Il passaporto degli animali

Un documento da portare sempre con sé

Secondo quanto stabilito dal Regolamento 576/2013 del Parlamento europeo, cani, gatti e furetti che viaggiano all’interno di uno Stato della Comunità europea devono essere muniti di passaporto. Questo documento, rilasciato da un veterinario autorizzato, deve contenere i dati anagrafici dell’animale da compagnia, l’elenco delle vaccinazioni effettuate e le visite mediche. Il rilascio del passaporto per i cani è subordinato all’iscrizione all’anagrafe canina.

All’interno dei confini italiani è possibile viaggiare con il solo Libretto sanitario; per viaggiare all’estero (o per venire dall’estero in Italia), invece, è sempre necessario il passaporto.