Per il Trentino la sicurezza è al primo posto

In questa sezione potrai approfondire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari.

Anouar Brahem musica che unisce i continenti

Oggi a Passo Sella per I Suoni delle Dolomiti il noto musicista tunisino si è esibito nella splendida cornice tra le cime maestose del Sassolungo, Torri del Sella e Pordoi. Un evento unico reso ancora più speciale dal sodalizio con #Dolomitesvives che ha permesso ai tantissimi spettatori di godere della natura delle Dolomiti senza il traffico automobilistico  

Il sodalizio tra il festival di musica in quota I Suoni delle Dolomiti e #Dolomitesvives, che pone al centro la sostenibilitá nel rapporto tra l'uomo e le Dolomiti, ha preso forma oggi 2 agosto nello splendido concerto di Anouar Brahem a Passo Sella. Accanto al famoso musicista e virtuoso di oud, un combo di grandissimo valore a partire dal compagno di tante avventure Björn Meyer al basso, Klaus Gesing al clarinetto e Khaled Yassie a dabouka e bendir. A fare da corona al numeroso pubblico e ai musicisti alcune delle cime più belle e famose delle Dolomiti come le Torri del Sella, il Gruppo del Sassolungo e il Pordoi.

In uno scenario verde e silenzioso, quasi sospeso nel tempo, la musica di Brahem ha potuto esprimere il meglio di sé con suoni eterei, ritmiche accennate, fraseggi arabi e jazz e persino sottofondi vocali di struggente nostalgia. E i brani proposti, estratti dal lavoro "The Astounding Eyes of Rita", hanno raccontato un Brahem ancora molto legato a una musica che ha al centro radici e tradizioni. Un ricerca delle origini che si è cibata di quel grande collettore di suoni, storie, tradizioni e culture che è il Mediterraneo. E il riproporre tutto questo nel cuore delle Dolomiti è stata un scelta di grande valore perché al pari del mare che unisce nord e sud, oriente ed Europa, anche le Dolomiti e le Alpi vivono di una cultura unitaria che supera i confini tracciati sulle mappe.
Tappeti di note, veli sonori che a tratti sono sembrati appesi alle pareti, atmosfere crepuscolari come nella prima "The lover of Beirut" a cui ha fatto da contraltare, ritmica ed ipnotica "Dance with the Waves" e la gioiosa e cullante "Stopover at Djbouti" che si è via via permeata di melodie quasi europee.

Il grande intellettuale Predrag Matvejevic vedeva nell'olivo il grande monumento al Mediterraneo come cultura unitaria, eppure l'oud di Anouar Brahem ha dato anche un'idea musicale di quello che potrebbe essere un suono mediterraneo con "Al Birwa", "Galilee mon amour", "Waking State".
Particolarissima poi "The Astounding Eyes of Rita", inizialmente meditabonda, costruita su un fraseggio tra voce e oud, poi diventata quasi blues per tornare infine ancora a una nenia dalla quale era impossibile staccarsi. Decisamente jazz l'ultimo brano "For no apparent reason" con Klaus Gesing molto bravo a disegnare ritmiche e invenzioni con il suo clarinetto, contribuendo a trascinare il pubblico - oltre mille in piedi - in una standing ovation finale con immancabile bis richiesto e concesso da Brahem e compagni.

Le immagini del concerto saranno disponibili nel corso del pomeriggio su:

https://visittrentino.broadcaster.it/



Vedi anche ...

438 risultati
Valle dell'Adige - Trento - Muse - Orto

AL MUSE E AL MART NUOVE INIZIATIVE IN STREAMING

Nei principali Musei sul territorio sono riprese le attività “a...

GIRO D’ITALIA 2021, LO STAFF RCS IN TRENTINO

Sono giornate di lavoro per lo staff tecnico della gara rosa, tra la...

A NATALE IL TRENTINO SI METTE ANCHE SOTTO L’ALBERO

Ecco le proposte per godere questo territorio anche a distanza, tra...

“LINEABIANCA” RIPARTE DAL TRENTINO

Sabato 12 dicembre dalla Val di Rabbi parte la nuova stagione della...

IL TRENTINO COMUNICA IL TEMPO DELL’ATTESA

Il messaggio, coerente con il contesto attuale, sarà veicolato da...

IL TRENTINO AD ARTIGIANO IN FIERA LIVE

Una trentina di aziende del territorio sbarcano su...

AL TRENTINO IL PREMIO ITALIA DESTINAZIONE DIGITALE

Sul gradino più alto del podio come provincia con la miglior...

IL FESTIVAL DELLO SPORT “DIGILIVE” AL VIA

We are the Champions: dal 9 all’11 ottobre 2020, organizzato da La...

Valle dell'Adige - Trento - Muse - Orto

AL MUSE E AL MART NUOVE INIZIATIVE IN STREAMING

ven, 19.02.2021

Nei principali Musei sul territorio sono riprese le attività “a distanza”. Portale dedicato alla mostra “Tree Time” e nuovi approfondimenti...

Leggi tutto ...

GIRO D’ITALIA 2021, LO STAFF RCS IN TRENTINO

ven, 22.01.2021

Sono giornate di lavoro per lo staff tecnico della gara rosa, tra la Val di Fassa e la Vallagarina, con incontri e sopralluoghi segnati da...

Leggi tutto ...

A NATALE IL TRENTINO SI METTE ANCHE SOTTO L’ALBERO

mar, 15.12.2020

Ecco le proposte per godere questo territorio anche a distanza, tra produzioni selezionate dalle Strade del Vino e dei Sapori, iniziative...

Leggi tutto ...

“LINEABIANCA” RIPARTE DAL TRENTINO

gio, 10.12.2020

Sabato 12 dicembre dalla Val di Rabbi parte la nuova stagione della trasmissione di RaiUno sulla montagna invernale. Giovedì 24 dicembre puntata...

Leggi tutto ...

IL TRENTINO COMUNICA IL TEMPO DELL’ATTESA

mer, 02.12.2020

Il messaggio, coerente con il contesto attuale, sarà veicolato da domani su carta stampata e reti televisive nazionali, oltre ai canali digitali.

Leggi tutto ...

IL TRENTINO AD ARTIGIANO IN FIERA LIVE

mar, 24.11.2020

Una trentina di aziende del territorio sbarcano su artigianoinfiera.it, prima piattaforma online dedicata alle imprese artigiane del made in Italy,...

Leggi tutto ...

AL TRENTINO IL PREMIO ITALIA DESTINAZIONE DIGITALE

gio, 15.10.2020

Sul gradino più alto del podio come provincia con la miglior reputazione online. Un ulteriore riconoscimento speciale per la miglior strategia di...

Leggi tutto ...

IL FESTIVAL DELLO SPORT “DIGILIVE” AL VIA

mer, 07.10.2020

We are the Champions: dal 9 all’11 ottobre 2020, organizzato da La Gazzetta dello Sport e Trentino. Tutto il programma si potrà seguire in live...

Leggi tutto ...

Cultura