Con il cane sulla Strada dei Russi, in Val San Nicolò

Per un due passi in quota nel cuore della Val di Fassa

A innamorarsi della Val di Fassa si fa in un attimo; e per chi vuole che il sentimento venga condiviso anche dal proprio cane, una bella passeggiata in quota è un’ottima ricetta. L’itinerario qui proposto, che prende il nome dai soldati russi che la costruirono durante la Grande Guerra, dura un paio d’ore; ma il tempo del cammino è sempre personale, e può allungarsi a piacimento.

La passeggiata parte dal parcheggio Saùch in Val San Nicolò (1770), dove si lascia la macchina (chi non vuole pagare il parcheggio, in estate può optare per il trenino su gomma che arriva sin qui). La strada comincia proprio da qua, e poi alterna salite non impegnative (il dislivello complessivo è il 143m) a tratti in piano.

Raggiunto il sentiero numero 641 per il Lagusel si prende la sinistra, si attraversa il Ruf de Sèn Nicolò, si entra nel bosco e si arriva a una pietraia alluvionale. Il nostro quattrozampe sarà entusiasta di attraversare il torrente Giaf, lasciamolo fare!

Passato il torrente, si torna alla strada sterrata che percorre l’ultimo tratto della Val San Nicolò, gira verso la Baita Ciampié (1826m) e poi torna, su strada asfaltata, al parcheggio di Saùch.

Non è necessario portare l’acqua in borraccia per il proprio cane, che va sempre mantenuto al guinzaglio; qualche croccantino può comunque far piacere.

Val di Fassa

Val di Fassa

Ospitalità, natura, sci e sport invernali tra paesaggi da fiaba

Rete di Riserve della Val di Fassa

Rete di Riserve della Val di Fassa

Un’esperienza emozionante nell’anima delle Dolomiti