Il Museo del Fossile di Brentonico

Ricordi fossili di quando, 180 milioni di anni fa, le montagne erano mare

Se si ascolta attentamente, avventurandosi fra le sale dell’antico Palazzo Eccheli Baisi di Brentonico, fra le antiche vetrine, gli spessi muri e sotto i vecchi volti, è possibile sentire il sussurro del passato. Crostacei, Gasteropodi, Protozoi, pietrificati da tempo immemore nelle rocce del gruppo del Monte Baldo Settentrionale, sono il ricordo della vita che popolava questi ambienti ere fa, e raccontano una storia lunga 180 milioni di anni. Oltre 1200 organismi, scovati dai paleontologi fra le rocce di queste montagne, ci ricordano, con la loro presenza e le loro strane forme, come un tempo qui dominasse il mare e queste montagne altro non fossero se non fondali brulicanti di vita di bacini salati.

La collezione del Museo di Brentonico è una sorta di libro fossile che documenta la fauna che abitò gli abissi alpini a partire dal Triassico.

Vai al Parco Naturale del Monte Baldo