Per il Trentino la sicurezza è al primo posto

In questa sezione potrai approfondire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari.

Maisky incanta il pubblico con le Suites di Bach

Oggi al rifugio Rosetta “G. Pedrotti” sull’Altopiano delle Pale. Il maestro lettone, uno dei massimi interpreti del grande compositore tedesco, si è esibito davanti a centinaia di appassionati di ogni età che hanno seguito in silenzio i sette movimenti della Terza e della Quinta Suite per violoncello

L'evento proposto quest'oggi sulle Pale di San Martino per il festival I Suoni delle Dolomiti è stato un grande concerto di musica classica, con un interprete di caratura mondiale come Mischa Maisky. Eppure per dare conto di quello che è accaduto si deve parlare anche di altro. Anzitutto delle rocce delle Pale di San Martino che, pensando a Buzzati, passavano da una presenza reale e materica ad una sfuggente e fatta della stessa materia dei sogni e delle nubi. Impressionante l'onda pietrificata alla spalle della location scelta per l'esibizione che ha richiamato alla memoria l'immagine di un oceano primordiale fermato come in un fotogramma scattato milioni di anni fa.

Bisogna parlare anche delle centinaia di appassionati di ogni età saliti ai duemila e cinquecento metri del rifugio Rosetta "G. Pedrotti" e anche dei giovani e giovanissimi che prima e dopo il concerto si sono avvicinati al maestro lettone con il proprio spartito di Bach da farsi autografare.

Una ghiotta occasione per tutti, perché Maisky è, assieme a Mario Brunello, uno dei massimi esperti sul grande compositore tedesco. E le attese non sono state certo deluse con il violoncellista che si è cimentato con due delle Suite di Johann Sebastian Bach: la terza e la quinta.
Maisky l'aveva già dichiarato "Bach è perfetto per un evento del genere. La sua musica si adatta ad ogni contesto ambientale", ma probabilmente non si aspettava di ritrovarsi tra immense architetture di pietra e la sua espressione stupita e ammirata è stata più loquace di un intero discorso. Poi è arrivato il tempo della musica con i sette movimenti delle due Suite, seguite in grande silenzio e attentamente da tutti i presenti. E se c'è una cosa che la musica di Bach riesce a trasmettere a chiunque si trovi ad ascoltarla nei pressi delle vette è la sua capacità di farsi tutt'una con le mille altezze e profondità, le conche, le vallette e le pareti verticali. Probabilmente molti dei presenti porteranno con sé oltre al ricordo della musica anche quello della chioma bianca e fluente del maestro, la sua aria concentrata, l'immagine dell'archetto che si muove veloce.

Ma forse, tornati a valle, penseranno anche alle nubi basse e leggere che volavano velocemente tra le cime e l'altopiano petroso seguendone la morfologia. Proprio loro così sfuggenti eppure capaci di percorrere ogni cosa sono l'immagine delle tante variazioni della musica eseguita da Maisky con i passaggi pensosi e i ritmi che poi irrompevano sulle corde, i tratti più ardui che poi si facevano leggeri, la danza che si contrapponeva alla pace e una tensione continua che parla dell'uomo, del suo cercare e del suo sentirsi uno col mondo.
Gli applausi sono stati davvero molti tanto che il maestro ha voluto regalare un altro preludio - sempre di Bach - a tutto il pubblico.

Le immagini video del concerto saranno disponibili in serata sulla piattaforma www.broadcaster.it



Vedi anche ...

204 risultati

AD UN MESE DALL’ANTEPRIMA DEI SUONI DELLE DOLOMITI

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival...

I SUONI DELLE DOLOMITI, LA MUSICA A CONTATTO CON LA MONTAGNA

Un mese di appuntamenti ambientati negli scenari più affascinanti...

RIPARTE DAL TRENTINO LA MUSICA DAL VIVO

A Nogaredo (Tn) il primo concerto “super-acustico”, con una...

PORTE APERTE E MOLTE NOVITÀ NEI MUSEI DEL TRENTINO

Si torna a riscoprire la bellezza dell’arte in tutte le sue...

LA PIÙ ANTICA RASSEGNA AL MONDO DI CINEMA E CULTURE DI MONTAGNA

Trento Film Festival: montagne e culture, dal 1952 è un laboratorio...

Valle dell'Adige - Trento - Muse - Orto

AL MUSE E AL MART NUOVE INIZIATIVE IN STREAMING

Nei principali Musei sul territorio sono riprese le attività “a...

CARAVAGGIO. IL CONTEMPORANEO

Da un’idea di Vittorio Sgarbi - "L’arte contemporanea è in...

Il Festival dello Sport organizzato da La Gazzetta dello Sport e...

WE ARE THE CHAMPIONS, 9|10|11 ottobre 2020 - Presentato oggi il...

AD UN MESE DALL’ANTEPRIMA DEI SUONI DELLE DOLOMITI

mar, 15.06.2021

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival trentino di musica in quota. Partendo dalle “Quattro stagioni” di Vivaldi una...

Leggi tutto ...

I SUONI DELLE DOLOMITI, LA MUSICA A CONTATTO CON LA MONTAGNA

mer, 19.05.2021

Un mese di appuntamenti ambientati negli scenari più affascinanti delle Dolomiti trentine, raggiunti a piedi dal pubblico e dai musicisti che poi,...

Leggi tutto ...

RIPARTE DAL TRENTINO LA MUSICA DAL VIVO

lun, 17.05.2021

A Nogaredo (Tn) il primo concerto “super-acustico”, con una modalità di ascolto naturale e unica al mondo dove il pubblico, in numero limitato...

Leggi tutto ...

PORTE APERTE E MOLTE NOVITÀ NEI MUSEI DEL TRENTINO

gio, 06.05.2021

Si torna a riscoprire la bellezza dell’arte in tutte le sue espressioni con una ricca proposta di mostre e attività nei principali musei, a...

Leggi tutto ...

LA PIÙ ANTICA RASSEGNA AL MONDO DI CINEMA E CULTURE DI MONTAGNA

mar, 13.04.2021

Trento Film Festival: montagne e culture, dal 1952 è un laboratorio sulle terre alte, sempre pronto ad esplorare i cambiamenti nel modo di...

Leggi tutto ...
Valle dell'Adige - Trento - Muse - Orto

AL MUSE E AL MART NUOVE INIZIATIVE IN STREAMING

ven, 19.02.2021

Nei principali Musei sul territorio sono riprese le attività “a distanza”. Portale dedicato alla mostra “Tree Time” e nuovi approfondimenti...

Leggi tutto ...

CARAVAGGIO. IL CONTEMPORANEO

gio, 24.09.2020

Da un’idea di Vittorio Sgarbi - "L’arte contemporanea è in divenire, quindi non ce n’è una, non ce n’è un aspetto soltanto. Il...

Leggi tutto ...

Il Festival dello Sport organizzato da La Gazzetta dello Sport e...

mar, 22.09.2020

WE ARE THE CHAMPIONS, 9|10|11 ottobre 2020 - Presentato oggi il palinsesto con oltre 60 eventi e più di 100 grandi ospiti Tutto il programma in...

Leggi tutto ...

Cultura