Museo Ladin di Fassa

Uno spaccato della civiltà e della cultura dei Ladini dalla preistoria ai giorni nostri

ATTENZIONE: L’apertura dei luoghi culturali e turistici, l’accesso agli stessi, ai mezzi di trasporto pubblico e ai servizi descritti in queste pagine è regolata dalle misure di contenimento messe in atto dalle autorità governative e della Provincia Autonoma di Trento per far fronte all'emergenza sanitaria COVID-19. Le norme potranno variare nel tempo e prevedono l’applicazione di diverse misure di sicurezza - dalla chiusura, al distanziamento sociale, all'utilizzo obbligatorio di dispositivi di sicurezza individuale come guanti e mascherine. Si invita dunque a contattare direttamente i gestori dei servizi per una puntuale informazione sulle modalità di accesso.

Museo Ladino di Fassa
 Museo Ladino di Fassa
Museo Ladino di Fassa

Le stanze della memoria

La sede del Museo Ladino, inaugurata nel 2001, ospita le collezioni etnografiche dell’Istituto Culturale Ladino, frutto di vent’anni di ricerche dedicate ai diversi aspetti della civiltà ladina: la preistoria, le attività produttive, l’organizzazione istituzionale, le forme della ritualità civile e religiosa, le credenze e le tradizioni, le dinamiche storiche fino alla trasformazione segnata dall’avvento dell’alpinismo e del turismo. Lo scopo dell’esposizione è quello di rispecchiare l’immagine di una comunità viva e cosciente di sé, caratterizzata da una lingua propria, da un territorio e da una storia particolari. Vitalità che si riflette nella struttura espositiva stessa, concepita dagli architetti Weber e Winterle sotto la guida di Ettore Sottsass.

Antropologia visiva

Uno degli aspetti più significativi dell’allestimento è costituito dal Sistema di Supporto Multimediale, un sistema che mette a disposizione del visitatore 17 punti informativi, gestiti da una rete di computer e dotati di touch screen interattivo, dai quali si può accedere a ca. 80 brevi filmati monotematici concernenti i singoli argomenti dell’esposizione, con supporto sonoro originale e testi in più lingue. Per uno di questi punti Milo Manara ha realizzato una serie di tavole che contribuiscono a visualizzare le narrazioni delle leggende restituite attraverso i documenti sonori che testimoniano l’attività dei contastorie ladini.

Un itinerario etnografico

Oltre alla sede centrale, il museo comprende alcune sezioni locali realizzate nei vari paesi della valle attraverso il recupero di strutture di interesse etnografico e culturale: "La Sia ", la segheria veneziana di Penia; "L Molin de Pezol " - il mulino di Pera; "L Malghier " - la caseificazione a Pera; "L Segat " - la selvicoltura di Pozza; "L Stònt ", il Casino di bersaglio di Campitello.

Bookshop e Museumshop

L’attività editoriale è uno dei punti di forza dell’Istituto Culturale Ladino, con una produzione attenta a cogliere e soddisfare le richieste di ogni tipo di pubblico; nel bookshop infatti sono in vendita oltre 400 differenti pubblicazioni cartacee e multimediali, che danno al visitatore la possibilità di approfondire gli argomenti che più lo interessano.

Parallelamente ai prodotti editoriali vengono offerti prodotti di elevata qualità, selezionati tra una serie di oggetti particolarmente significativi e rappresentativi dell’arte popolare ladina: gadgets, stampe, oggettistica d’arte, prodotti tessili e ceramiche.

Orari d’apertura: da martedì a sabato 15.00 - 19.00 (chiuso 1 gennaio; 1 maggio; 1-9 giugno; 1-30 novembre; 25 dicembre).
Orari d’apertura dal 20 dicembre al 6 gennaio e dal 10 giugno al 10 settembre: tutti i giorni 10.00 - 12.30 e 15.00 - 19.00.

Tariffe:

intero € 5,00

ridotto € 3,00 residenti - ragazzi dai 15 ai 26 anni - over 65 - universitari (con tessera o libretto) - gruppi (minimo 15 persone)

gratuito under 14 - disabili e accompagnatori - amici del museo - scolaresche - accompagnatori gruppi - forze dell’ordine (con tesserino)

visite guidate € 2,00 - € 3,00 (solo su prenotazione; minimo 15 persone)

Accessibile ai disabili. Ascensore.



Vedi anche ...

83 risultati
Garda Trentino - Riva del Gardo - Centro storico - La Rocca

MAG Museo Alto Garda - Museo Riva del Garda

I tesori di Riva del Garda e Arco, amate da Goethe, Kafka, Thomas Mann

Val di Sole - Croviana - MMape - Mulino Museo dell'ape

Mulino Museo dell'ape

Api, apicoltura, miele e biodiversità

Vallagarina - Rovereto - Mart

Mart

Al centro dell'arte di oggi

Le Gallerie - Museo Storico

Da tunnel stradali a gallerie di cultura

Respirart Pampeago

Il Parco d'arte in quota

Mausoleo Cesare Battisti

Il maestoso mausoleo domina la città di Trento

Vallagarina - Rovereto - Museo Storico Italiano della Guerra

Museo Storico Italiano della Guerra

Ricordare la guerra per costruire la Pace

Museo Diocesano - Villa Lagarina

Il tesoro dei nobili Lodron

Garda Trentino - Riva del Gardo - Centro storico - La Rocca

MAG Museo Alto Garda - Museo Riva del Garda

Storia, arte, archeologia

Leggi tutto ...
Val di Sole - Croviana - MMape - Mulino Museo dell'ape

Mulino Museo dell'ape

Scopri l’incredibile mondo delle api

Leggi tutto ...
Vallagarina - Rovereto - Mart

Mart

L’esperienza dell’arte nel cuore del Trentino

Leggi tutto ...

Le Gallerie - Museo Storico

Le Gallerie di Piedicastello di Trento, esperienza unica e irripetibile a ingresso libero

Leggi tutto ...

Respirart Pampeago

Il Parco d'arte in quota

Leggi tutto ...

Mausoleo Cesare Battisti

Un’opera del veronese Ettore Fagioli, ispirata all’antichità romana

Leggi tutto ...
Vallagarina - Rovereto - Castello di Rovereto con vista sul torrente Leno

Museo Storico Italiano della Guerra

Nel castello di Rovereto le memorie veneziane e della Grande Guerra

Leggi tutto ...

Museo Diocesano - Villa Lagarina

Un meraviglioso patrimonio artistico accumulato per tre secoli nella sagrestia della pieve

Leggi tutto ...

Musei

0 risultati

Musei

0 risultati

Musei

0 risultati

Musei

0 risultati

Musei