Dall’Alpe Cimbra alla Valsugana

Un viaggio guidato nel panorama brassicolo trentino 

Hai mai bevuto una birra che è stata prodotta in onore di un lago? Non di un lago qualsiasi, ma quello di Caldonazzo e di Levico, dove piace andare a noi trentini la sera dopo il lavoro. Per scaricare pensieri e farli sfogare, con una birra in mano, fresca e artigianale.

Dall’Alpe Cimbra alla Valsugana, troverai birre territoriali e birre stagionali. Birre che del Trentino hanno il sapore, perché le materie sono coltivate qui e perché, come Musa ispiratrice, hanno proprio le acque del Trentino.

Buon viaggio!

 

I Birrifici del Tour dall'Alpe Cimbra alla Valsugana

Sonnenbaden an den Stränden der Trentiner Seen

 

 

Sull'Alpe Cimbra

Distese di boschi, verdi pascoli con malghe. Un paesaggio che calma e ristora. Oggi si presenta così l’Alpe Cimbra, anche se il suo passato fu drammatico e dolente. 

Gli Altipiani di Folgaria e Lavorone furono, infatti, un importante teatro della Grande Guerra, tanto che tra il 1908 e il 1914 prese forma una imponente cintura fortificata con finalità difensive e offensive. Lunga 28 chilometri, comprendeva sette roccaforti dislocate tra Cima Vezzena e i rilievi di Serrada. Le cosiddette “Fortezze dell'Imperatore” oggi possono essere visitate con passeggiate nel verde che incrociano anche trincee, resti di edifici militari, il cimitero di Costalta, quello di Slaghenaufi e la cappella militare austro-ungarica di Santa Zita al Passo di Vezzena .  

Ed è qui che passa una parte del quinto tratto de Il Sentiero della Pace, un cammino di più di 500 km lungo i luoghi della Prima Guerra Mondiale, dal Passo del Tonale alla Marmolada. 

Dopo aver visto questi luoghi di battaglie e resistenze, può fare bene scendere fino al lago di Lavarone e lasciar correre sulla spiaggia pensieri e riflessioni. Magari con in mano una birra fresca, presa d’asporto al Birrificio Barbaforte di Folgaria. 

 

Birrificio Barbaforte 

Al Barbaforte di Folgaria sarà Matteo ad accoglierti. Produce le sue birre (pluripremiate!) con l’acqua della sorgente in Val di Gola. Se capiti da quelle parti, fatti portare una Saison, una birra arricchita con la genziana del Monte Baldo

Valsugana - Laghi di Levico e Caldonazzo

 

 

 

In Valsugana

La Valsugana è la prima destinazione con la certificazione di turismo sostenibile in Italia.  Un traguardo raggiunto anche perché i suoi due laghi, lago di Caldonazzo e lago di Levico, sono Bandiera Blu. Il lago di Caldonazzo è l’unico del Trentino dove puoi praticare lo sci nautico, mentre entrambi, sia Caldonazzo sia Levico, sono un’oasi per una giornata in spiaggia, provando la canoa, la vela o il SUP.  

Quando nel tardo pomeriggio la spiaggia si fa più silenziosa, puoi sederti a uno dei tavolini all’aperto dei bar della spiaggia. A noi trentini piace tanto farlo! Puoi farti servire una birra, magari proprio una Fara del Birrificio degli Arimanni, birra ispirata ai due laghi. È piacevole finire la giornata anche con una passeggiata nel Parco Asburgico delle Terme di Levico, creato agli inizi del ‘900. Gli alberi sono maestosi, e, in estate, merita una visita per la fioritura del calicanto. Il Birrificio degli Arimanni ha una birra, la Walda, per omaggiare proprio questo posto. 


Birrificio degli Arimanni 

Al Birrificio degli Arimanni di Borgo Valsugana le materie prime sono 100% made in Trentino e ogni birra trae ispirazione da uno scorcio reale. Come la Fara, ispirata alle calde estati sui laghi di Caldonazzo e Levico o la Walda alla maestosità del Parco Asburgico delle Terme di Levico. 

Un viaggio nel panorama brassicolo trentino

scopri gli altri tour
Veröffentlicht am 06/05/2024