Panorami unici da ammirare sci ai piedi

Terrazze di sole dalle quali godere una vista privilegiata e gustare un’ottima cucina gourmet!

Sci ai piedi e puoi arrivare davvero in posti unici che ti lasceranno senza fiato. Il Trentino, lo sai, è la patria dei rifugi: veri e propri punti panoramici, terrazze di sole dalle quali godere di una vista privilegiata e, allo stesso tempo, gustare un’ottima cucina gourmet.

Molti sono raggiungibili comodamente da valle con gli impianti di risalita, altri solo con gli sci d’alpinismo o con le ciaspole da neve. I punti panoramici che ti proponiamo sono snodi fondamentali, dai quali ammirare gli angoli più spettacolari del territorio, per poi goderti fantastiche discese su piste perfettamente innevate.

PAGANELLA VISTA LAGO_ph.Tonina | © PAGANELLA VISTA LAGO_ph.Tonina

Paganella: Vista sul Brenta e Lago di Garda

Eccolo laggiù: il Lago di Garda! Dalla Cima Paganella, nelle giornate quando il cielo è terso e il sole fa brillare la neve, puoi ammirare proprio il Garda. Ma lo stupore non finisce qui, alle tue spalle si distinguono chiaramente le Dolomiti di Brenta. E dopo esserti riempito il cuore, sei pronto per una nuova sciata. Tappa d’obbligo al rifugio La Roda per un pranzo sugli sci!

Vedi

Doss del Sabion: Vista sul Brenta

Ti stai gustando un aperitivo in compagnia degli amici sulla terrazza del Rifugio Doss del Sabion. Ti concedi un momento tutto per te, appoggi il calice di Trentodoc, chiudi gli occhi e ti lasci scaldare dal sole. Quando li riapri, rimani senza fiato: davanti a te le cime innevate del Brenta, con la Tosa e cima Brenta. Dietro di te il ghiacciaio dell’Adamello, su cui svetta la punta del Carè Alto.  Fermati poi al rifugio Doss del Sabion, per un pranzo in compagnia con vista sulle Dolomiti di Brenta, ma non troppo perché hai ancora voglia di sciare!

Vedi

Pejo 3000: Vista su Presanella e ghiacciaio Presena e Dolomiti di Brenta

Puoi arrivare direttamente a quota 3 mila metri con la funivia e dall’alto ammirare una valle coperta da un manto bianco, soffice, che avvolge prati, boschi e larici.  Sei nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, puoi vedere chiaramente il ghiacciaio Presena e, in alto, la cima del Monte Vioz. Da non perdere… te lo assicuriamo! Fai una tappa in rifugio e riscendi, sci ai piedi, fino al Rifugio Scoiattolo a quota 2000 metri.

Vedi

Col Margherita, Passo San Pellegrino

Il cielo si tinge di rosa, mentre le rocce diventano sempre più pallide. In lontananza si affacciano, inconfondibili, le Pale di San Martino di Castrozza, che, come giganti, vegliano sulle Dolomiti ormai al tramonto. Dalla terrazza di Col Margherita, uno dei punti più panoramici e suggestivi della val di Fassa, lo sguardo si apre a 360 gradi. Magia pura! C’è tempo per un’ultima tappa al rifugio della funivia prima di toglierti gli sci!

Vedi

Da impianti Belvedere: vista sul Sella, Pordoi, Marmolada, Sassolungo

Mentre si sale, sempre più in alto, lo sguardo si perde all’orizzonte: sei circondato da guglie e cime dolomitiche, il cui colore contrasta con l’azzurro del cielo. Davanti, imponente, il gruppo del Sella e la Cima del Piz Boè: è talmente vicina che sembra tu possa toccarla con un dito. Più a sinistra si stagliano il Sassolungo, il Sassopiatto e il Catinaccio. Dietro di te spicca la Regina delle Dolomiti: la Marmolada. Non vorresti più andar via, ma gli amici sono già in fondo alla pista del Belvedere. Fai tappa per un “bagno di sole” al Rifugio Ciampolin.

Vedi