MONTAGNA D’ESTATE PER TUTTE LE ETÀ

Il Trentino è una meta "family friendly" caratterizzata dall’attenzione nei confronti delle famiglie in vacanza. A partire dai numerosi hotel con servizi a misura di bambino in cui soggiornare, fino agli svaghi pensati per rendere uniche le giornate degli ospiti più piccoli: camp estivi, parchi gioco e avventura, sport, passeggiate, attività nella natura e nelle fattorie didattiche

Tante sono le strutture ricettive che mettono a disposizione servizi e soluzioni per rendere la vacanza con i bambini più semplice e piacevole: dai menù calibrati, ai miniclub, fino agli scalda biberon in camera. In aggiunta, nei mesi estivi valli e località di villeggiatura propongono vere e proprie "settimane della famiglia" con ricchi programmi di esperienze coinvolgenti che bambini e genitori possono vivere insieme: camp estivi, parchi gioco e avventura, sport, passeggiate, attività nella natura e nelle fattorie didattiche.

Come il Festival del Gioco 2019 sull'Alpe Cimbra, dal 21 al 27 luglio una settimana dedicata alla famiglia con un programma ricco di appuntamenti per tutti, oppure il Dolomiti Paganella Family Festival, dal 16 al 23 giugno in Paganella, quest’anno caratterizzato da un gigantesco gioco di ruolo ambientato dentro una vera città in miniatura, dove bambini e ragazzi ne gestiranno autonomamente la quotidianità, come nel mondo reale.

Un'estate in fattoria

Per trascorrere qualche giorno al ritmo della natura, ed alla scoperta della tradizionale accoglienza della gente di montagna, non c’è niente di meglio che scegliere tra gli agriturismi trentini quelli aderenti al progetto “Fattoria didattica”: il soggiorno sarà per tutta la famiglia un'esperienza per sperimentare direttamente la vita rurale. Con la partecipazione ai laboratori proposti per imparare a produrre lo yogurt o la ricotta, o per esempio lavorando il feltro, si potranno percepire da vicino i cicli della natura e del lavoro di una vera azienda agricola trentina, e dopo una giornata di "fatiche" sentirsi ancora abbracciati dall'accoglienza dei nostri contadini e le loro famiglie, respirando la semplicità e le emozioni di una vita semplice eppure sempre ricca. La scelta è varia ma per le famiglie Maso "Pertener", ai piedi del Parco Naturale Adamello Brenta, tra boschi, verdi prati e animali al pascolo è davvero il luogo ideale per riscoprire i ritmi e le tradizioni del passato. Vivendo un’esperienza di vita contadina, e imparando tutti i segreti della fattoria, fino ad assaporare i prodotti dell’azienda agricola coltivati secondo un metodo biologico certificato. L'ospitalità genuina, l'ottima ristorazione, la vendita di Casolet fatto con il proprio latte crudo, più ricotta, mele e trasformati, sono i punti di forza dell'Agritur Solasna, a San Giacomo in Val di Sole. Il parco giochi e la piscina per bambini, oltre alle attività ed i divertenti laboratori come la "Scuola delle Contadine", saranno la gioia dei piccoli ospiti. Per chi vuole restare in prossimità della città di Trento, alle pendici della Vigolana l’agritur La Val accoglie gli ospiti in una struttura con un’atmosfera semplice e genuina, per vivere un’esperienza nel silenzio della natura interrotto solo dal saluto dell’asinella Gina. Si potranno raccogliere la frutta e la verdura fresca per poi gustarla tutti insieme a tavola.

Attività outdoor per piccoli supereroi

Non c'è nulla come lo sport, anche praticato in maniera amatoriale, per fare squadra e trovare nuovi amici. Impossibile rinunciare a ponti tibetani, passeggiate, arrampicate e tante altre proposte per una vacanza attiva che trasformerà i bambini in piccoli supereroi pieni di energia, pronti a lanciarsi in nuove, emozionanti avventure.

Più che un'esperienza adrenalinica è la realizzazione di un sogno, immaginando di volteggiare nell’aria e vedere dall’alto le acque azzurre del lago di Molveno, mentre di fronte si stagliano i pinnacoli delle Dolomiti di Brenta, come le mura di un castello di giganti. Per chiunque, dagli 8 anni in su, che voglia sentirsi aquila per un giorno, l’altipiano della Paganella propone l’esperienza irripetibile del parapendio per bambini!

Per chi invece volesse partecipare ad un gioco interattivo, è sufficiente formare la propria squadra (magari composta da mamma, papà, amici e parenti..), ritirare l'equipaggiamento DIFR al punto informazioni a monte della telecabina Predazzo-Gardonè e, infine, superando sette appassionanti prove, diventare "Master of Rescue". La Difr Academy aspetta tutti per i pascoli ed i sentieri della Val di Fiemme, trasformati per l’occasione in una misteriosa terra di draghi, dove portare a termine missioni avventurose, fra enigmi magici e uova leggendarie.

Protagonista, invece, l’acqua al Canyon Rio Sass in Val di Non dove si cammina in una forra scavata dal flusso impetuoso del torrente Rio Sass che nei millenni ha eroso la roccia. L’avventuroso percorso sospeso tra passerelle a sbalzo e scalinate nel vuoto si può affrontare con tutta la tua famiglia, muniti di caschetto e mantellina impermeabile, tra il susseguirsi di curve e controcurve, in una natura singolare e magica fatta di alghe rosse e verdi, muschi e felci.

In cammino, con o senza passeggino

Sono tanti in Trentino i percorsi ideali per le famiglie adatti anche ai passeggini, né mancano i sentieri tematici dove i più piccoli possono fantasticare, ispirati dai personaggi e dalle leggende dolomitiche. Ecco, di seguito, alcuni suggerimenti.

San Martino di Castrozza - Primiero: l'anello delle "Muse Fedaie" in Val Canali, è una facile escursione che permette di conoscere una della valli più belle delle Dolomiti, con inizio della passeggiata dal suggestivo scenario di Villa Welsperg, sede del Parco Naturale Paneveggio Pale di S. Martino, per un'esperienza a contatto con la natura alla scoperta della biodiversità.

Rovereto e Vallagarina: alle pendici del Monte Baldo - L’itinerario di un chilometro circa su strada sterrata, adatto ai passeggini con ruote grandi, parte da San Giacomo, attraversa i pascoli e raggiunge Malga Mortigola, dove è possibile ammirare gli animali al pascolo, la fattoria didattica, la stalla e il caseificio.

Val Rendena: Malga Ritorto un balcone sulle Dolomiti di Brenta - Chi vuole scoprire il Parco Naturale Adamello Brenta può concedersi una passeggiata poco lontano da Madonna di Campiglio. Lasciata l’auto nel parcheggio in località Patascoss si raggiunge, a piedi (in 20 minuti) o con il trenino, Malga Ritorto, un balcone sulle cime delle Dolomiti di Brenta e sulla Val Rendena e, per i più piccoli, un’occasione da non perdere per vedere da vicino mucche ed altri animali.

Le passeggiate a tema

Alla scoperta delle passeggiate e dei sentieri che al piacere della vita all’aria aperta, uniscono stimoli sorprendenti per i più piccoli escursionisti; boschi e montagne si trasformano ai loro occhi in scenari di favole meravigliose e animate, di cui sono protagonisti re e principesse, gnomi e folletti. Lungo i sentieri si possono fare scoperte e incontri inattesi, come ali di drago, cappelli da gnomo, legni e rocce che si trasformano in misteriose figure, mentre conchiglie e coralli nascosti tra le rocce, ti ricordano che qui, milioni di anni fa, c’era il mare.

Il Sentiero Cimbro dell'Immaginario (Nå in tritt von Sambinélo) è un percorso nei boschi e tra i pascoli di Luserna, ispirato alle leggende e ai personaggi dell’immaginario popolare cimbro quali Frau Pertega e Tüsele Marüsele. Un anello di 7 km circa, da percorrere comodamente in un paio d'ore, tra opere in legno di artisti locali e le leggende disseminate lungo il percorso, che permettono di scoprire i personaggi che la fantasia e la tradizione popolare hanno tramandato nei secoli. Sculture nel legno e pannelli illustrativi dislocati lungo il percorso raccontano i personaggi che popolano la tradizione locale tra angoli di natura, boschi, pascoli e panorami sulla Val d'Astico. Il sentiero inizia dalla piazza centrale davanti al Kamouhaus vo Lusérn - Municipio di Luserna (q. 1.333 m.), ed è adatto alle famiglie (Lunghezza 6,6 km – Durata 2:40 h. – Salita 186 m)

Una passeggiata “meravigliosa”, infine, è l’itinerario insolito chiamato “Jouf de Sent’Ujana” e noto anche come il “Sentiero delle Meraviglie”, in Val di Fassa. Si tratta di una piacevole passeggiata adatta a tutti, che lungo un agevole percorso di 2 km fa riflettere sul rapporto primordiale tra uomo e natura attraverso il significato di alcuni luoghi della terra ladina ed edifici di culto, a partire dalla chiesa di Santa Giuliana a Vigo di Fassa, luogo simbolo per tutta la comunità di Fascia e considerato sin dall’epoca preistorica luogo di pratiche magiche, ai tempi in cui le popolazioni prealpine praticavano riti religiosi orientati all’osservazione astronomica.

L’ultima proposta di questa carrellata riguarda il Family Dolomiti Natural Wellness, nel cuore del Parco Naturale Adamello Brenta, che si sviluppa su un anello circolare di quasi 6 km, con partenza e ritorno a Pinzolo. Si tratta di un percorso adatto a tutti per camminare lentamente, in parte anche a piedi scalzi, perché l'attività fisica può esser fatta anche a frequenze cardiache più basse immersi in un ambiente rilassante, e per ritrovare energia nell'abbraccio con gli alberi, stando in connessione con la natura. Sono otto i percorsi in cui gli elementi si manifestano in forma spontanea e diventano esperienze ed esercizi da svolgere autonomamente grazie al supporto degli appositi pannelli didattici.