Per il Trentino la sicurezza è al primo posto

In questa sezione potrai approfondire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari.

Sulle Tracce dei dinosauri

Il più grande giacimento di impronte fossili scoperto in Italia

A sud di Rovereto, alle pendici del monte Zugna sono state scoperte nel 1990, da un appassionato naturalista roveretano, centinaia di orme di dinosauri di forme e dimensioni diverse.

Dinosauri carnivori ed erbivori, le cui impronte si possono vedere lungo un ripido colatoio, che si sono formate nel periodo Giurassico quando la Valle dell’Adige era una vasta laguna.

Oltre 200 milioni di anni fa infatti la zona appariva come una pianura sabbiosa abitata da questi giganti che, camminando con il loro passo pesante, hanno lasciato le loro impronte impresse nel fango. Fango che poi si è trasformato in calcare grigio.

Le orme dei dinosauri a Rovereto

Oggi sono in ottimo stato di conservazione e si possono facilmente riconoscere uno dopo l’altro i passi degli animali, osservandoli da piattaforme di legno che danno la possibilità di ampliare lo sguardo ampio su tutta l’area ….. e ci si può realmente sorprendere!

Tutto l’ambiente attorno, infatti, è costituito da enormi rocce, scarpate e massi franati in epoche antichissime, i cosiddetti e famosi Lavini di Marco, citati anche da Dante nella XII Canto dell’Inferno della Divina Commedia. La zona è arida e assolata, e il paesaggio è quasi lunare.

Le orme dei dinosauri a Rovereto

Il sito è gestito dal Museo Civico di Rovereto che organizza visite guidate per bambini e adulti, ma è anche possibile ovviamente visitarlo in autonomia: ci sono delle tabelle scolpite in pietra che illustrano il percorso per un bello e divertente modo di andare, in famiglia, alla scoperta della storia geologica del territorio. I bambini, ma non solo loro, affronteranno la visita con lo spirito del grande esploratore, non si sa mai che guardando sotto qualche pietra, vengano alla luce altre impronte o resti fossili di diversi animali! Se si visita in estate è bene portare dell’acqua, perché la zona è arida e assolata.

Per raggiungere il sito, salite da Rovereto al sacrario di Castel Dante e percorrete la “Strada degli Artiglieri” fino alla baita degli Alpini (parcheggio). Da qui, in circa 5 minuti, si ritorna lungo la strada fino all’inizio del sentiero dei dinosauri. In circa 30 minuti di cammino raggiungerete le orme dei dinosauri.

Le orme dei dinosauri a Rovereto

Se volete allungare un po’ il percorso di andata, e fare un tuffo nella storia più recente, prima di arrivare alle orme dei dinosauri, parcheggiate alla Chiesetta di Santa Barbara e percorrete a piedi un tratto di circa 2 km, in leggera salita e su strada asfaltata, lungo il quale troverete più di 100 lapidi che ricordano nomi e storie di artiglieri decorati con la Medaglia d'Oro al Valor Militare, che hanno combattuto nei conflitti degli ultimi due secoli, dalle guerre risorgimentali fino alla seconda guerra mondiale.

Scopri il percorso

Pubblicato il 19/10/2021