Per il Trentino la sicurezza è al primo posto

In questa sezione potrai approfondire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari.

Una barriera corallina da scalare

La Via delle Normali, la traversata delle Dolomiti di Brenta di cima in cima

Grazie al prezioso lavoro del Collegio delle Guide Alpine del Trentino, oggi puoi provare a scalare le principali cime del gruppo delle Dolomiti di Brenta, lungo un itinerario completamente rinnovato, sulle orme dei grandi alpinisti. Per ripercorrere i passi di Tuckett, Holtzmann, Loss, Nicolussi, Mertzbacher, Falkner e molti altri pionieri delle cime più alte del Brenta.

Libertà, sfida e la soddisfazione di conquistare le vette e raggiungere, tappa dopo tappa, uno dei rifugi per goderti il meritato riposo. La Via delle Normali è una poesia per te che sei amante delle grandi salite storiche.

La difficoltà non è mai oltre il terzo grado, alcuni tratti seguono parti di via ferrata, mentre gli avvicinamenti, partendo dai rifugi, non sono mai troppo lunghi. Tutto questo ti permette di provare una sorta di alpinismo esplorativo, concatenando più vette, tramite sentieri, per più giorni.

Si tratta di un'esperienza alpinistica completa, per avvicinarti al cuore delle Dolomiti di Brenta scoprendone i paesaggi, l'antica origine e la storia.

Alpinismo sulle Dolomiti: la Via delle Normali

#1 La Via delle Normali

Immagina di prendere la carta, tracciare una linea lungo tutta la cresta da Sud a Nord del Brenta e poi percorrerla con le tue forze. Ti troverai a concatenare le vie storiche delle principali vette più importanti del massiccio dolomitico. Queste vie oggi sono tutte state ripristinate con nuovi ancoraggi di sosta e protezioni nei punti più delicati grazie a paziente lavoro delle guide.

A distanza di novant'anni dall'apertura della Via delle Bocchette, la Via delle Normali permette di scalare le cime più importanti del Brenta, come Cima Tosa, Cima Brenta, Cima Falkner, il Campanile Alto, ma anche di provare le proprie capacità alpinistiche su vette meno blasonate come Cima d'Ambiez, Cima di Pietra Grande e Cima Vagliana. Scalerai su itinerari fino a ieri poco segnalati, spesso dimenticati o utilizzati per il rientro da vie più impegnative.

Meno difficili delle classiche più conosciute, ma non per questo meno interessanti, le Vie Normali ti permettono di scoprire un Brenta rimasto fino ad ora solo nella memoria dei diari degli alpinisti, che per primi provarono le loro capacità sulle guglie dolomitiche.

Dolomiti di Brenta - Rifugio XII Apostoli

#2 Le Dolomiti di Brenta

Prepara lo zaino, un paio di ramponi, corda, scarponi da alpinismo, friend, dadi, casco, imbrago e tanta voglia di entrare in mezzo a quello che rimane di un'antica scogliera emersa dopo 200 milioni di anni da un antico mare.

Salirai in Val D'Ambiez, da San Lorenzo in Banale, il punto di partenza della traversata più a Sud, pernottando al rifugio S. Agostini o XII Apostoli. La Via delle Normali prevede la salita di 10 cime, tutte oltre i 2900m, con una difficoltà mai superiore al grado III+ .

Per superare l'itinerario dovrai appoggiarti agli 8 rifugi e volendo anche al bivacco Castiglioni sulla Cima del Crozzon di Brenta. Quando arriverai al rifugio Graffer al Grosté sopra Madonna di Campiglio avrai percorso più di 45Km tra campanili e pareti, canali e bocchette, di cui 15 di sola arrampicata. Non si tratta di una performance di gradi elevati, ma potrai misurarti sulla resistenza, la capacità organizzativa e la tua motivazione. Saranno 60 ore di “montagna vissuta”, sette giorni di avventura.

Madonna di Campiglio - Gruppo del Brenta dal Lago Nero

#3 Un'antica scogliera

Scalare le cime delle Dolomiti di Brenta ti permetterà di comprendere i grandi meccanismi tettonici che hanno reso le Dolomiti un patrimonio geologico importante e simbolico.

Da una sosta all'altra, scalerai strati di roccia che sono i sedimenti prodotti dagli animali di 200 milioni di anni fa. Si tratta di coralli, molluschi, pesci e piante marine, che potrai trovare proprio sotto le tue mani ancora visibili sotto forma di fossili. Dalla roccia più antica verso quella più giovane che si trova in alto sarà un vero viaggio nel passato della Terra.

Madonna di Campiglio - Pian del Graffer - Rifugio Graffer al Groste

#4 La vita nei rifugi

Come appoggio alla Via delle Normali, troverai 8 rifugi alpini, posizionati in luoghi comodi per l'accesso alle vette. La vita in rifugio, per chi percorre una traversata come questa, fa parte del bagaglio di ricordi.

Ogni sera potrai incontrare altri alpinisti come te, relazionarti sulle vie appena percorse e conoscere le condizioni di quelle che dovrai affrontare. Perché l'alpinismo non è solo fatica e scalate, ma è anche socialità, senso di appartenenza al “club” di chi raggiunge il punto più vicino al cielo.

Dolomiti di Brenta - Val d'Ambiez - Rifugio Al Cacciatore

#5 Un ambiente naturale fragile e protetto

L'ambiente alpino è molto fragile, soprattutto alle alte quote. L'accesso alla Via delle Normali parte da una delle valli più selvagge del Parco Adamello-Brenta Geopark, la Val D'Ambiez, che racchiude tutte le caratteristiche dell'ambiente dolomitico, come la presenza del pino mugo oltre i 1900m.

Il percorso, nei giorni successivi, pur transitando a quote oltre la vegetazione arborea, presenta delle interessanti emergenze naturalistiche, come l'azalea delle Alpi o il camedrio alpino, tipico dei terreni calcarei.

Come gli alpinisti, anche la flora alpina si arrampica sulle rupi, con forti radici, come il raponzolo di roccia, che fiorisce tra le fessure umide e le stelle alpine nelle cenge, piacevoli incontri che potrai fare durante le tue scalate.

Alpinismo sulle Dolomiti: la Via delle Normali

Segui il giusto itinerario

Spesso ti troverai a cercare l'attacco della via, magari avrai dubbi sul sentiero da percorrere. La Via delle Normali è ben descritta in una guida realizzata da Gianni Canale. Nel libro trovi, oltre alle relazioni delle vie con disegni, tutti i punti di accesso, i rifugi e i bivacchi, le alternative se vorrai intraprendere parte del percorso o terminarlo prima.

Questa pubblicazione di permetterà di organizzare al meglio la tua traversata, ma se non basta potrai sempre far riferimento ad una delle Guide Alpine del Collegio Trentino.

Non resta che iniziare ad immaginare, progettare e iniziare a comporre il “puzzle di cime”.

Dolomiti di Brenta - Rifugio Tuckett Quintino Sella

La Via delle Normali

parti
Pubblicato il 13/05/2021