SASSO PIATTO

rifugio
4.8
Eccellente
(564 recensioni)
Non ci sono prodotti disponibili

Dalle rocce delle Dolomiti ladine ai prati dell’Alpe di Siusi, questo Rifugio è al confine tra due mondi: venne costruito negli anni Trenta su un Passo (il Giogo di Fassa, in ladino Jouf de Fascia) che divide le province di Trento e Bolzano. Una collocazione che ha influenza pure sul menu. Se arrivate dal Passo Sella, durante il giro del Sassolungo e del Sasso Piatto, siete giunti al giro di boa, ma fate comunque un piccolo sforzo per salire i prati sopra il Rifugio (a sud) e ammirate lo spettacolo del Catinaccio. Aperto d’estate (anche se d’inverno è meta di numerosi sci alpinisti), con alcuni giochi per bambini all’esterno, in alcune occasioni vi potrà capitare di pranzare con musica tipica (dal vivo!) come colonna sonora. Apertura Dal 20 giugno a metà ottobre Prima dell'escursione si consiglia di verificare l’effettiva apertura del rifugio contattando il gestore Itinerari Il Rifugio è inserito nel giro del Sassolungo e del Sassopiatto (ore 5 di cammino, difficoltà E). Da qui si può raggiungere il Rifugio Sandro Pertini (minuti 50 di cammino, difficoltà E), il Rifugio Friedrich August (ore 1.30 di cammino, difficoltà E) e i rifugi del Passo Sella (ore 2 di cammino, difficoltà E). Sul versante settentrionale del Sassolungo c’è il Rifugio Vicenza (ore 1.30 di cammino, difficoltà EE). In ore 2.15 di cammino è possibile inoltre il arrivare al Rifugio Tires. L’ascensione al Sassopiatto (ore 2 di cammino) è alla portata di escursionisti esperti (EE). Attraverso la Val Duron e il Rifugio Micheluzzi (ora 1 di cammino, difficoltà E) si scende a valle, a Campitello di Fassa.

Questa struttura fa parte di
  • Trentino Guest Card
    Prenotando da qui avrai subito la Trentino Guest Card, che ti permette di viaggiare liberamente con i mezzi pubblici in Trentino e accedere a numerosi musei e servizi
Questa struttura fa parte di
  • Rifugi del Trentino
  • Val di Fassa Guest Card

Servizi

  • servizi

    • deposito bici
    • servizio lavanderia
    • parco
  • posizione

    • raggiungibile in MTB, E-Bike
    • zona tranquilla
    • raggiungibile solo a piedi da 1-3 ore
    • raggiungibile in bici
    • isolato
    • zona verde
    • non raggiungibile in auto
    • altitudine (m. slm.): 2300
    • vicino agli impianti di risalita
    • sul sentiero
    • zona di alta montagna
  • tipi di alloggio

    • camere multiple: 3
    • camere doppie: 1
    • letti: 80
  • Condizioni

    ...al Rifugio Sasso Piatto! Il rifugio deve il suo nome all’omonima montagna, che troneggia sui dintorni, schiudendo uno spettacolare panorama che spazia dal Gruppo del Sella e dalla Marmolada, Catinaccio e Sciliar, a ovest. Il Rifugio Sasso Piatto sorge lungo il sentiero panoramico “Friedrich August”. Nel 1935, Anton Kasseroler acquistò la Malga Sasso Piatto, dove in estate lasciava pascolare mucche e pecore. Grazie al successo immediatamente riscosso tra gli escursionisti da latte e formaggio di montagna, pochi anni dopo “sulla Palaccia” sorse l’antico rifugio, che andò a fuoco durante la guerra. Anton e Hanni Kasseroler lo ricostruirono negli anni ’50 e, in breve tempo, divenne famoso in ogni dove per la sua accogliente ospitalità e la cucina casalinga della padrona di casa. Oggi, in questa struttura ampliata nel 1971, vive uno dei sette figli della famiglia Kasseroler, Thomas, che lo gestisce insieme alla moglie Petra e ai loro rampolli Ivan, Arno, Felix e Maria.


Contatti e indicazioni

SASSO PIATTO

Loc. Giogo di Fassa,
38031 Campitello di Fassa IT

Arrivo

Da Passo Sella a piedi lungo il sentiero SAT 557 (ore 2 di cammino, difficoltà E) Dal Rifugio Micheluzzi in Val Duron con il sentiero SAT 533 (ore 1.45 di cammino, difficoltà E) Da Saltria sull’Alpe di Siusi (BZ) passando per il rifugio Zallinger (ore 2 di cammino, difficoltà E)

Recensioni Trust-You


Foto

Perchè prenotare con noi
  • Nessun costo di prenotazione
  • Offerte esclusive
  • Piattaforma sicura al 100%
  • Alloggi garantiti
  • Trentino Guest Card subito per te