Passeggiando sulla neve: i migliori itinerari in Trentino

Escursioni per famiglie tra malghe, boschi e pascoli innevati

Bianco luminoso, blu intenso: i colori dominanti di una soleggiata giornata invernale in Trentino. Il momento migliore per scoprire la bellezza di questa stagione, a piedi, con le ciaspole e perché no, con bob e slittino per i più piccoli. Molti itinerari per famiglie hanno come meta malghe e rifugi dove rilassarsi e provare le ricette locali. 

Una coltre candida ricopre i campi, gli abeti e i tetti dei masi, traccia i contorni di un paesaggio incantato, completamente trasformato dall’inverno: un richiamo irresistibile per chi ama camminare sulla neve, respirare l’aria pura e frizzante, passeggiare senza fretta alla scoperta del territorio. Il Trentino è ricco di itinerari semplici, adatti alle famiglie, che alternano ampi tratti soleggiati a romantici sentieri nel bosco, dove inoltrarsi alla ricerca delle impronte degli animali. E per riscaldarsi davanti a una cioccolata calda o un’ottima polenta, basta fare tappa in rifugio. 

Pioverna Alta: ciaspolata sull’Alpe Cimbra

Un percorso un po’ più impegnativo, adatto a famiglie con bambini grandicelli, ma con un grande premio finale: un suggestivo panorama. Si parte da Passo Coe, si segue il sentiero n.26 fino alla Bocca di Val Orsara, si sale a Pioverna Alta e infine alla malga, da dove si ammirano le vette circostanti. 

Sul “Sentiero delle Leggende” in Val di Fassa

Ciaspole o scarponi? A voi la scelta. Il famoso “Sentiero delle leggende”, in inverno, è perfetto per entrambi. Si parte dal Ciampedìe, in Val di Fassa, che si raggiunge facilmente con la funivia da Vigo, e da lì si cammina per raggiungere il Rifugio Gardeccia, perfetto per una sosta golosa. 

Paganella: incontri inattesi nel Parco dell’Adamello Brenta 

Scoiattoli, caprioli, cervi: sono molti gli animali in cui ci su può imbattere camminando verso il rifugio Casina Bruniol, o proseguendo fino al rifugio La Montanara, un po’ più impegnativo, nel Parco Naturale Adamello Brenta. Nel giardino della Montanara i bimbi possono trovare una piccola teleferica e un’altalena. 

Val di Fiemme: Malga Ora, una finestra sulle Dolomiti

In Val di Fiemme, al confine tra il Trentino e l’Alto Adige si trova il sentiero che da Passo Lavazé conduce a Malga Ora, punto di ristoro tipico: un semplice ma affascinante percorso tra gli abeti rossi, dominato dalla vista costante delle Dolomiti, lo Sciliar, il Catinaccio, il Latemar. 

Val di Sole: direzione Monte Spolverino

In Val di Sole, appena un’ora di cammino regala una vista mozzafiato sulle Dolomiti del Brenta, l’Adamello – Presanella e Ortles-Cevedale. Il percorso da Folgarida al Monte Spolverino è alla portata di tutti, e si conclude nel migliore dei modi con le ricette dei rifugi Solander o Val Mastellina. 

Madonna di Campiglio: Vaglianella, un anello nel bosco

Un facile giro ad anello che si snoda tra i pascoli innevati e i boschi nel Parco Naturale Adamello Brenta: dal centro del fondo di Dimaro si sale verso la Malga Mondifrà e da lì alla Malga VIglianella, la meta finale, dove gustare una meritata merenda o un pranzo al sacco immersi nella natura.