Appuntamento con la cultura

Le mostre e gli appuntamenti culturali top da giugno a settembre

ESTATE 2020 – La bellezza ha tante forme: è nel profilo delle Dolomiti, nel profumo degli abeti, nel canto di un ruscello, o puoi trovarla passeggiando in un museo e tra le mura di un castello, dove ogni sala ti racconta una storia, tra opere d’arte e tracce del passato.

L’offerta culturale del Trentino quest’estate è ricca di appuntamenti: dalle mostre imperdibili dei grandi musei di Trento e Rovereto, agli appuntamenti diffusi sul territorio, dove a farla da padrone sono i castelli e gli eventi en plein air.

Seguici in questo viaggio nel Trentino, sulle tracce degli appuntamenti culturali tra città, valli e montagne.

Cosa vedere a Trento con i bambini, Muse Museo delle Scienze

Al Muse la mostra "Cosmo Cartoons"

Mostre a Trento

Come ogni anno, Trento è tra le realtà più vivaci per quanto riguarda l’offerta culturale, grazie a tanti musei di ottimo livello che puoi trovare in città.

 

Le mostre del Muse

Al Muse, l’innovativo Museo di Scienze Naturali, di fama internazionale, puoi vedere, oltre al museo, ben due mostre temporanee.

La mostra principale è "Cosmo Cartoons. L'esplorazione dell'Universo tra scienza e cultura pop", un viaggio sospeso tra arte e scienza alla scoperta di missioni spaziali e di fantascientifici sogni ad occhi aperti. Oggi più attuale che mai, visto che il lancio della navetta "Crew Dragon" della compagnia "SpaceX" fondata da Elon Musk, sembra aver aperto ad una nuova corsa allo spazio.

L’altra mostra, dal titolo "Manimali/Handimals" è più “artistica”, in quanto protagonisti sono i dipinti a olio e le grandi foto dell’artista e body painter Guido Daniele, i cui soggetti sono animali dipinti sulle mani. Questa mostra è aperta dal 19 giugno all’11 ottobre.

Sempre organizzate dal Muse, ma ospitate in sedi diverse, ci sono altre due mostre:

La prima è ospitata al Palazzo delle Albere, una bellissima dimora rinascimentale, di fianco al museo. Il nome della mostra è A collection for beyond the plastic, e consiste in una collezione di 10 + 1 arazzi del maestro tessitore Giovanni Bonotto, realizzati a partire da resistenti filati ottenuti dalla lavorazione della plastica riciclata.

La seconda mostra invece è a poca distanza al Giardino Botanico Alpino delle Viote, sul monte Bondone di Trento. Si tratta di una mostra fotografica, dal titolo Milimani. Biodiversità in quota tra il Tropico del Cancro e del Capricorno.

Mostre ed eventi dell’estate

L'arte contemporanea protagonista alla Galleria Civica 

Le mostre nel centro storico

Restando in città, in piazza Duomo, puoi visitare gratuitamente la mostra "Il museo della Quarantena", organizzata dal Museo Diocesano Tridentino per raccontare gli ultimi mesi attraverso il racconto delle persone. Nelle sale del Museo invece, è stata prorogata fino a settembre "L’invenzione del colpevole. Il caso di Simonino da Trento", una mostra tra arte e storia che racconta una delle pagine più oscure dell’antisemitismo, basata su quella che si potrebbe definire una “fake news” del passato.

A pochi passi da piazza Duomo, in via Belenzani, la Galleria Civica di Trento ospita la mostra di arte contemporanea "Ciò che vedo. Nuova figurazione in Italia". Protagonisti quattordici artisti italiani, che con una pittura realista o iper realista, esplorano con toni ironici, sensuali e dissacranti il contemporaneo.

 

Le mostre de Le Gallerie

Lo spazio espositivo de Le Gallerie, a circa quindici minuti di passeggiata dal centro di Trento, ospita ben 4 mostre, come, ad esempio la mostra fotografica di Alessio Franconi: "Si combatteva qui! Alpi, teatri di battaglie 1940 – 1945": 70 scatti che ripercorrono paesaggi mozzafiato, luoghi abbandonati in posti tanto incredibili quanto inaccessibili, dove si sono combattute le battaglie dimenticate della Seconda Guerra Mondiale.

Inoltre quest’estate saranno visitabili anche le mostre "Usavamo la cinepresa. Storie in formato ridotto", "Chiara Lubich, città, mondo" e "Fake! Fallimenti e inganni della visione umana", un percorso inedito per approfondire le frontiere della visione umana e scoprire che molto di quello che vediamo e pensiamo essere oggettivo non lo è per nulla. La mostra, fino al 5 luglio è aperta il sabato e la domenica, dalle 10 alle 18.

Mostre ed eventi dell’estate

Ricca di appuntamenti l'estate del Mart

Mostre a Rovereto

Scrigno di cultura, a due passi da Trento, Rovereto è sempre in prima fila per quanto riguarda l’offerta culturale.

 

Le mostre del Mart

Il Mart, il grande museo di arte moderna e contemporanea, per l’estate ha in programma 3 mostre: la prima, è la mostra "Italo Zannier fotografo innocente", un omaggio alla lunga e affascinante carriera del fotografo e storico dell'arte. La seconda, "I diari di Angela. Noi due cineasti. Capitolo secondo", è dedicata all’ultima creazione degli artisti Yervant Gianikian (1942) e Angela Ricci Lucchi (1942-2018), vincitori nel 2015 del Leone d’Oro alla Biennale d’Arte di Venezia. Dal 26 giugno invece la grande mostra dedicata a Carlo Benvenuto, con una selezione di circa 50 lavori, tra opere fotografiche, sculture e dipinti.

 

Le altre mostre a Rovereto

Di tutt’altro genere la mostra al Museo Civico di Rovereto, dal titolo "Ci vuole un fiore. La flora del Trentino: ieri, oggi, domani". Un viaggio alla scoperta dei principali ecosistemi vegetali partendo dalle città fino alle vette dolomitiche.

Mentre al Museo Storico Italiano della Guerra, presso il Castello di Rovereto, puoi visitare "Iraq: una ferita aperta. Una mostra fotografica di Giles Duley per Emergency", che racconta cosa è successo a Mosul nel 2017, in quella che è considerata la più grande battaglia urbana dalla Seconda guerra mondiale.

 

La mostra a Castel Beseno

La più grande fortezza del Trentino, a circa quindici minuti di auto da Rovereto, quest’estate ospita la mostra fotografica di Mandy Barker della serie "Not in my planet". In mostra a Castel Beseno, dal 3 luglio, una serie di scatti visivamente bellissimi che poi, visti da vicino, rivelano la loro origine: si tratta di rifiuti plastici raccolti dall’autrice nelle spiagge e negli oceani di tutto il mondo, e testimoniano l’invasione delle plastiche nella nostra civiltà.

Mostre ed eventi dell’estate

Fiabe e leggende  al Museo degli Usi e Costumi

Appuntamenti tra arte e cultura in tutto il Trentino

Mostre nel giardino di castelli rinascimentali, appuntamenti all’aperto, nell’abbraccio delle montagne o musei che raccontano storie di fate e gnomi: ecco le altre proposte del Trentino.


Piana Rotaliana

A circa venti minuti di auto da Trento, il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina accoglie nelle sue sale l’iniziativa "La montagna delle leggende". In ognuna delle 42 sale del museo, il visitatore potrà rivivere i racconti legati al mondo fantastico che popola boschi, fiumi, laghi che caratterizzano il paesaggio del Trentino. Un viaggio tra uomini selvatici, anguane, gnomi, fate delle acque e misteriosi animali, protagonisti delle leggende della tradizione.

 

Lago di Garda

Sulle sponde del lago di Garda, nel paese di Riva del Garda, il MAG (Museo dell’Alto Garda) ti accoglie con tre mostre: "Il sacro e il quotidiano. Il villaggio tardo antico a San Marino ai Campi", "Fermoimmagini. L’evoluzione della Gardesana occidentale da 22 a 2 ruote" e "Riccardo Schweizer. Tempesta sul Lago".

L’appuntamento con la letteratura invece è a settembre con il festival Intermittenze, che per 4 giorni trasformerà Riva del Garda in una città del libro, che permetterà ai lettori di incontrare i propri autori preferiti anche in piazza o al bar.

A poca distanza dal lago di Garda, il piccolo borgo di Canale di Tenno, tra i più belli d’Italia, ospita nella sua Casa degli Artisti Giacomo Vittone la mostra "Una casa, molteplici sguardi". È il racconto, attraverso dipinti e sculture, di come 50 anni fa questo meraviglioso borgo medievale fosse diventato punto di riferimento di artisti da tutta Italia.

Mostre ed eventi dell’estate

A Castel Caldes le grafiche di Rembrandt

Val di Sole

Castel Caldes, fortezza alle porte della Val di Sole, quest’estate ospita dal 21 luglio le incisioni del grande Rembrandt, maestro del periodo d’oro dell’arte olandese e tra i più grandi artisti europei del XVII secolo. In mostra circa cinquanta incisioni dell'artista olandese, insieme alle stampe di altri artisti, come Antonio Tempesta, Giovan Battista Castiglione detto il Grechetto, Jacob Jordaens e Rubens, a coprire un arco temporale che va dal XV alla metà del XIX secolo.

 

Val di Fiemme

Interessante e originale l’iniziativa del parco artistico RespirArt, a Pampeago, dal nome Picnic ad’arte. Puoi prenotare un cesto da picnic, ispirato ad un grande artista, come Caravaggio, Modigliani, Arcimboldo ecc. e mangiarlo seduto su una delle 15 panchine artistiche, posizionate tre le opere di land art di questo parco artistico, nel cuore delle Dolomiti.

Sempre in val di Fiemme, il Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo, ospita ben due mostre, organizzate dal Muse. La prima è "Fiés, quando la geologia diventa arte", una personale dell'artista Irene Trotter che, in collaborazione con il fotografo Alessandro Antico, espone suggestivi collage realizzati con la pietra recuperata dalla frana del 1924 (aperta dal 21 giugno). La seconda, aperta dal 31 luglio, ci porta sui “Ghiacciai”, per raccontare, tra scienza, storia e mito, uno dei luoghi più estremi dell’ambiente alpino.

 

Valsugana

L’appuntamento è tra le mura di Castel Pergine, nel comune di Pergine Valsugana. Protagoniste le sculture in bronzo dello scultore di fama europea Lois Anvidalfarei, nella mostra "Viandanti". Opere d’arte imponenti in dialogo con il paesaggio, che indagano e invitano a riflettere sulla fragile condizione umana.

Valle dell'Adige - Trento - Muse - Struttura

continua il  tuo viaggio

se ami la cultura
Pubblicato il 07/07/2020