Vacanze Sicure in Trentino: come ci prendiamo cura di te

Il Trentino è aperto e pronto ad accoglierti.

Nelle nostre guide puoi scoprire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari

In Trentino è Natale… in ogni senso

Scopri con noi il periodo più incantevole dell’anno

L’atmosfera del Natale in Trentino si respira ovunque e rende unico questo momento magico per tutti, anche per chi nasconde dentro di sé un piccolo Grinch.

Qui, tra boschi di abeti bianchi e laghetti di montagna ghiacciati, lo spirito natalizio si sente vibrare ovunque, non solo fra le luccicanti bancarelle dei numerosi mercatini che costellano la provincia, da quelli più famosi della città di Trento a quelli più piccoli e pittoreschi che si svolgono nei borghi deliziosi!

Suoni, colori, profumi, sensazioni che ti portano indietro nel tempo, agli anni dolci della fanciullezza. Un’esperienza che ha il gusto del cioccolato caldo e il profumo del vin brulé… da provare con tutti i sensi!

La magia del Natale in Trentino

le luci calde che addobbano i centri storici

Con gli occhi

Potrai veder scintillare le luci calde che addobbano i centri storici, anche quelli più piccoli, dove le vie si fanno strette e i muri delle case si inspessiscono per trattenere meglio il calore: potrai stupirti scoprendo scorci insoliti e piccole piazze allestite con cura per l’avvicinarsi del Natale.

E che dire degli abeti vestiti a festa? Non c’è paese che non ne abbia almeno uno, grande, che di solito svetta nella piazza maggiore. E oltre a questi, ci sono tanti altri abeti che puoi vedere in Trentino, da cercare nei boschi, magari sotto il manto bianco della neve precoce.

Gli abeti bianchi, che vengono chiamati così per il colore della faccia inferiore dei loro aghi, si alternano a quelli rossi. In alcuni casi questi sono speciali, perché sono detti di risonanza, come quelli della Valle di Fiemme, pregiati per il loro legno particolarmente vibrante, ottimo per produrre le casse armoniche dei più preziosi strumenti musicali. E nei prati, oltre il bosco, là dove ancora non c’è troppa neve, potresti scorgere i candidi petali della rosa di natale, che inizia a fiorire con il freddo dicembrino.

La magia del Natale in Trentino

il profumo speziato del vin brulé che ribolle nelle piazze

Con il naso

Il profumo dei dolci stuzzica le narici fin dall’inizio dell’avvento perché un po’ dappertutto si impastano le tipiche delizie del Natale. Oltre ai panettoni e ai pandori, insuperabili classici italiani, qui la tradizione vuole che si preparino i biscotti e gli Zelten: ricche torte secche, molto sostanziose, che possono conservarsi piuttosto a lungo. E che dire del profumo speziato del vin brulé che ribolle nelle piazze e che inebria l’aria? Un sorso è d’obbligo per scacciare il freddo, ma rigorosamente riservato ai più grandi.

Con il naso puoi sentire un altro ingrediente tipico di questa stagione, che è l’odore dell’inverno. Ebbene sì, questa è un’abilità un po’ speciale di chi vive in montagna e sa riconoscere, pur magari senza saperlo spiegare bene a parole, il freddo a partire dal profumo. Per chi è esperto, questo è uno dei segni che preannunciano l’arrivo imminente della neve. E cosa c’è di più incantevole di una nevica soffice la vigilia di Natale? Prova anche tu ad allenare il tuo fiuto!

La magia del Natale in Trentino

la cioccolata calda...fa sorridere, soprattutto quando ci si ritrova tutti baffuti a fine merenda 

Con le papille gustative

Se abbiamo già detto dei dolci e del brulé aromatico, non possiamo di certo dimenticarci della cioccolata calda che è un ingrediente immancabile di ogni inizio inverno che si rispetti! Può esser densa o liquida, in base ai gusti personali, di certo fragrante e profumata di cacao e latte, meglio se quello grasso delle mucche che hanno pascolato libere l’estate in alpeggio. Dal primo all’ultimo cucchiaio, è una delizia che riscalda il corpo e anche l’animo, e che fa sorridere, soprattutto quando ci si ritrova tutti baffuti a fine merenda.

Per chi non è appassionato di dolci può sempre optare per una tazza di buon brodo, magari corretta con un piccolo goccio di vino rosso, così come facevano i nostri nonni, prima di uscire per andare in montagna a fare la legna. Un sapore sapido, deciso, che porta con sé le lunghe ore di cottura e i racconti del focolare.

La magia del Natale in Trentino

il legno nodoso e ruvido della corteccia degli abeti

Con il tatto 

Il Natale va vissuto anche col tatto. Passa attraverso la lana dei calzetti grossi, che si custodiscono nel cassetto per indossarli proprio in questi giorni più freddi, magari in montagna: che bello riscoprirne il calore! Ricorda però che è bene lasciare un po’ di gioco per il piede dentro gli scarponi, così la circolazione funzionerà meglio, si produrrà meno condensa e avrai meno freddo.  Altrimenti puoi cercare di afferrare la natura inconsistente della neve, quella appena scesa, che è perfetta per fare le palle compatte e rotonde, e ancor meglio i pupazzi!

Potrai riscoprire il contatto con il legno che è nodoso e ruvido nella corteccia degli abeti ma levigato e liscio quando lavorato da artigiani e maestri scultori che ne traggono statue per i presepi e opere di unica bellezza. Il Natale poi, lo senti stringendo forte la mano calda di chi ti accompagna per la strada.

La magia del Natale in Trentino

gli scoppiettii dei ciocchi nel focolare, che sprigionano l’energia buona

Con le orecchie

Vale la pena tenerle alte in questo periodo per poter intercettare le canzoni e le musiche che cori e bande, di cui è ricca la nostra tradizione, sanno improvvisare fra le vie dei paesi, spesso accompagnati da gruppi di cantori giovanissimi e un po’ emozionati che partecipano a questi momenti.

E dovrai affinare l’ascolto per riuscire a sentire il silenzio che non è mai muto, appena ci si sposta un po’ fuori dai centri abitanti, nella natura, che l’inverno rende sonnolente ma mai immobile. Ci sono cinguettii ben distinguibili anche in questa stagione, come quelli del fringuello alpino e i secchi acuti delle poiane, ad esempio. E infine, puoi lasciarti coccolare dagli scoppiettii dei ciocchi nel focolare, che sprigionano l’energia buona per fare i sogni migliori, magari avvolti dentro una calda coperta e raggomitolati sul sofà, in un pomeriggio che profuma di neve.

Immergiti con tutti i tuoi sensi in questa dolce atmosfera e riscopri lo stupore e la bellezza delle piccole cose con le persone che ami.
Il Trentino è il luogo giusto per farlo. E ti sta aspettando.

Il meglio degli eventi natalizi?

Il meglio degli eventi natalizi?

Scoprili qui
Pubblicato il 23/09/2020