Per il Trentino la sicurezza è al primo posto

In questa sezione potrai approfondire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari.

D'Andrea e Bennink, viaggio nell'universo del jazz

Con il progetto “Traditions Today” dedicato al jazz tradizionale, il pianista meranese, magnificamente affiancato da Daniele D'Agaro al clarinetto e da Mauro Ottolini al trombone, nel concerto odierno a Passo Lavazè ha ripreso e reinterpretato sonorità famigliari all’orecchio del numeroso pubblico, lasciando spazio alle improvvisazioni alla batteria di un istrionico Han Bennink

Un cielo chiarissimo in un'aria cristallina. Una di quelle giornate in cui l'occhio può correre lontano. E a giudicare dal concerto de I suoni delle Dolomiti, ascoltato oggi, anche l'orecchio. A Passo Lavazé, si sono dati appuntamento due musicisti che hanno fatto - non è esagerato pensarlo - un pezzo della storia del jazz moderno. Sono Franco D'Andrea e Han Bennink, che in due sommano circa 150 anni di vita e oltre un secolo di musica.

Ad ascoltarli non si direbbe tanta e tale è l'energia e la curiosità che li anima. Diversissimi tra loro sin dal modo di vestirsi e porsi sul "palcoscenico" se così si può definire l'allestimento su prato del festival I Suoni delle Dolomiti. Franco D'Andrea in camicia a maniche lunghe e Han Bennink in pantaloni corti e maglietta che - si capisce ben presto - non vede l'ora di sfilarsi di dosso. Uno tutt’uno col pianoforte che quando si alza per gli applausi fa avanzare sempre i compagni di avventura e si ritrae quasi a nascondersi nuovamente dentro le note che ha appena suonato o sta già pensando di suonare. L'altro è improvvisazione, ritmo, interazione sempre pronto a gettarsi su un oggetto per capire il suono che può emettere e a interagire col pubblico persino con la voce.

Entrambi però uniti da un medesimo approccio rigoroso, sofisticato e raffinato all'universo jazz. E qui - affiancati splendidamente da Daniele D'Agaro al clarinetto e da Mauro Ottolini al Trombone - ecco l'altro grande protagonista del concerto di oggi, "l'universo del jazz". Sì perché D'Andrea e compagni si sono lanciati in un autentico viaggio nel tempo. Non per suonare qualcosa di conosciuto, ma per dimostrare ancora una volta quanto non si finisca mai di riprendere e reinventare, di pensare che il già detto si possa ridire, ma in modo diverso e nuovo.

Così l'orecchio del numeroso pubblico si è accorto di sonorità ed atmosfere famigliari che però sono state riprese e reinterpretate in modo nuovo, rese vitali e diverse. Una lezione per chi pensa che sia già stato tutto scritto e suonato e l'unica cosa percorribile sia invece l'utilizzo di diversi supporti. Il titolo del concerto di oggi era già da solo una dichiarazione d'intenti, questo "Traditions Today" che il pianista meranese ha dedicato al jazz tradizionale, alle formazioni degli esordi di questa musica del Novecento, alle bande che ha voluto sintetizzare in un quartetto particolare fatto di pianoforte, clarinetto, trombone e batteria. Travolgente e sospeso allo stesso tempo, malinconico ed esuberante, ritmico e pensoso, il programma si è mosso tra poliritmie, riff, ispirazioni ellingtoniane e brani come "I got Rhythm" scritto da George e Ira Gershwin adattato da Franco D'Andrea, "Naima" di John Coltrane, "I've found a new baby" scritta da Jack Palmer e Spencer Williams e ormai diventata uno degli standard più amati o "Undecided" che qualcuno ricorderà cantata da Ella Fitzgerald. Tra questi ed altri anche tanta improvvisazione e gli assoli di Bennink che ha usato bocca, terreno e sedia per lanciarsi nelle sue istrioniche performance sonore. Per tutti tantissimi applausi e un bis chiesto a gran voce, immancabilmente arrivato con "Strawberry" di Gershwin.

Le immagini video del concerto saranno disponibili in serata sulla piattaforma www.broadcaster.it



Vedi anche ...

206 risultati

I SUONI CELEBRANO “UNA NUOVA STAGIONE”

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival...

CATULLO, LA PORTA DI ACCESSO ALLE DOLOMITI TRENTINE

Grandi pannelli e vetrofanie con le immagini dei boschi, dei laghi e...

AD UN MESE DALL’ANTEPRIMA DEI SUONI DELLE DOLOMITI

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival...

I SUONI DELLE DOLOMITI, LA MUSICA A CONTATTO CON LA MONTAGNA

Un mese di appuntamenti ambientati negli scenari più affascinanti...

RIPARTE DAL TRENTINO LA MUSICA DAL VIVO

A Nogaredo (Tn) il primo concerto “super-acustico”, con una...

PORTE APERTE E MOLTE NOVITÀ NEI MUSEI DEL TRENTINO

Si torna a riscoprire la bellezza dell’arte in tutte le sue...

LA PIÙ ANTICA RASSEGNA AL MONDO DI CINEMA E CULTURE DI MONTAGNA

Trento Film Festival: montagne e culture, dal 1952 è un laboratorio...

Valle dell'Adige - Trento - Muse - Orto

AL MUSE E AL MART NUOVE INIZIATIVE IN STREAMING

Nei principali Musei sul territorio sono riprese le attività “a...

I SUONI CELEBRANO “UNA NUOVA STAGIONE”

mer, 07.07.2021

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival trentino di musica in quota a Passo di Lavazè il 15 luglio. Partendo dalle...

Leggi tutto ...

CATULLO, LA PORTA DI ACCESSO ALLE DOLOMITI TRENTINE

mar, 29.06.2021

Grandi pannelli e vetrofanie con le immagini dei boschi, dei laghi e delle montagne trentine, a cominciare dalle Dolomiti, accoglieranno i passeggeri...

Leggi tutto ...

AD UN MESE DALL’ANTEPRIMA DEI SUONI DELLE DOLOMITI

mar, 15.06.2021

I Solisti Aquilani e Natalino Balasso alla première del Festival trentino di musica in quota. Partendo dalle “Quattro stagioni” di Vivaldi una...

Leggi tutto ...

I SUONI DELLE DOLOMITI, LA MUSICA A CONTATTO CON LA MONTAGNA

mer, 19.05.2021

Un mese di appuntamenti ambientati negli scenari più affascinanti delle Dolomiti trentine, raggiunti a piedi dal pubblico e dai musicisti che poi,...

Leggi tutto ...

RIPARTE DAL TRENTINO LA MUSICA DAL VIVO

lun, 17.05.2021

A Nogaredo (Tn) il primo concerto “super-acustico”, con una modalità di ascolto naturale e unica al mondo dove il pubblico, in numero limitato...

Leggi tutto ...

PORTE APERTE E MOLTE NOVITÀ NEI MUSEI DEL TRENTINO

gio, 06.05.2021

Si torna a riscoprire la bellezza dell’arte in tutte le sue espressioni con una ricca proposta di mostre e attività nei principali musei, a...

Leggi tutto ...

LA PIÙ ANTICA RASSEGNA AL MONDO DI CINEMA E CULTURE DI MONTAGNA

mar, 13.04.2021

Trento Film Festival: montagne e culture, dal 1952 è un laboratorio sulle terre alte, sempre pronto ad esplorare i cambiamenti nel modo di...

Leggi tutto ...
Valle dell'Adige - Trento - Muse - Orto

AL MUSE E AL MART NUOVE INIZIATIVE IN STREAMING

ven, 19.02.2021

Nei principali Musei sul territorio sono riprese le attività “a distanza”. Portale dedicato alla mostra “Tree Time” e nuovi approfondimenti...

Leggi tutto ...

Cultura