PERCORSO CICLOPEDONALE DEL PRIMIERO

Un tracciato che collega tutti i comuni del Primiero, al cospetto delle Pale di San Martino

Fiera di Primiero, panorama © 2015 Flavio Faganello

Lunghezza

Questa pista si sviluppa lungo circa 11 km e collega Masi di Imèr a Tonadico, Transacqua, Siròr e Fiera di Primiero. Da Fiera il percorso crea un anello, che si chiude nello stesso centro primierotto.

Dislivello

Non è un percorso impegnativo, i dislivelli in salita sono contenuti tra i 160 metri in direzione nord e i 70 metri in direzione sud.

Servizi

Questa pista riesce a collegare, in un ambiente orograficamente assai vario, tutti i comuni del Primiero, valorizzandone le strutture ricettive, sportive e di servizio. Un percorso che si presta a molteplici usi, il più importante dei quali è la fruizione da parte della popolazione locale, che si muove tra la casa, la scuola e il lavoro. A Siror si trova anche un bicigrill.

Percorso

Il percorso ciclopedonale presenta un facile tracciato, che corre sul fondovalle lungo il corso dei torrenti Cismon e Canali. La pista inizia nei pressi della frazione Masi di Imèr, poi risale il corso del torrente Cismon verso la selvaggia gola della Val Noana. In prossimità della piccola frazione di Oltra una vasta area attrezzata permette di fermarsi per dare uno sguardo al panorama. La pista riprende in direzione dell’abitato di Transacqua. Si passa sul ponte dal quale si gode dello splendido panorama delle Pale di San Martino e il Cimon della Pala e si entra nel paese di Fiera di Primiero. Qui il percorso diventa un anello di 4,5 km percorribile nelle due direzioni, una verso Siror, l’altra verso Tonadico.

Per gli appassionati di mountain bike, in località Siror una stradina continua lungo il Cismon fino alla centrale di Civertaghe. Al di là del parco una breve ma ripida salita permette di portarsi verso la parte alta del Borgo di Siròr (da non perdere una visita alla chiesa di S. Andrea) e percorrere una panoramica stradina che conduce a Tonadico. Sulla sinistra incontriamo la chiesetta di San Vittore con alle spalle i ruderi di Castel San Pietro, che si stagliano al centro della Val Canali.

Punti d’interesse

La Valle del Primiero è la meta ideale per chi vuole rigenerarsi e ritrovare l’equilibrio e il contatto con la natura. Imèr, Mezzano, Fiera di Primiero, Transacqua e Tonadico sono piccoli paesi di montagna, ma ricchi di storia e di tracce antiche, che si ritrovano nelle numerose chiese, nelle case e nei palazzi. Molte testimonianze riportano alla storia della valle, quando questa era un centro minerario di notevole importanza con giacimenti di ferro, argento e rame e richiamava lavoratori dalle regioni vicine e dal Tirolo. Inoltre il caratteristico paese di Mezzano è stato recentemente inserito nell'esclusivo club dei “Borghi più belli d'Italia”.

Nel cuore della Val Canali, poco distante dal piccolo lago artificiale omonimo, si trova l’ottocentesca Villa Welsperg, sede del Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino. Dalla Val Canali un sentiero nel bosco conduce in pochi minuti ai piedi della rupe dove si ergono i ruderi di Castel Pietra a Tonadico. Unico maniero presente in Primiero è arroccato sulla roccia e circondato da un fitto bosco. Il castello, privato, rimane comunque inaccessibile.

Agli amanti della mountain bike la Valle del Primiero mette a disposizione un’ampia proposta di itinerari.