I colori e i sapori dell’autunno trentino

Ricette stagionali per deliziare occhi e palato

Giallo, arancione, rosso, marrone: questi colori tingono i boschi e i pendii delle montagne dove i larici e i castagni si infiammano d’autunno. Sono la resa cromatica del primo sonnolento sbadiglio della natura, che si sta stiracchiando prima del riposo.

Ma sono anche le sfumature protagoniste di molti piatti cucinati con ingredienti stagionali. Questi caldi colori, oltre ad essere segnale di vitamine e protovitamine, come i betacaroteni ad esempio, sembrano aver intrappolato il sole dell’estate appena conclusa e con esso le fragranze della terra ingrassata e dissetata dai temporali, delle erbe aromatiche, dei muschi, delle foreste.

Abbiamo selezionato per te alcuni piatti che potrai riproporre senza troppa difficoltà nella cucina di casa tua, deliziando occhi e palato dei tuoi commensali e dedicando un pensiero alle montagne del nostro Trentino, in attesa di ritornarci di persona o pianificando la prossima vacanza, magari già entro l’autunno! Molti dei prodotti che ti segnaliamo si possono recuperare anche fuori regione, ma se avessi bisogno di qualche consiglio o di acquistare qualche prodotto particolare puoi consultare questa pagina.

I colori e i sapori dell’autunno trentino

La stagionalità degli ingredienti è un valore imprescindibile

Colore e gusto intenso: sua maestà la zucca

La versatilità della zucca, la rende uno degli ingredienti principi della cucina autunnale e nell’intera tradizione italiana. Dagli antipasti al dessert, la zucca si sposa proprio con ogni portata! La sua fibra soda e le sue proprietà nutrienti, sono ottime alleate di ogni chef.

Per questo abbiamo raccolto per te alcune ricette dall’anima tutta trentina, creando nuovi sposalizi fra i prodotti locali e la regina arancione dell’autunno.

Funghi

Come si può pensare ad un piatto autunnale senza evocare il profumo inconfondibile dei funghi?
Niente come il fungo riesce a portare in ogni piatto il profumo intenso e sfaccettato del bosco e del sottobosco. Ecco alcune idee per preparare piatti intensi e stuzzicanti, ma mai troppo difficili, e per portare un po’ di Trentino sulla tua tavola.

Attenzione però: se ti trovassi in vacanza in Trentino e volessi occuparti di raccogliere da te i funghi necessari per la preparazione di questi piatti, informati bene sulle regolamentazioni della raccolta e sull’esito dell’eventuale bottino.

In Trentino ci sono molti sportelli micologici gratuiti sul territorio: puoi chiedere informazioni agli uffici turistici e leggendo questo articolo potresti scoprirne di più.

Castagne

Basta soffermarsi un attimo a pensare ai lucidi marroni custoditi dai ricci per evocare l’idea dell’abbondanza: il bagliore riflesso sulla buccia tesa sembra uscire proprio da uno scrigno. Per non parlare poi dei castagneti: in Trentino ce ne sono molti di valenza storica, visto che il loro legno veniva usato in agricoltura e nell’artigianato.

Trentino in un barattolo

Colore caldo, piatto profumato

Molti altri castagneti sono stati piantati proprio per valorizzare il loro prodotto principale, il frutto mangereccio, ricco di fibre e di principi nutrienti.
Come la zucca, anche la castagna ha un’applicazione duttile in cucina, ma qui abbiamo voluto selezionare le nostre migliori ricette per un finale in dolcezza. 

Pubblicato il 03/08/2020