Spazi aperti, calda accoglienza e vacanze sicure in Trentino

Per un soggiorno sereno e senza preoccupazioni

Da sempre, spazi aperti e ritmi naturali fanno del Trentino la destinazione ideale per ritrovare equilibrio e benessere in ogni stagione. Anche durante il bianco inverno e pure in questi mesi davvero particolari, il Trentino si è preparato per accogliere i propri ospiti in tranquillità e sicurezza.

Qui ti aspettano infatti 227 impianti di risalita, più di 23 impianti per lo sci di fondo, oltre 6000 km di sentieri, oltre 146 rifugi di montagna e ben 1.000 alberi per abitante! Questi numeri stanno ad indicare che le scelte per i nostri turisti, sportivi e non, sono davvero molte. In Trentino gli spazi aperti non mancano e le possibilità di trovarsi dentro situazioni affollate sono ridotte; per questo è più facile trascorrere un soggiorno senza preoccupazioni.

Abbiamo lavorato con impegno e serietà fin dalla scorsa primavera per garantire la sicurezza di tutti e per rendere le tue vacanze un momento dedicato al benessere per te e per le persone a cui vuoi bene. Grazie all’applicazione di protocolli precisi e puntuali, atti a prevenire e ridurre ogni rischio e rivolti a garantire la salute di tutti, il Trentino vuole essere un luogo in cui sentirsi al sicuro, nel rispetto delle regole principali per contrastare l’espandersi dei contagi.

Noi siamo pronti ad accoglierti, all’aperto o in hotel, nei rifugi delle montagne innevate, nei musei traboccanti di novità, sui mezzi di trasporto o nei nostri migliori ristoranti e nelle nostre cantine. Ti aspettiamo, non appena sarà possibile, volenterosi di poterti dare, insieme all’accoglienza che abbiamo sempre saputo e voluto offrirti, anche la possibilità di una vacanza in cui rigenerarti, respirando a contatto con la natura e con le persone a cui vuoi bene.

 

Le misure più importanti adottate in Trentino quest’inverno

Di seguito riassumiamo brevemente le misure più importanti alle quali stiamo lavorando per una vacanza invernale in Trentino in tutta sicurezza.

  • una gestione intelligente delle code e dei flussi e l'intensificazione dei servizi di prenotazione e di pagamento online
  • la sanificazione costante e controllata di tutte le cabine degli impianti, dei WC e di altri spazi pubblici
  • una maggiore frequenza dei servizi di trasporto come gli skibus per soddisfare le necessità di spostamento vista la capienza ridotta
  • un servizio attento e il rispetto delle misure anticontagio anche nei punti di ristoro in alta quota
  • un servizio di soccorso efficiente e attivo sul territorio, disponibile h 24 
  • attività e corsi di gruppo strutturate secondo tutte le prescrizioni di sicurezza
  • controlli sanitari regolari per tutto il personale attivo nel settore turistico

Aiutaci a prenderci cura di te 

Per aiutarci a prenderci cura di te, di tutti gli altri ospiti e anche degli operatori locali, ti chiediamo di goderti la tua vacanza in Trentino, osservando sempre queste regole di base:

  • Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
  • Lavati spesso le mani o igienizzale usano i gel che troverai a disposizione
  • Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci e lavati o igienizzati le mani in seguito
  • Mantieni le distanze di sicurezza dalle persone che non appartengono al tuo nucleo convivente e rispetta le code con pazienza
  • Indossa sempre la mascherina anche all'aperto e sempre quando non puoi mantenere la distanza dalle persone che non vivono con te
  • Prenota anticipatamente tutti i servizi della tua vacanza, come ski pass, noleggio sci, lezioni di sci, pranzi e cene (soprattutto in rifugio) e prediligi i pagamenti elettronici
  • Non uscire se presenti sintomi influenzali e se hai la febbre (sopra i 37,5 °C) o se convivi con persone che hanno sintomi riconducibili a Covid-19
  • Se pensi di essere stato contagiato non recarti al pronto soccorso: chiama la guardia medica o avvisa il gestore della struttura in cui stai pernottando. 

Attenzione: a causa dell'attuale situazione in continua evoluzione, possono subentrare cambiamenti normativi improvvisi con conseguente allentamento o irrigidimento dei provvedimenti. Questa pagina e le relative sezioni verranno costantemente aggiornate.

Data ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2021

In Trentino la situazione è sorvegliata dal lavoro costante di una task force dedicata. Ciononostante, per limitare i rischi possibili, è necessario seguire le semplici prescrizioni del nuovo DPCM in vigore dal giorno 16 gennaio al 5 marzo 2021.

Qui di seguito riepiloghiamo le principali misure attive nella nostra Provincia:

  • Attualmente il Trentino rientra in zona gialla e sono quindi possibili gli spostamenti interni a tutta la provincia. Il DPCM conferma il divieto di spostamenti tra Regioni e Province autonome fino al 15 febbraio, salvo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Oltre a ciò è possibile raggiungere la propria seconda casa anche se si proviene da altre regioni, ma sarà possibile farlo solo in compagnia del proprio nucleo famigliare. Chi raggiunge la seconda casa deve dimostrare di averne la proprietà o un altro diritto per utilizzarla, come un contratto di affitto lungo e registrato, già prima del 14 gennaio 2021.

  • Resta in vigore il limite degli spostamenti senza comprovata necessità, fra le ore 22 e le ore 5 del mattino su tutto il territorio. Durante il resto della giornata è possibile spostarsi verso una sola abitazione privata abitata, solo 1 volta al giorno, e nei limiti di due persone (più eventuali minori o persone che necessitano di accompagnamento).

  • È obbligatorio indossare la mascherina sia al chiuso che all'aperto e nelle vicinanze di persone che non appartengono al proprio nucleo convivente (vale anche per i viaggi in automobile e in abitazione privata). Rimangono esenti da questo obbligo i bambini sotto i 6 anni, anche se resta valido l'obbligo di indossare la mascherina a partire dai 3 anni su tutti i mezzi di trasporto e per tutta la durata del tragitto. Sono esenti dall'obbligo di utilizzo della mascherina anche i soggetti con patologie non compatibili con i dispositivi di protezione delle vie aeree e le persone che svolgono attività fisica in solitaria, fuori dai centri abitati e rispettando le distanze di sicurezza di almeno 2 metri dagli altri.

  • Le attività di ristorazione fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie sono aperte al pubblico dalle ore 5:00 fino alle ore 18:00 con consumo da seduti per un massimo di 4 persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi (rimandiamo all’approfondimento ai punti successivi). Potranno essere aperti senza limiti di orario, ma nel rispetto delle distanze di sicurezza, tutti i servizi di ristoro situati nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali, negli aeroporti, nei porti e negli interporti.

  • Nei luoghi pubblici all’aperto è possibile trovarsi fino al massimo di 6 persone nel rispetto delle distanze di sicurezza e con utilizzo di mascherina.

  • I mezzi pubblici di trasporto viaggiano al 50% della capienza consentita.
     
  • È possibile effettuare attività motoria e sportiva individuale all’aperto e presso i centri sportivi come ad esempio gli impianti di sci nordico. Restano invece chiuse palestre e piscine.
    I centri benessere delle strutture ricettive sono aperti su prenotazione ad uso esclusivo dei propri clienti e i centri termali possono offrire i servizi terapeutici e di cura.
     
  • Dal lunedì al venerdì sono riaperti i musei e gli altri istituti e luoghi della cultura, ad eccezione dei giorni festivi, e nel rispetto dell’applicazione dei protocolli di gestione degli accessi, dei flussi e delle distanze.
  • Attualmente il Trentino rientra nelle zone italiane a rischio controllato (Zona Gialla) e sono quindi possibili gli spostamenti interni a tutta la provincia. Il DPCM conferma il divieto di spostamenti tra Regioni e Province autonome fino al 15 febbraio salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Oltre a ciò è possibile raggiungere la propria seconda casa (di proprietà o con contratto di affitto lungo) anche se si proviene da altre regioni, ma sarà possibile farlo solo in compagnia del proprio nucleo famigliare.
     
  • Il DPCM 14 gennaio 2021, che regola gli spostamenti da/per l'estero fino al 5 marzo 2021, prevede l'obbligo di test molecolare o antigenico entro 48 ore dall’imbarco o dal valico del confine, per i viaggiatori provenienti o che abbiano soggiornato/transitato dai Paesi dell’Unione Europea e più correttamente quelli della lista C consultabile sul sito del Ministero degli affari esteri.
     
  • Con provvedimenti del Ministero della Salute viene vietato l’ingresso di viaggiatori provenienti dal Brasile e dalla Gran Bretagna e Irlanda del Nord.
     
  • Per informazioni più esaustive, rimandiamo al sito Viaggiare Sicuri e alla compilazione del questionario interattivo che può aiutare nell’individuazione della propria posizione specifica.
     
  • Per informazioni in merito all’effettuazione del tampone è possibile chiamare il Ministero della Salute ai seguenti numeri:
    dall’estero: +39 0232008345 - +39 0283905385
    dall’Italia: numero gratuito 1500
     
  • In Trentino inoltre è stato istituito un numero verde 800 867 388 attivo da dalle 8 alle 18 dal lunedì al venerdì e dalle 8 alle 14 il sabato per le richieste sui provvedimenti in vigore, i protocolli, gli spostamenti e le procedure su tamponi, isolamenti e quarantene.

I servizi di ricettività del Trentino si sono riorganizzati per adottare tutte le misure necessarie a prevenire le situazioni di contagio e per garantirti un soggiorno in piena tranquillità e con flessibilità per rispondere alle esigenze tue e dei tuoi cari.

Per quanto riguarda i servizi di ristorazione, in Trentino che ricade dentro la zona gialla, le misure di sicurezza adottate sono le seguenti:
le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00 con obbligo di servizio al tavolo e fino al massimo di 4 persone per tavolo, a meno che siano tutti conviventi.
Dopo le ore 18 è vietato il consumo di cibi e bevande all’aperto e nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.
Fino alle ore 22 è garantito il servizio di ristorazione con asporto ma resta in vigore il divieto di consumo sul posto. Nessuna restrizione invece per il servizio a domicilio che potrà essere svolto compatibilmente con il rispetto di tutti i protocolli di sicurezza e igiene. Tutte le attività che svolgono attività di commercio delle bevande o bar e simili senza cucina, il servizio di asporto non potrà essere svolto dopo le ore 18.

 

Le strutture ricettive del Trentino ti aspettano! E per permetterti di prenotare una vacanza senza pensieri, hanno ideato numerose proposte che ti offrono un'assicurazione inclusa che tutela il tuo viaggio da cancellazioni, ritardi, intoppi imprevedibili e interruzioni spiacevoli. 
Riscopri la bellezza di sognare le vacanze, in attesa del tempo in cui si potrà tornare a viaggiare. Puoi scoprire di più su questa pagina.


 

In Trentino puoi svolgere tantissime attività all'aperto e in sicurezza, scoprendo boschi e sentieri, evitando gli assembramenti e riscoprendo la bellezza di stare all'aria aperta anche in questa stagione. Potrai godere della neve camminando con le ciaspole o facendo sci di fondo nei molti centri riaperti rispettando ogni misura anticontagio,

Nei centri benessere e nelle piscine delle nostre strutture ricettive, che hanno riaperto seguendo i precisi protocolli già testati durante la stagione estiva, potrai trovare calore, relax e distensione in piena sicurezza, per una vacanza all’insegna del tuo benessere.

Anche i musei della nostra Provincia potranno riaprire dal lunedì al venerdì, ad eccezione dei giorni festivi, e in attesa della possibilità di spostarsi fra le regioni, saranno ancora molte le attività online organizzate da questi luoghi di cultura per promuovere iniziative stimolanti e curiose.

Capillarità della rete di strutture mediche e rapidità di intervento in caso di emergenza: sono questi i due biglietti da visita del sistema sanitario trentino al servizio dei residenti, ma anche degli ospiti. Questo imprescindibile servizio, insieme a molti altri, può garantire la tranquillità della tua vacanza in Trentino. Probabilmente ti chiederai se l’emergenza sanitaria è sotto controllo qui in Trentino, se e come viene monitorata la situazione e se ci sono procedure specifiche in caso di contagio.

Ci sentiamo di tranquillizzarti. E ci teniamo a condividere con te come il Trentino ha gestito l’epidemia e quali misure cautelative sono state messe in atto per tutelare la salute di ospiti e locali. A seguito dell’emergenza sanitaria Covid-19, è stata istituita una task force che monitora in modo costante la curva del contagio da Coronavirus in Trentino. Gli ospedali sono stati riorganizzati, incrementando il numero di posti in terapia intensiva ed è stato attivato un pre-triage con percorso immediato e un’area dedicata per persone che presentano sintomi influenzali.

Per far fronte all'emergenza è stato istituito un numero verde Covid nazionale attivo 24 su 24 per ogni cittadino e risponde al 1500. Il numero unico per le emergenze, il 112, deve essere contattato per emergenze di altro genere.
Un altro utile strumento creato per contrastare la diffusione dell'epidemia è l'IMMUNI, l'APP nazionale di contact tracing, che permette di sapere se si è stati in contatto con soggetti contagiati. Per saperne di più e per scaricarla puoi leggere qui.

In Trentino, dal 1 dicembre è stato riattivato il numero verde 800 867 388 che risponde dalle 8 alle 18 dal lunedì al venerdì e dalle 8 alle 14 il sabato, alle domande e alle chiamate di chi ha bisogno di chiarimenti rispetto agli spostamenti da e per l'estero, le modalità di quarantena e altre informazioni utili. Per la prenotazione del tampone è possibile compilare questo form online https://servizi.apss.tn.it/rientroestero/ 

 



Cosa fare se pensi di avere sintomi da Covid-19?

Se presenti febbre, tosse o difficoltà respiratorie o sospetti di essere stato in stretto contatto con una persona affetta da Covid-19, non recarti al pronto soccorso o presso gli ambulatori medici dislocati sul territorio! Informa la direzione o il proprietario della struttura in cui stai soggiornando per contattare al più presto il servizio di guardia medica turistica della zona, che si attiverà con l’Azienda provinciale per i servizi sanitari per effettuare la visita medica in sicurezza. 

 

Per saperne di più sui servizi utili organizzati in Trentino puoi leggere qui.

 

Il Trentino vanta un’ampia rete di trasporti locali – autobus, ski bus, navette e treni locali - che permette di garantire gli spostamenti all’interno delle più grandi cittadine di fondovalle e il collegamento fra queste e le valli montane immerse nel verde. Attualmente, il sistema pubblico dei trasporti locali funziona a regime contingentato con una capienza del 50%. Procedure e accortezze, come la capacità ridotta e sanificazione, garantiscono lo svolgimento del servizio in tutela dei clienti. Con questa guida potrai conoscerne meglio il funzionamento.