Le montagne colorate di luna

Una storia d’amore tra un principe delle montagne e la principessa della Luna

Sai che le Dolomiti sono conosciute anche con il nome di “Monti Pallidi”? È grazie al colore chiaro delle sue rocce, diverso da quello di tutte le altre montagne, che rende queste montagne chiare come la superfice della luna. Leggi questa leggenda e scoprirai perché è così!

Tanto tempo fa le Dolomiti non erano chiare come oggi, bensì scure e coperte di boschi. Nelle sue valli vi abitava un giovane principe, che ogni notte restava sveglio per vedere la luna e sognava di raggiungerla. Un giorno finalmente vi riuscì e, approdato sul suolo lunare, incontrò la bellissima principessa della luna. Fu amore a prima vista. Il principe restò con lei lassù ma la luce della luna gli feriva gli occhi ogni giorno di più. Così tornò sulla Terra insieme alla bellissima principessa.

Madonna di Campiglio  - Dolomiti di Brenta - Rifugio Tuckett Quintino Sella

"Tanto tempo fa le Dolomiti non erano chiare come oggi, bensì scure e coperte di boschi"

Sulla Terra però la principessa non era felice. Quelle montagne così scure la spaventavano e poi le mancava il candore della sua amata luna. Il principe non sapeva cosa fare e ogni mattina lasciava il suo castello per fare lunghe passeggiate nei boschi in cerca di una soluzione. Un giorno incontrò per caso un ometto basso, con una lunga barba: era il re dei nani che, vedendolo così triste, gliene chiese il motivo. Il re dei nani, sentendo la sua storia, gli disse di non preoccuparsi e che aveva una soluzione. Avrebbe riportato il sorriso sul volto della bella principessa, a patto che il principe concedesse a lui e ai suoi sudditi di poter vivere su quelle montagne. Il principe acconsentì e il re gli promise che al primo plenilunio avrebbe rispettato la sua promessa.

Madonna di Campiglio - Dolomiti di Brenta

"Approdato sul suolo lunare, incontrò la bellissima principessa della luna"

Più passavano i giorni, più la principessa diventava triste e smunta. Per fortuna però giunse finalmente la notte di plenilunio. Il principe vide i nani uscire dalle loro casette e raggiungere la cima delle Dolomiti. Subito un tremolio di fili luminosi si diffuse sulla costa delle montagne: erano i nani che filavano la luce della luna. Andarono avanti tutta la notte fino a comporre dei grossi gomitoli argentei. Con questi tessero un enorme coperta di luce di luna che ricoprì per intero le Dolomiti, donandole quel colore pallido che ancora oggi possiamo ammirare.

La principessa della luna, vedendo quello spettacolo, ritrovò il sorriso e decise di rimanere sulla Terra con il suo sposo, per vivere lì, all’ombra delle meravigliose Dolomiti.

Pubblicato il 23/08/2019