La strada delle miniere

"Dedicato alla miniera, ai mineur e a tutte le famiglie che in qualche modo l’hanno vissuta, temuta ed amata”.

strada delle miniere


Un recente passato di archeologia industriale caratterizza il paese di Darzo e le sue montagne. Ma l’esaurimento dei giacimenti minerari ha aperto nuove visioni sulla strada delle miniere.
“L’oro bianco” di Darzo. Così è stato definito il solfato di bario, il minerale meglio conosciuto come barite che per più di un secolo ha plasmato, con la sua estrazione e lavorazione, l’economia e la vita sociale del paese di Darzo, della bassa Valle del Chiese e della vicina Valsabbia, nel territorio bresciano.
Correva l’anno 1894, quando l’imprenditore Giacomo Corna Pellegrini, proveniente dalla Valcamonica, alla ricerca di nuovi giacimenti ferrosi, si imbatté in una abbondante riserva di solfato di bario sulla montagna di Darzo, così importante da fargli decidere di investire anche in questo ramo di attività. Dopo la scoperta di questo prezioso minerale, le montagne alle spalle dell’abitato di Darzo divennero meta di ricerca. Tre furono le principali miniere che diedero lavoro a generazioni di minatori, ma anche a centinaia di operai, cernitrici ed altri lavoratori dell’indotto negli stabilimenti di fondovalle: Marìgole (giacimento originario coltivato dalla famiglia Corna Pellegrini), Valcornèra (scoperta da Carlo Maffei, industriale del varesotto) e Pice, che fu patrimonio della ditta di Felice Cima (imprenditore milanese).
Con il 2009 si è chiusa, dopo 115, anche l’attività di estrazione a Marìgole, il primo giacimento ad essere scoperto, l’ultimo ad essere chiuso.

Raggiungibile in auto percorrendo una strada di montagna.
 

 



Cosa vedere ...

36 risultati
Haus von Prükk | © Haus von Prükk

Haus von Prükk

Per non dimenticare le proprie radici

Ecomuseo del Vanoi

Ecomuseo del Vanoi

Un museo dello spazio, del tempo, della comunità e dei saperi

Filzerhof | © Filzerhof

Filzerhof

Un viaggio nella quotidianità dell’antica comunità mòchena

Ecomuseo della Valle del Chiese

Ecomuseo della Valle del Chiese

L' Ecomuseo della Valle del Chiese si presenta come ideale...

Fattore Legno - Falegnameria Baggia - ph Digital Val di Sole | © Fattore Legno - Falegnameria Baggia - ph Digital Val di Sole

Percorso del legno

L’abbondanza di legname: una delle poche ricchezze che in...

Parco Minerario di Calceranica

La vecchia miniera oggi è un parco visitabile.

Maso Curio "Ca da mont"

Casa Curio Cà da Mont è la più interessante casa...

Percorso della trementina

Percorso della Trementina

Il Percorso della Trementina nasce dalla volontà di far...

Haus von Prükk | © Haus von Prükk

Haus von Prükk

Per non dimenticare le proprie radici

Leggi tutto ...
Ecomuseo del Vanoi

Ecomuseo del Vanoi

Un museo dello spazio, del tempo, della comunità e dei saperi

Leggi tutto ...
Filzerhof | © Filzerhof

Filzerhof

Un viaggio nella quotidianità dell’antica comunità mòchena

Leggi tutto ...
Ecomuseo della Valle del Chiese

Ecomuseo della Valle del Chiese

L' Ecomuseo della Valle del Chiese si presenta come ideale “porta” di accesso al mondo alpino

Leggi tutto ...
Fattore Legno - Falegnameria Baggia - ph Digital Val di Sole | © Fattore Legno - Falegnameria Baggia - ph Digital Val di Sole

Percorso del legno

L’abbondanza di legname: una delle poche ricchezze che in passato offriva la Valle del Chiese.

Leggi tutto ...

Parco Minerario di Calceranica

La vecchia miniera oggi è un parco visitabile.

Leggi tutto ...

Maso Curio "Ca da mont"

Casa Curio Cà da Mont è la più interessante casa colonica della Val Rendena.

Leggi tutto ...
Percorso della trementina

Percorso della Trementina

Il Percorso della Trementina nasce dalla volontà di far conoscere l’antico lavoro della raccolta della trementina in Val di Sole e di...

Leggi tutto ...

Ecomusei