferrovia Trento-Malé. Ritorna un'iniziativa di grande successo che in quattro tappe permette di scoprire altrettanti manieri - San Michele e Caldes in Val di Sole, Valer e Thun in Val di Non - con i loro tesori artistici. In Val di Non porte aperte a Castel Valer

C’è un modo slow e sostenibile per scoprire una parte di Trentino dove, fra vigneti e meleti, svettano castelli carichi di storia e di cultura. Per il terzo anno consecutivo, dal 15 aprile al 16 settembre (ogni sabato dal 15 aprile al 10 giugno e successivamente dal 29 luglio al 16 settembre, oltre alle tre edizioni speciali dedicate alle famiglie nelle domeniche del 4 giugno, 30 luglio e 20 agosto), le Valli di Non e di Sole si potranno risalire a bordo delle panoramiche vetture del Trenino dei castelli per andare a visitare i manieri più suggestivi di queste valli alpine accompagnati da guide esperte.
Un’esperienza di per sé curiosa, che propone un modo di esplorare il territorio proprio dei viaggiatori di un tempo e che unisce la storia, la cultura, il paesaggio con l’enogastronomia grazie alla collaborazione con la Strada della Mela e dei Sapori. 17 gli appuntamenti previsti oltre ai tre viaggi “speciale” riservati alle famiglie, con tariffe agevolate e un programma di iniziative particolari nei singoli manieri tra laboratori, racconti animati e anche una caccia al tesoro nella quale sarà coinvolta l’intera famiglia.

Il programma
Il ritrovo è fissato alle 8.20 a Trento alla stazione della ferrovia Trento - Malè. Alle 8.45, dopo la colazione a bordo proposta da Melinda e Latte Trento, si parte dal capoluogo per immergersi nel paesaggio delle valli del Noce fino a Mezzana.
Da qui si prosegue in pullman per risalire verso l'Alta Val di Sole fino a Ossana per visitare Castel San Michele, roccaforte di probabile origine longobarda con il possente mastio di 25 metri.
Si prosegue quindi in autobus lungo la valle fino a Castel Caldés, eretto a guardia dei confini occidentali del Principato vescovile di Trento e sintesi di differenti stili architettonici e che nel corso dell'estate ospita dal 28 maggio al 22 ottobre la mostra Antichi erbari della Biblioteca di Trento.
Al termine della visita guidata è prevista la sosta per il pranzo, curato dall’Associazione Trentina Cuochi e accompagnato dai vini e dalle bollicine di Trentodoc della Cantina Rotari Mezzacorona.
La giornata prosegue in Val di Non, a Castel Valer nelle vicinanze di Tassullo, un maniero con ben nove secoli di vita, abitato ininterrottamente dal 1368 da un'unica famiglia, quella dei Conti Spaur.
L'ultima tappa è prevista a Castel Thun, fra i più insigni edifici monumentali pubblici non soltanto per l'ottimo stato di conservazione, ma anche perché ci racconta otto secoli di storia del Principato vescovile. A conclusione del tour, prima del rientro a Trento, immersi nelle atmosfere di questo maniero e nella luce soffusa dell'imminente tramonto, si potrà gustare una tisana di erbe officinali. Quindi il rientro nel capoluogo, sempre a bordo del pullman, intorno alle 19.15.

L’iniziativa “Il Trenino dei Castelli” è promossa dal Servizio Attività Culturali della Provincia autonoma di Trento e realizzata dalle APT Val di Non, Val di Sole e Trento - Monte Bondone - Valle dei Laghi, e da Trentino Marketing nell’ambito dell’attività di valorizzazione della Rete dei castelli del Trentino.

Tariffe
Intero euro 62; per i possessori della Trentino Guest Card euro 56; per gli under 16 euro 52; gratuito per i bambini fino ai 4 anni, euro 10 per i bambini dai 4 ai 12 anni grazie al pacchetto “Speciale Famiglie”.

Prenotazioni
Obbligatorie e fino ad esaurimento posti presso l’Agenzia Viaggi Guidavacanze di Cles dal lunedì al venerdì con orario 9-19 e il sabato dalle 9 alle 12 (tel.0463-423002 info@guidavacanze.it). Info: www.iltreninodeicastelli.it


CASTEL VALER,  NOVE SECOLI DA RACCONTARE
E in Val di Non, che oltre a essere terra di meli è anche terra di castelli, c’è un maniero con 9 secoli di vita che è rimasto felicemente fedele alla sua eredita storico-artistica e che dal 7 aprile è  stato  riaperto al pubblico. Si chiama Castel Valer e in questa antica dimora tutto è stato perfettamente conservato, nulla si è disperso e, secolo dopo secolo, le sue sale abitate dal 1368 da un’unica famiglia hanno mantenuto viva non solo la loro storia, ma tutto ciò che le riempie: mobili, opere d’arte, oggetti di uso quotidiano, suppellettili, armi, documenti, tappeti, arazzi.
Lo stesso vale per le camere, le cucine, i corridoi e tutte le altre aree. Senza tralasciare, naturalmente la bellezza e l’imponenza della struttura architettonica che, tra gli altri elementi fuori dal comune, vanta anche il primato di possedere la torre più alta dell’intera provincia (40 metri). La famiglia da cui è abitato senza interruzioni dal 1368 è quella dei conti Spaur che da una zona apparentemente lontana dalla grande storia europea ha avuto una posizione di spicco nelle vicende del Tirolo, dell’impero austro-ungarico, della Baviera e di altre corti della Mitteleuropa.
E'
visitabile su prenotazione nelle giornate di venerdì, sabato, domenica e giorni festivi. A luglio e agosto le visite saranno giornaliere. Info e prenotazioni visite: www.visitvaldinon.it  - tel. 0463 830133.

www.visittrentino.info/cultura



Vedi anche ...

298 risultati

Presentato il palinsesto del primo Festival dello Sport

Organizzato da La Gazzetta dello Sport e Trentino è in programma...

A Madonna di Campiglio l’8a Conferenza Internazionale dei Geoparchi...

Dall’11 al 14 settembre, migliaia di delegati UNESCO provenienti da...

I Suoni si concludono con un messaggio di pace

L'evento E intanto si suona, ideato da Mario Brunello e Alessandro...

La musica, la guerra, la pace, un unico racconto corale e orchestrale

L’edizione 2018 del festival I Suoni delle Dolomiti si conclude in...

Dakhabrakha e le frontiere musicali d'Europa

Il penultimo appuntamento de I Suoni delle Dolomiti propone questo...

Gli azzurri del basket da sabato in ritiro a Pinzolo

Sono 15 gli atleti convocati nell’ambito turistico Madonna di...

Promozione dell'autunno al via

Natura, cultura ed enogastronomia al centro delle molte proposte,...

Teresa Salgueiro, quando i sogni diventano musica

Nella cornice di Camp Centener sopra Madonna di Campiglio l’artista...

Teresa Salgueiro, sogno e poesia tra le vette

A I Suoni delle Dolomiti ritorna un’artista che ha lasciato...

Un quartetto d'archi a duemila metri

In dieci giorni quattro grandi appuntamenti dedicati a generi tra...

Andrea Motis, nuova stella nel firmamento jazz

Oggi a Malga Tassulla la ventenne cantante, trombettista e...

Andrea Motis, tutto il talento di una nuova stella

Torna il grande jazz internazionale al festival I Suoni delle...

Chitarra e sassofono per una musica senza confini

Sopra Passo San Pellegrino per I Suoni delle Dolomiti si esibiscono...

Grant Lee Phillips ispirato dalla natura trentina

Nel concerto per I Suoni delle Dolomiti a Malga Canvere in Val di...

Grant - Lee Phillips musica tra sogno e poesia

Dopo il mito Graham Nash, I Suoni delle Dolomiti propongono un'altra...

Omaggio ad una leggenda della canzone d'autore

“Pensieri e Parole. Omaggio a Lucio Battisti” è il titolo del...

Presentato il palinsesto del primo Festival dello Sport

mer, 12.09.2018

Organizzato da La Gazzetta dello Sport e Trentino è in programma dall'11 al 14  ottobre a Trento. Tema della prima edizione: Il Record. Più di...

Leggi tutto ...

A Madonna di Campiglio l’8a Conferenza Internazionale dei Geoparchi...

gio, 06.09.2018

Dall’11 al 14 settembre, migliaia di delegati UNESCO provenienti da tutto il mondo si riuniranno per parlare di Geoparchi, ambiente e sviluppo...

Leggi tutto ...

I Suoni si concludono con un messaggio di pace

sab, 01.09.2018

L'evento E intanto si suona, ideato da Mario Brunello e Alessandro Baricco, ha chiuso l'edizione 2018 del festival e insieme un percorso di quattro...

Leggi tutto ...

La musica, la guerra, la pace, un unico racconto corale e orchestrale

mar, 28.08.2018

L’edizione 2018 del festival I Suoni delle Dolomiti si conclude in Valsugana ad Arte Sella con il progetto speciale “E intanto si suona”,...

Leggi tutto ...

Dakhabrakha e le frontiere musicali d'Europa

sab, 25.08.2018

Il penultimo appuntamento de I Suoni delle Dolomiti propone questo quartetto ucraino che ama definire quanto crea un ethno-chaos. In realtà si...

Leggi tutto ...

Gli azzurri del basket da sabato in ritiro a Pinzolo

ven, 24.08.2018

Sono 15 gli atleti convocati nell’ambito turistico Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, nuova sede ufficiale del raduno estivo degli azzurri,...

Leggi tutto ...

Promozione dell'autunno al via

ven, 24.08.2018

Natura, cultura ed enogastronomia al centro delle molte proposte, costruite con le Apt di ambito e i Consorzi turistici, e volte a riconfermare un...

Leggi tutto ...

Teresa Salgueiro, quando i sogni diventano musica

ven, 24.08.2018

Nella cornice di Camp Centener sopra Madonna di Campiglio l’artista si è esibita per I Suoni delle Dolomiti in un intenso concerto nel quale ha...

Leggi tutto ...

Teresa Salgueiro, sogno e poesia tra le vette

mar, 21.08.2018

A I Suoni delle Dolomiti ritorna un’artista che ha lasciato impronte indelebili con la sua voce unica, sensibile e tessitrice di ambientazioni...

Leggi tutto ...

Un quartetto d'archi a duemila metri

lun, 20.08.2018

In dieci giorni quattro grandi appuntamenti dedicati a generi tra loro diversi per concludere il festival I Suoni delle Dolomiti. Mercoledì 22...

Leggi tutto ...

Andrea Motis, nuova stella nel firmamento jazz

lun, 20.08.2018

Oggi a Malga Tassulla la ventenne cantante, trombettista e compositrice catalana ha proposto ad un pubblico di oltre 1000 spettatori il proprio mondo...

Leggi tutto ...

Andrea Motis, tutto il talento di una nuova stella

mar, 14.08.2018

Torna il grande jazz internazionale al festival I Suoni delle Dolomiti grazie a questa ventenne cantante, trombettista e compositrice catalana che ha...

Leggi tutto ...

Chitarra e sassofono per una musica senza confini

mar, 07.08.2018

Sopra Passo San Pellegrino per I Suoni delle Dolomiti si esibiscono due artisti ungheresi che attingono al vasto patrimonio di tradizioni e storie...

Leggi tutto ...

Grant Lee Phillips ispirato dalla natura trentina

mar, 07.08.2018

Nel concerto per I Suoni delle Dolomiti a Malga Canvere in Val di Fiemme il cantautore americano ha proposto al numeroso pubblico diversi brani del...

Leggi tutto ...

Grant - Lee Phillips musica tra sogno e poesia

ven, 03.08.2018

Dopo il mito Graham Nash, I Suoni delle Dolomiti propongono un'altra stella della scena sonora americana e internazionale. Martedì 7 agosto a Malga...

Leggi tutto ...

Omaggio ad una leggenda della canzone d'autore

mer, 01.08.2018

“Pensieri e Parole. Omaggio a Lucio Battisti” è il titolo del progetto che viene proposto al festival I Suoni delle Dolomiti da Peppe Servillo...

Leggi tutto ...

Vacanza attiva inverno