Per il Trentino la sicurezza è al primo posto

In questa sezione potrai approfondire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari.

In duemila per l'Alba de I Suoni delle Dolomiti

A Pra Castron di Flavona un concerto aI sorgere del sole conclude una settimana di eventi, un festival nel festival che ha visto protagonisti i musicisti della Kremerata Baltica e Mario Brunello  

Non poteva finire meglio la Campiglio Special Week, progetto nuovo proposto all'interno de I Suoni delle Dolomiti, con l'Alba che ha richiamato ai quasi 2500 metri di quota di Pra Castron di Flavona sulle Dolomiti di Brenta circa 2000 persone.

Quello che è stato una sorta di “festival nel festival” e che nelle parole di Mario Brunello – protagonista di questi giorni assieme all'orchestra della Kremerata Baltica – “ha voluto incrociare chi calca i sentieri così come chi invece rimane a valle, è stato un crescendo continuo giorno dopo giorno”.

Sono state toccate cime così come chiese e luoghi da concerto, sempre con programmi nuovi resi possibili dalla straordinaria bravura e professionalità della Kremerata Baltica e di Mario Brunello.

Il sodalizio tra il violoncellista montanaro e i membri dell'orchestra creata da Gidon Kremer e punto d'incontro per i migliori talenti dell'area baltica, è andato in scena anche oggi in uno scenario in cui le rocce dolomitiche sono ricoperte di verdi pascoli d'alta quota. Lì nella conca naturale di un Brenta sconosciuto ai più – e che bella scoperta per tutti – Brunello ha condotto il concerto talvolta suonando, talvolta indossando i panni del direttore d'orchestra. In un paesaggio ondulato, ma pur sempre segnato dalla verticalità, l'apertura del concerto è stata affidata alla musica di Johann Sebastian Bach capace di esplorare altezze e profondità dell'animo e di rendere anche in musica il paesaggio dolomitico con un Corale - ”Ich ruf zu dir...” - che è anche invocazione religiosa, eseguito da violoncello e archi.

Ancora Bach, questa volta un "Adagio" dal concerto per due violini, ha segnato una prima parte di esibizione dedicata alla contemplazione mentre l'energia e il calore sono arrivati con l'elegante leggerezza di Mozart e il suo "Divertimento" (KV 138 F-Dur), brano che lo stesso compositore salisburghese aveva pensato anche per essere proposto all'aperto.

E mentre il sole cominciava a illuminare le cime e i dossi erbosi, mentre il silenzio era massimo per non perdere nulla di un concerto completamente acustico, è parso chiaro l'andamento di quest'alba: in parte meditazione, in parte stupore, in parte mistero da tenere caro, in parte festa e soprattutto vita fatta di verità cercate e accennate e spesso inarrivabili come nel bellissimo “Louange à l'immortalité de Jésus” di Olivier Messiaen o nel magnetico “Trysting Fields” o nel commovente “Sheep and Tides” entrambi di Michael Nyman e scritti per il film di Peter Greenaway “Giochi nell'acqua”.

Tchaikowsky ha infine riportato il sole che si incontra con la terra - come di fatto accade a ogni alba - nella sua festosa serenata in quattro movimenti.

Tanti gli applausi e perfino il canto di tutti quando a concerto concluso la Kremerata Baltica e Mario Brunello hanno regalato come bis una canzone di montagna: "La montanara".

Le immagini del concerto sono disponibili su https://visittrentino.broadcaster.it



Vedi anche ...

456 risultati

L’ATTIMO VINCENTE

Il Festival dello Sport torna a Trento dal 7 al 10 ottobre 2021. Un...

A TRENTO A SETTEMBRE ARRIVANO I CAMPIONI

Dall’8 al 12 settembre 2021 andrà in scena la massima rassegna...

MTB E CICLOCROSS: LA VAL DI SOLE È IL REGNO DEL FUORISTRADA

La Val di Sole e il Trentino sempre più centri nevralgici del...

I SUONI CELEBRANO “UNA NUOVA STAGIONE”

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival...

SULL’ALPE CIMBRA LE STELLE DELLA GINNASTICA RITMICA

Alla vigilia della trasferta olimpica, Folgaria ospita per il secondo...

CATULLO, LA PORTA DI ACCESSO ALLE DOLOMITI TRENTINE

Grandi pannelli e vetrofanie con le immagini dei boschi, dei laghi e...

MONTAGNE APERTE PER FERIE

Dal 20 giugno porte aperte nella maggior parte dei 146 rifugi...

AD UN MESE DALL’ANTEPRIMA DEI SUONI DELLE DOLOMITI

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival...

L’ATTIMO VINCENTE

lun, 19.07.2021

Il Festival dello Sport torna a Trento dal 7 al 10 ottobre 2021. Un appuntamento nazionale e internazionale dedicato allo sport e ai suoi campioni

Leggi tutto ...

A TRENTO A SETTEMBRE ARRIVANO I CAMPIONI

lun, 12.07.2021

Dall’8 al 12 settembre 2021 andrà in scena la massima rassegna continentale su strada in Trentino, che interesserà la città di Trento e le aree...

Leggi tutto ...

MTB E CICLOCROSS: LA VAL DI SOLE È IL REGNO DEL FUORISTRADA

lun, 12.07.2021

La Val di Sole e il Trentino sempre più centri nevralgici del movimento off-road a livello globale. Dal 25 al 29 agosto un’edizione da record dei...

Leggi tutto ...

I SUONI CELEBRANO “UNA NUOVA STAGIONE”

mer, 07.07.2021

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival trentino di musica in quota a Passo di Lavazè il 15 luglio. Partendo dalle...

Leggi tutto ...

SULL’ALPE CIMBRA LE STELLE DELLA GINNASTICA RITMICA

mer, 30.06.2021

Alla vigilia della trasferta olimpica, Folgaria ospita per il secondo anno i Campionati italiani assoluti di Ginnastica Ritmica e i Campionati...

Leggi tutto ...

CATULLO, LA PORTA DI ACCESSO ALLE DOLOMITI TRENTINE

mar, 29.06.2021

Grandi pannelli e vetrofanie con le immagini dei boschi, dei laghi e delle montagne trentine, a cominciare dalle Dolomiti, accoglieranno i passeggeri...

Leggi tutto ...

MONTAGNE APERTE PER FERIE

mar, 15.06.2021

Dal 20 giugno porte aperte nella maggior parte dei 146 rifugi trentini. Nel Gruppo del Sella riapre dopo tre anni di lavori il rifugio Boè, dove le...

Leggi tutto ...

AD UN MESE DALL’ANTEPRIMA DEI SUONI DELLE DOLOMITI

mar, 15.06.2021

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival trentino di musica in quota. Partendo dalle “Quattro stagioni” di Vivaldi una...

Leggi tutto ...

Cultura