6 passeggiate di primavera in rifugio

Sospesi tra panorama e buona tavola per un abbinamento perfetto

PRIMAVERA 2020 - La primavera è la stagione perfetta per concedersi una pausa dalla frenetica quotidianità e godere la montagna nella sua espressione migliore, quando è abitata solo dalla natura che si risveglia. Se in alta quota, oltre i 2000 metri, la neve non si è ancora sciolta definitivamente e molti rifugi attendono l’estate per l’apertura, a quote un po’ più basse è già possibile avventurarsi in una piacevole passeggiata approfittando delle giornate che si allungano e dei primi caldi che invogliano a trascorrere il tempo libero all’aria aperta.

Ecco dunque sei passeggiate facili e altrettanti rifugi aperti in primavera, dove rilassarti al sole assaporando gustosi piatti di montagna, circondato da panorami incredibili. 

ps: Ti diamo un consiglio. Trattandosi di rifugi di montagna, le condizioni meteo possono influire sull'effettiva apertura e l'accessibilità. Per questo ti consigliamo di contattare sempre il rifugio di riferimento prima di partire, per essere sicuri che sia aperto. 

#1

Rifugio Pernici, Garda Trentino

Un territorio dall’eccezionale biodiversità, dichiarato dall’UNESCO “Riserva della Biosfera”: è qui, sulle Alpi Ledrensi che si trova il Rifugio Nino Pernici, dove, grazie alla quota non troppo elevata delle montagne e al clima reso mite dal vicino Lago di Garda, in primavera si possono fare meravigliose escursioni fra i vasti prati fioriti.

#2

Rifugio Lupi di Toscana, Valle del Chiese

In Valle del Chiese, questo piccolo rifugio è la base ideale per escursioni facili e rilassanti sul verde Altopiano di Boniprati. Per chi ama la buona cucina, la chef Tullia vi aspetta per farvi assaggiare la polenta carbonera, il risotto al mirtillo oppure al “radic da l’ors”, uno speciale radicchio che cresce sui monti del Trentino Occidentale.

#3

Rifugio Potzmauer,  Val di Cembra 

Un tempo luoghi di passaggio per i viandanti che dalla Bassa Atesina andavano in Val di Cembra, gli alpeggi intorno al Rifugio Potzmauer sono oggi il punto di arrivo degli escursionisti che vogliono esplorare quest’area poco turistica del Trentino, tra boschi e bei panorami sulla Valle dell’Adige.

#4

Rifugio Malga Kraun, Piana Rotaliana

La primavera è il periodo migliore per scoprire il Monte di Mezzocorona, con i suoi prati ed i boschi di faggi e abeti che si ricoprono di un verde brillante. Nelle belle giornate, dopo avere visto il percorso di sculture “La magia del bosco”, potrete fare tappa al Rifugio Malga Kraun, per gustare la cucina locale a base di goulash, stinco, polenta, orzetto e squisiti dolci fatti in casa!

#5

Malga Campo, Alpe Cimbra 

Nei pressi dell’abitato di Luserna, Malga Campo è un piccolo rifugio raggiungibile in soli 20 minuti dal paese sulla strada forestale. Oppure puoi seguire il Sentiero dell’Immaginario, che dura un paio d’ore ma è molto bello da percorrere in famiglia, alla scoperta dei personaggi delle leggende cimbre. I più romantici possono approfittare di una delle 3 accoglienti stanze, per riposare nel bosco.

#6

Rifugio Carlettini, Valsugana

Da raggiungere a piedi, in mountain bike, e perché no, anche a cavallo, il rifugio si trova nel cuore della catena del Lagorai, uno dei luoghi più selvaggi del Trentino. Ambiente naturale ricco di laghi e corsi d’acqua, come una sorta di highlands del Trentino, la Val Campelle e il Lagorai sono tutti da scoprire.

Pubblicato il 10/03/2020