4 itinerari enogastronomici in Trentino

Natura e tradizione: un perfetto mix di primavera

Tra vicoli di vecchi paesi alpini o lungo silenziose strade di campagna. A piedi, in auto o in bicicletta. Da soli, in coppia, in famiglia o con gli amici. Ecco 4 gustosi itinerari in Trentino da percorrere in primavera, alla scoperta dell’enogastronomia locale.

Visita con noi frutteti, vigne e cantine, per incontrare i produttori locali ed apprezzare il loro genuino sapere. Un’esperienza da vivere con tutti i sensi, tra preziosi vini, deliziosi piatti e panorami mozzafiato da fotografare.

#1

Enotour nelle tenute San Leonardo

In Vallagarina, a due passi dall’Adige, c’è una piccola chiesetta circondata da verdi vigneti: sei a San Leonardo, un piccolo villaggio, sede dell’omonima azienda vinicola. Impugna il calice e visita la loro cantina, dopo una rilassante passeggiata tra grappoli d’uva.

#2

Il trekking della Nosiola

La Nosiola, che prende il nome dall’omonimo vitigno autoctono della Valle dei Laghi, è un vino che va gustato lentamente.  Assaporalo passeggiando fra le pergole e visita le numerose cantine della zona dove un’antica tradizione vinicola si tramanda da padre in figlio.

#3

Un pranzo da favola nel bosco

Hai presente le casette delle favole, nascoste in una radura nel bosco? Ecco, Maso Limarò è così, sospeso tra le forre del Sarca e il cielo del Brenta, a poca distanza dalle Terme di Comano. Punto di partenza per una bella escursione e punto di arrivo per un gustoso pranzo a Km 0.

#4

Asparagi dalla terra alla tavola

In primavera, nella Piana Rotaliana si celebra l'asparago bianco di Zambana con una serie di esperienze che ti permetteranno di scoprire tutti i segreti di questo ortaggio, entrato nei prodotti dell'Arca di slow food, unico per gusto delicato e tenerezza. 

Pubblicato il 16/10/2019