L’anagrafe degli animali d’affezione

Il registro nazionale a quattro zampe

Realizzata dal Ministero della Salute in collaborazione con le amministrazioni regionali, l’Anagrafe degli animali d’affezione è il registro nazionale dei cani, dei gatti e dei furetti identificati con microchip in Italia.

Questa banca dati permette di reperire online le informazioni utili per rintracciare il luogo di registrazione degli animali e il loro proprietario; nel caso dei cani, fornisce indicazioni anche su specie, razza e sesso del nostro amico.

Per chi possiede un cane, l’identificazione e la registrazione all’Anagrafe canina sono obbligatorie. Entro il secondo mese di vita, al cane viene inoculato un microchip, cioè un piccolo dispositivo elettronico che viene posizionato sottocute; nella stessa occasione, al proprietario viene rilasciato il certificato di iscrizione in anagrafe. Questo costituisce il documento di identità del cane.

Il certificato di iscrizione all’Anagrafe degli animali d’affezione deve contenere il numero del microchip, la data di impianto e la sua localizzazione.

Nel caso di gatti e furetti, l’iscrizione all’Anagrafe degli animali d’affezione è facoltativa se l’animale rimane in Italia, obbligatoria se viaggia all’estero.