Biotopo di Fontanazzo

Il Biotopo Fontanazzo, con i suoi 50 ettari di estensione si trova nella Bassa Valsugana.

Biotopo di Fontanazzo
Biotopo di Fontanazzo

 

Ci si arriva percorrendo la statale 47 della Valsugana fino all'uscita per Grigno; due chilometri e si è al paese: passato il semaforo, si va avanti ancora duecento metri, poi si svolta a destra, in direzione Selva di Grigno. La strada continua per oltre due chilometri, sempre in direzione di Selva: il biotopo Fontanazzo è sulla destra.

Comprende prati, coltivi, diversi corsi d'acqua, lembi di foresta alluvionale di Ontano e Frassino e tratti di bosco ripariale. Nel fitto della vegetazione trovano possibilità di rifugio, alimentazione e riproduzione numerose specie di uccelli e mammiferi. I corsi d'acqua e le risorgive all'interno del Biotopo presentano specie ittiche d'elevato valore come lo Scazzone, la rarissima Lampreda padana e il Gambero di fiume. Uno tra i maggiori motivi di interesse naturalistico del Biotopo Fontanazzo è costituito dal suo particolare sistema idrico: la zona protetta infatti comprende alcune importanti sorgenti di fondovalle che sono in diretta comunicazione con il complesso carsico delle grotte della Bigonda e del Calgeron, che si aprono sul versante destro della valle a poca distanza dal Biotopo. Il valore dell'area è incrementato dal fatto che alla sua altezza il fiume Brenta scorre nel proprio alveo naturale, senza essere imbrigliato da argini artificiali.