A ritmo lento in Val di Fiemme e in Val di Cembra

Stare bene nel verde delle Dolomiti e del Lagorai

La Val di Cembra e la Val di Fiemme, una la prosecuzione dell’altra, sono entrambe solcate dal torrente Avisio, che conferisce loro un paesaggio diverso. Profonda e stretta la Val di Cembra, aperta e soleggiata la Val di Fiemme. 

Entrambe le valli sono bordate da una natura generosa, come quella del Parco Naturale di Paneveggio, e quella del Latemar e del Lagorai. Qui i sentieri portano al silenzio dei boschi, attraversano terrazze di vigneti e si immergono nella natura dove respiri, rallenti e rigeneri corpo e pensieri.  

Il luogo ideale per vivere esperienze a ritmo lento, quelle che ti fanno stare bene. Te ne consigliamo 6, un piccolo assaggio di tutte le cose che puoi fare in Val di Fiemme e in Val di Cembra quest’estate. 

#1

Verso il Rifugio Potzmauer con Guida Alpina

Il sentiero che porta al Rifugio Potzmauer è molto semplice, anche se in salita. Attraversa boschi di abete bianco, peccio e pino silvestre fino a portare alla conca erbosa del rifugio. All’arrivo il rifugio è un appoggio sia per un buon pranzo di piatti tipici sia per una notte o più notti in una delle sue camere. 

#2

Con gli alpaca al Lago Santo

Un trekking nella bellezza della Val di Cembra fino al lago Santo è già di per sé un’esperienza da provare. Qui però ti proponiamo di farlo con gli alpaca: un’attività facilmente accessibile a tutti grazie all’andatura lenta e costante degli animali e al poco dislivello del percorso. 

#3

Lungo il Sentiero del Dürer

La Val di Cembra fa da sfondo ad una parte del sentiero storico, il Dürerweg, che segue il mitico "viaggio in Italia" di Albrecht Dürer e arriva fino al raro fenomeno geologico delle Piramidi di Segonzano. Le origini di queste piramidi di terra, alte fino a 20 metri, risalgono a circa 20 mila anni fa e sono ben visibili, in tutta la loro straordinarietà. 

#4

L'arte in quota

A Pampeago puoi visitare il Respirart, il parco d’arte più alto al mondo, viaggiando sulla prima e unica Seminovia (seggiovia Agnello). Quando superi il bosco e arrivi fra i pascoli, lancia dalla Seminovia i semi di erba medica che ti consegnano alla partenza. L’erba nutre la terra, le api, le capre e le mucche. Scendi poi lungo il percorso, tra meravigliose opere d’arte di artisti ispirati dalla natura e il territorio.  

#5

Nella Foresta dei Violini

Nella Foresta dei Violini, dove Stradivari prendeva gli abeti rossi per i suoi violini, puoi seguire il Sentiero Naturalistico Marciò. Questa facile passeggiata incontra uno spettacolare ponte sospeso e porta fino all'area faunistica dei cervi, dove potrai vederli nel loro habitat. 

#6

Fino ai laghetti di Bombasel con Guida Alpina

Questa escursione ti porta a scoprire il Lagorai fino ai laghetti di Bombasel, cristallini e dal color verde smeraldo. Facile e panoramica, il percorso porta a paesaggi diversi: pendii pratosi, sentieri, comode mulattiere con grossi sassi fino ad arrivare ai bei laghetti incastonati tra le scure rocce.

Pubblicato il 12/01/2024