Escursione con quattrozampe al Trodo dei fiori

Per una gita indimenticabile tra piante, storia e paesaggio

L’escursione al Trodo dei fiori si snoda per poco più di 4km. Sono pochi, ma si consiglia ai partecipanti di dedicarvi almeno 2 ore: non tanto per la salita e la discesa, più che gestibili da chi ama il trekking; ma perché questo percorso offre agli occhi umani la possibilità di una straordinaria ricchezza botanica, uno splendido panorama e un percorso storico e geologico – e ai quattrozampe la sensazione di stare in compagnia senza fretta, e per puro piacere.

Si parte dal Passo Brocon.

Una volta lasciata l’auto nel parcheggio, si prende la mulattiera che parte accanto alla grande bacheca segnaletica, e che sale tornante dopo tornante. Giunti in quota, si prosegue in piano lungo un crinale roccioso; qui le rocce calcaree, memoria di mari antichissimi, hanno prodotto nel tempo l’eccezionale fioritura (anche di specie rare) che oggi ammiriamo.

Più avanti la vegetazione cambia. Oltre il Col del Boia, infatti, il terreno è composto dal granito di Cima d’Asta e dalle filladi quarzifere, e alla diversità geologica corrisponde quella botanica.

Per i nostri amici a quattrozampe, che devono sempre stare al guinzaglio, si consiglia di portare con sé acqua e cibo. Il rientro segue lo stesso itinerario.

Il Trodo dei Fiori

Il Trodo dei Fiori

Alla scoperta dei fiori e delle piante alpine

Passo Brocon

Passo Brocon

Un passo - altopiano per lo sci delle famiglie e lo snowboard dei...