La strada delle miniere

"Dedicato alla miniera, ai mineur e a tutte le famiglie che in qualche modo l’hanno vissuta, temuta ed amata”.

strada delle miniere


Un recente passato di archeologia industriale caratterizza il paese di Darzo e le sue montagne. Ma l’esaurimento dei giacimenti minerari ha aperto nuove visioni sulla strada delle miniere.
“L’oro bianco” di Darzo. Così è stato definito il solfato di bario, il minerale meglio conosciuto come barite che per più di un secolo ha plasmato, con la sua estrazione e lavorazione, l’economia e la vita sociale del paese di Darzo, della bassa Valle del Chiese e della vicina Valsabbia, nel territorio bresciano.
Correva l’anno 1894, quando l’imprenditore Giacomo Corna Pellegrini, proveniente dalla Valcamonica, alla ricerca di nuovi giacimenti ferrosi, si imbatté in una abbondante riserva di solfato di bario sulla montagna di Darzo, così importante da fargli decidere di investire anche in questo ramo di attività. Dopo la scoperta di questo prezioso minerale, le montagne alle spalle dell’abitato di Darzo divennero meta di ricerca. Tre furono le principali miniere che diedero lavoro a generazioni di minatori, ma anche a centinaia di operai, cernitrici ed altri lavoratori dell’indotto negli stabilimenti di fondovalle: Marìgole (giacimento originario coltivato dalla famiglia Corna Pellegrini), Valcornèra (scoperta da Carlo Maffei, industriale del varesotto) e Pice, che fu patrimonio della ditta di Felice Cima (imprenditore milanese).
Con il 2009 si è chiusa, dopo 115, anche l’attività di estrazione a Marìgole, il primo giacimento ad essere scoperto, l’ultimo ad essere chiuso.

Raggiungibile in auto percorrendo una strada di montagna.
 

 



Vedi anche ...

36 risultati
Val di Cembra - Roccolo del Sauch - Foliage

Roccolo del Sauch

Il roccolo del Sauch è una splendida scultura arborea usato...

Scavi Archeologici Doss Castel

Alla scoperta del popolo Retico

Il Sentiero della Memoria | © Foto Archivio Apt Val di Fiemme

Il Sentiero della Memoria

Breve viaggio tra Natura e Ricordi

Maso Curio "Ca da mont"

Casa Curio Cà da Mont è la più interessante casa...

Ecomuseo dell'Argentario - Photo  S. Parrini - APT Piné Cembra | © Ecomuseo dell'Argentario - Photo  S. Parrini - APT Piné Cembra

Ecomuseo dell'Argentario

Un percorso fra storia e natura in quello che fu il più importante...

Miniera Grua

Istituto Culturale Mocheno

Istituto Culturale Mocheno  - Bernstoler Kulturinstitut: per la...

Sentiero etnografico Rio Caino

Il Rio Caino, dell’Ecomuseo del Chiese, è un mondo di scienza,...

Casa Bonus

Casa Bonus

Piccolo Museo della Civiltà Contadina

Val di Cembra - Roccolo del Sauch - Foliage

Roccolo del Sauch

Il roccolo del Sauch è una splendida scultura arborea usato anticamente per l'uccellagione

Leggi tutto ...

Scavi Archeologici Doss Castel

Alla scoperta del popolo Retico

Leggi tutto ...
Il Sentiero della Memoria | © Foto Archivio Apt Val di Fiemme

Il Sentiero della Memoria

Breve viaggio tra Natura e Ricordi

Leggi tutto ...

Maso Curio "Ca da mont"

Casa Curio Cà da Mont è la più interessante casa colonica della Val Rendena.

Leggi tutto ...
Ecomuseo dell'Argentario - Photo  S. Parrini - APT Piné Cembra | © Ecomuseo dell'Argentario - Photo  S. Parrini - APT Piné Cembra

Ecomuseo dell'Argentario

Un percorso fra storia e natura in quello che fu il più importante distretto minerario del Trentino.

Leggi tutto ...
Miniera Grua

Istituto Culturale Mocheno

Istituto Culturale Mocheno  - Bernstoler Kulturinstitut: per la salvaguardia e la valorizzaizone del patrimonio della comunità Mochena

Leggi tutto ...

Sentiero etnografico Rio Caino

Il Rio Caino, dell’Ecomuseo del Chiese, è un mondo di scienza, storia e magia

Leggi tutto ...
Casa Bonus

Casa Bonus

Piccolo Museo della Civiltà Contadina

Leggi tutto ...

Ecomusei