Musica e danza, straordinario mix di linguaggi artistici

Il Pian della Nana, ai piedi del Monte Peller nelle Dolomiti di Brenta, ha accolto la performance del violoncellista Mario Brunello e del coreografo e danzatore coreano Yong Min Cho: dalle musiche del ‘600 alle armonie coreane sulle quali il danzatore, una figura quasi ieratica nel suo abito bianco, ha intrecciato movimenti essenziali e senza tempo

Là dove i ponti non si costruiscono in cemento e pietre rimane ciò che si può intrecciare. Arbusti, funi, elementi vegetali, e in casi eccezionali persino mani e braccia. È il modo più semplice e antico per unire punti che altrimenti resterebbero divisi. Ci sono poi anche elementi immateriali come le voci e i suoni che da un luogo all'altro sanno legare con altrettanta forza, ma senza la possibilità di fornire un elemento fisico per passare da un luogo all'altro. Oggi per il concerto de I suoni delle Dolomiti questi due modi distinti di annullare le distanze e favorire l'incontro con l'altro, hanno preso forma grazie alle performance di due artisti come il violoncellista Mario Brunello e il coreografo e danzatore coreano Yong Min Cho.
A fare da sfondo a un incontro particolarissimo, costruito su linguaggi artistici diversi, il Gruppo di Brenta nella sua area più segreta e meno conosciuta: i grandi pascoli alpini del Pian della Nana nei pressi di Malga Tassulla.
L'introduzione è stata affidata a dei "ricercari" del Seicento che Mario Brunello ha interpretato. Arie che hanno in un certo senso accompagnato la nascita della musica per violoncello trasformandosi nel tempo da esercizi e spunti in armonie e composizioni che oggi siamo abituati ad ascoltare nelle sale da concerto.
Lasciati i suoni del Seicento c'è stato invece spazio per un'altra origine, quella senza tempo della musica coreana e dal forte sapore orientale che Brunello ha eseguito mentre il danzatore Yong Min Cho ha cominciato a esibirsi. Vestito tutto di bianco ha lentamente aperto un grande involucro di tela gialla per trarne decine di camicie e maglie annodate una all'altra che ha disposto sul prato. Lì, lungo questa linea colorata, simbolico ponte tra culture diverse Yong Min Cho ha danzato abbandonando il proprio corpo ai movimenti essenziali e ieratici di movimenti senza tempo: il Sanjo coreano.  Quasi a significare che però quei vestiti erano anche altro, ossia simbolo di molteplicità e anche di assenza, il danzatore ha imbracciato un tamburo per lanciare con colpi singoli, intervallati da lunghi silenzi, una sorta di appello che forse era rivolto a chi ha tentano l'arrivo in occidente da profugo senza però riuscire a compiere il proprio viaggio fino in fondo.
Con l'arrivo del "Concerto rotondo" di Giovanni Sollima, reso da Mario Brunello con straordinaria bravura e pathos, anche la danza di Yong Min Cho si è trasformata diventando più ritmata e veloce, a tratti convulsa per rendere con il linguaggio del corpo i movimenti circolari e travolgenti, segnati da una sacralità antica che quasi rasenta la trance, le mareggiate sonore che provenivano dal violoncello Maggini del musicista veneto. Il tutto in un crescendo che si è poi lentamente consumato e concluso nella raccolta delle vesti.
Tantissimi gli applausi di un pubblico rimasto catturato dall'inizio alla fine e che ha potuto lasciare il Pian della Nana con un ultimo regalo musicale: una ciaccona trasformata da Brunello in un pezzo di campionamenti, loop ed elettronica e un brano dal sapore orientale che ha ripreso una tradizionale melodia armena.

Le immagini del concerto saranno disponibili nella mattinata di domani su www.broadcaster.it



Vedi anche ...

146 risultati

UNO SPAZIO TRENTINO NEL MUSEO DEL PAPA MONTANARO

Il santuario-museo Jana Pawla II di Cracovia è il più importante...

Presentato il palinsesto del primo Festival dello Sport

Organizzato da La Gazzetta dello Sport e Trentino è in programma...

A Madonna di Campiglio l’8a Conferenza Internazionale dei Geoparchi...

Dall’11 al 14 settembre, migliaia di delegati UNESCO provenienti da...

I Suoni si concludono con un messaggio di pace

L'evento E intanto si suona, ideato da Mario Brunello e Alessandro...

La musica, la guerra, la pace, un unico racconto corale e orchestrale

L’edizione 2018 del festival I Suoni delle Dolomiti si conclude in...

Dakhabrakha e le frontiere musicali d'Europa

Il penultimo appuntamento de I Suoni delle Dolomiti propone questo...

Teresa Salgueiro, quando i sogni diventano musica

Nella cornice di Camp Centener sopra Madonna di Campiglio l’artista...

Teresa Salgueiro, sogno e poesia tra le vette

A I Suoni delle Dolomiti ritorna un’artista che ha lasciato...

Un quartetto d'archi a duemila metri

In dieci giorni quattro grandi appuntamenti dedicati a generi tra...

Andrea Motis, nuova stella nel firmamento jazz

Oggi a Malga Tassulla la ventenne cantante, trombettista e...

Andrea Motis, tutto il talento di una nuova stella

Torna il grande jazz internazionale al festival I Suoni delle...

Chitarra e sassofono per una musica senza confini

Sopra Passo San Pellegrino per I Suoni delle Dolomiti si esibiscono...

Grant Lee Phillips ispirato dalla natura trentina

Nel concerto per I Suoni delle Dolomiti a Malga Canvere in Val di...

Grant - Lee Phillips musica tra sogno e poesia

Dopo il mito Graham Nash, I Suoni delle Dolomiti propongono un'altra...

Omaggio ad una leggenda della canzone d'autore

“Pensieri e Parole. Omaggio a Lucio Battisti” è il titolo del...

Vision String Quartet, sperimentazioni in quota

I quattro giovani musicisti tedeschi hanno dato vita in pochi anni ad...

UNO SPAZIO TRENTINO NEL MUSEO DEL PAPA MONTANARO

ven, 21.09.2018

Il santuario-museo Jana Pawla II di Cracovia è il più importante complesso al mondo dedicato alla figura e all’opera di San Giovanni Paolo II....

Leggi tutto ...

Presentato il palinsesto del primo Festival dello Sport

mer, 12.09.2018

Organizzato da La Gazzetta dello Sport e Trentino è in programma dall'11 al 14  ottobre a Trento. Tema della prima edizione: Il Record. Più di...

Leggi tutto ...

A Madonna di Campiglio l’8a Conferenza Internazionale dei Geoparchi...

gio, 06.09.2018

Dall’11 al 14 settembre, migliaia di delegati UNESCO provenienti da tutto il mondo si riuniranno per parlare di Geoparchi, ambiente e sviluppo...

Leggi tutto ...

I Suoni si concludono con un messaggio di pace

sab, 01.09.2018

L'evento E intanto si suona, ideato da Mario Brunello e Alessandro Baricco, ha chiuso l'edizione 2018 del festival e insieme un percorso di quattro...

Leggi tutto ...

La musica, la guerra, la pace, un unico racconto corale e orchestrale

mar, 28.08.2018

L’edizione 2018 del festival I Suoni delle Dolomiti si conclude in Valsugana ad Arte Sella con il progetto speciale “E intanto si suona”,...

Leggi tutto ...

Dakhabrakha e le frontiere musicali d'Europa

sab, 25.08.2018

Il penultimo appuntamento de I Suoni delle Dolomiti propone questo quartetto ucraino che ama definire quanto crea un ethno-chaos. In realtà si...

Leggi tutto ...

Teresa Salgueiro, quando i sogni diventano musica

ven, 24.08.2018

Nella cornice di Camp Centener sopra Madonna di Campiglio l’artista si è esibita per I Suoni delle Dolomiti in un intenso concerto nel quale ha...

Leggi tutto ...

Teresa Salgueiro, sogno e poesia tra le vette

mar, 21.08.2018

A I Suoni delle Dolomiti ritorna un’artista che ha lasciato impronte indelebili con la sua voce unica, sensibile e tessitrice di ambientazioni...

Leggi tutto ...

Un quartetto d'archi a duemila metri

lun, 20.08.2018

In dieci giorni quattro grandi appuntamenti dedicati a generi tra loro diversi per concludere il festival I Suoni delle Dolomiti. Mercoledì 22...

Leggi tutto ...

Andrea Motis, nuova stella nel firmamento jazz

lun, 20.08.2018

Oggi a Malga Tassulla la ventenne cantante, trombettista e compositrice catalana ha proposto ad un pubblico di oltre 1000 spettatori il proprio mondo...

Leggi tutto ...

Andrea Motis, tutto il talento di una nuova stella

mar, 14.08.2018

Torna il grande jazz internazionale al festival I Suoni delle Dolomiti grazie a questa ventenne cantante, trombettista e compositrice catalana che ha...

Leggi tutto ...

Chitarra e sassofono per una musica senza confini

mar, 07.08.2018

Sopra Passo San Pellegrino per I Suoni delle Dolomiti si esibiscono due artisti ungheresi che attingono al vasto patrimonio di tradizioni e storie...

Leggi tutto ...

Grant Lee Phillips ispirato dalla natura trentina

mar, 07.08.2018

Nel concerto per I Suoni delle Dolomiti a Malga Canvere in Val di Fiemme il cantautore americano ha proposto al numeroso pubblico diversi brani del...

Leggi tutto ...

Grant - Lee Phillips musica tra sogno e poesia

ven, 03.08.2018

Dopo il mito Graham Nash, I Suoni delle Dolomiti propongono un'altra stella della scena sonora americana e internazionale. Martedì 7 agosto a Malga...

Leggi tutto ...

Omaggio ad una leggenda della canzone d'autore

mer, 01.08.2018

“Pensieri e Parole. Omaggio a Lucio Battisti” è il titolo del progetto che viene proposto al festival I Suoni delle Dolomiti da Peppe Servillo...

Leggi tutto ...

Vision String Quartet, sperimentazioni in quota

lun, 30.07.2018

I quattro giovani musicisti tedeschi hanno dato vita in pochi anni ad uno dei più raffinati ensemble emergenti. Muovendosi tra composizioni...

Leggi tutto ...

Cultura