I migliori spot per la pesca del luccio

Una sfida appassionante, perfetta per l’autunno

La pesca al luccio è una sfida appassionante per i pescatori. Per affrontare questi voraci predatori di acqua dolce c’è bisogno di una buona tecnica e un po’ di freddezza, ma l’emozione che può regalarti questo tipo di pesca non ha eguali.

È possibile praticare la pesca al luccio quasi tutto l’anno, ma l’autunno è una stagione speciale, sia per il numero di catture che per le taglie. In Trentino ci sono laghi molto popolati, ideali per chi pratica la pesca al luccio catch and release. Te ne consigliamo alcuni, facili da raggiungere in auto.

Lago di Roncone
#1

Lago di Roncone

È uno dei laghi prealpini più noti della Valle del Chiese, nella zona sud-occidentale del Trentino. Si trova a 810 metri slm, poco a valle dell’omonimo paese. Negli ultimi anni è diventato un punto di riferimento per gli amanti della pesca al luccio (solo a mosca ed a spinning). Si accede in auto parcheggiando a pochi passi dalla riva.

Lago piccolo di Terlago
#2

Lago piccolo di Terlago

Un piccolo lago naturale, a circa venti minuti di auto da Trento, a ridosso del piccolo paese di Terlago. Si tratta di un lago collinare poco profondo, a 416 metri slm. È molto frequentato dai pescatori che qui trovano lucci, persici, carpe, tinche e cavedani. È consentita la pesca al luccio solo con esche artificiali (mosca, spinning e casting).

 Fossa di Caldaro
#3

Fossa di Caldaro

Non si tratta di un lago, ma di un corso d’acqua artificiale nella Piana Rotaliana che collega il lago di Caldaro (in Alto Adige) al fiume Adige. Ti troverai a pescare in uno scenario insolito per il Trentino, dove di norma si pesca tra montagne e laghi alpini, ma questo corso d’acqua è un punto di riferimento per i pescatori, grazie alla ricchezza della fauna ittica, molto ben popolata di lucci.

Pubblicato il 24/07/2019