IN VIAGGIO TRA I CASTELLI DEL TRENTINO

Le antiche dimore segnano il paesaggio della Valle dell'Adige e delle valli di collegamento con i territori limitrofi. Nei mesi estivi ritornano a vivere grazie ad eventi ispirati dalla storia e dalle immancabili leggende

Entrare nei saloni arredati da mobili antichi, armature e pregiate stufe di maiolica, un tempo dimora dei potenti Principi Vescovi trentini; passeggiare nelle logge e nei cortili dove venivano accolti i delegati del Sacro Romano Impero e del papato; sedersi sul prato della lizza, teatro di tornei e disfide fra cavalieri. Oltre la soglia di un castello, in Trentino, ci attendono mille avventure tra storia e leggenda. Sono oltre 200 i castelli del Trentino. Alcuni sono oramai semplici ruderi che sfidano le stagioni, altri sono dimore private, alcuni sono stati riconvertiti in ristoranti e alberghi, mentre i castelli più monumentali, arricchiti da collezioni e opere d’arte, per lo più acquisiti dalla Provincia autonoma di Trento, che in virtù dello Statuto speciale ha competenza primaria su monumenti e beni architettonici, sono stati resi accessibili al pubblico. Grazie anche ai numerosi interventi di recupero architettonico e conservativo di questi edifici, anno dopo anno il Trentino ha creato una vera e propria rete dei castelli oggi visitabili: un circuito che continua ad ampliarsi grazie anche alla disponibilità di proprietari privati.

 

"Dicastelincastello" per rivivere la storia

All’interno dell’offerta culturale estiva del Trentino, torna la rassegna “dicastelincastello”. L’iniziativa, curata dal Centro Servizi Culturali S. Chiara – in collaborazione con il Servizio Attività Culturali della Provincia Autonoma di Trento, il Castello del Buonconsiglio – Monumenti e collezioni provinciali e con le Amministrazioni locali – ormai da più di quindici anni valorizza una delle ricchezze paesaggistiche e culturali del Trentino, attraverso un fitto calendario di appuntamenti.

Un incantevole percorso nella storia che, anche quest’anno, si compone di cinque tappe, da giugno ad agosto. Si inizia venerdì 22 giugno con il “Trionfo Tridentino” all’interno del Castello del Buonconsiglio di Trento. Una festa nel Magno Palazzo con artisti, danzatori, musicisti e figuranti in costumi rinascimentali, che rievocheranno i festeggiamenti tenutisi nel 1547 alla corte del cardinale Cristoforo Madruzzo per celebrare la vittoria ottenuta dall’Imperatore Carlo V sui luterani. All’interno degli splendidi giardini di Castel Thun, in Valle di Non, sarà invece possibile vivere due giornate a corte – sabato 14 e domenica 15 luglio – all’insegna dell’intrattenimento cortigiano del primo Seicento, con tornei a cavallo, musici e giocolieri che coinvolgeranno il pubblico, anche quello più piccolo. Venerdì 27 e sabato 28 luglio “dicastelincastello” si sposta nella Val di Sole, per rivivere l’amor cortese trecentesco all’interno del maestoso Castel Caldes, con la rievocazione della tormentata storia d’amore di Olinda, che la leggenda voleva prigioniera nel mastiero solandro. Castel Beseno, - il più esteso complesso fortificato del Trentino – sabato 4 e domenica 5 agosto, rievocherà la vita militare del Cinquecento, con tende e soldati, armi, abbigliamento, attrezzature d’epoca e gruppi di rievocazione storica provenienti da tutta Europa. Infine, sabato 18 e domenica 19 agosto, Castel Stenico, nelle Valli Giudicarie, farà rivivere lo spirito del Quattrocento, incentrato sull’arte della caccia e della falconeria.

 

In Val di Non Castel Nanno riapre le porte al pubblico

Dopo la positiva collaborazione con il Conte Spaur proprietario di Castel Valer, l’Azienda per il Turismo della Val di Non, amplia ed arricchisce ulteriormente la proposta culturale del territorio grazie all’accordo con la proprietà privata di Castel Nanno garantendo l’apertura del suggestivo castello nelle medesime giornate del maniero di Tassullo.

Posizionato su un'altura che lo rende ben visibile, in linea d'aria con Castel Valer, Castel Nanno viene citato fin dal 1191. La forma particolare di questo maniero, con la caratteristica torretta centrale quadrata, sembra riprendere il profilo delle Dolomiti di Brenta che sullo sfondo. Il Castello innalzato dai Signori d'Enno è uno scrigno di storie e leggende affascinanti che raccontano le vicissitudini storiche del territorio e delle famiglie che lo hanno posseduto. Gli innamorati Melisenda e Ludovico o le streghe arse vive sono alcune delle vicende che fanno da sfondo al racconto di questo castello sopravvissuto nei secoli. Fino al 4 novembre i due manieri si potranno visitare di sabato, domenica e giorni festivi. Da luglio a metà settembre, invece, tutti i giorni. Tutte le informazioni sul nuovo portale www.castellivaldinon.it dove sono riportati i calendari delle visite guidate.


 

Pic nic e cacce al tesoro nei castelli di Anaunia

Tutte le domeniche alle ore 11.00 a Castel Valer è in programma una speciale visita dedicata ai bambini: con il linguaggio più appropriato le guide coinvolgeranno i bimbi in una divertente caccia all’indizio…e alla fine verrà incoronato il re o la regina del Castello!. Biglietto famiglia con prezzo agevolato, nessuna necessità di prenotazione.

A Castel Nanno, le domeniche dal 29 luglio al 19 agosto, l'Apt della Val di Non propone un gustoso "pic nic castellano" nel giardino del maniero all'ombra delle mura prima della visita guidata. Su prenotazione si potranno degustare sulla classica coperta colorata i prodotti del territorio proposti dalla Strada della mela e dei sapori delle valli di Non e Sole.

Ulteriori informazioni sui castelli trentini a questo link