Macaion - Penegal - Roen

Macaion, Penegal e Roen, tre cime della catena della Mendola, tra paesaggi suggestivi e sentieri immersi in una natura rigogliosa.

Monte Roen

I monti Macaion, Penegal e Roen fanno parte della catena della Mendola e consentono di immergersi in una natura verde e rigogliosa che nella tarda primavera raggiunge il massimo del suo fascino con l’esplosione dei variopinti e profumati fiori dell’alpe.
Il Macaion è a cavallo fra la Val di Non e la Val d’Adige, dove si affaccia a precipizio. Dal monte si gode un superbo panorama sulla valle dell’Adige, sui monti Sarentini, su Merano e Bolzano. Sulla cima del Monte Macaion esiste uno speciale radar meteorologico, facilmente visibile tra il boschetto di larici della vetta. Il radar, in funzione dal 2003, offre l’opportunità di osservare in tempo reale l’evoluzione delle precipitazioni e delle grandinate, e fenomeni di piena dei corsi d’acqua.
In cima al Penegal una torretta in ferro consente di salire ancora più alto, per godere di una vista a 360°, fra le più suggestive di tutto il Trentino Alto Adige. Il monte Roen, infine, si trova a fianco del passo Mendola ed è la montagna più alta del gruppo dei Monti Anauni, che separano due valli, la Val di Non e la Val d’Adige. La caratteristica di questa montagna è la sua sommità tonda, senza pareti rocciose. La cima offre un panorama a tutto tondo da dove si possono ammirare da nord a est i monti Sarentini, Sciliar, Catinaccio, Latemar, Lagorai, a sud il gruppo Brenta, a ovest le Maddalene e il gruppo del Cevedale.