IN TRENTINO, DETOX VERO PER CORPO E MENTE

Le proposte per coccolare dolcemente il corpo: passeggiate, a piedi o in bicicletta, ma anche inusuali percorsi “natural wellness”: bagni kneipp nella natura, forest-bathing e tree hugging

Per chi cerca l’ambiente giusto, dove respirare aria pura e vivere a stretto contatto con la natura, il Trentino, con i suoi placidi laghi alpini e le sue verdi foreste, è il luogo ideale per ricercare un nuovo benessere e sentire giorno dopo giorno il proprio organismo rinascere e ricaricarsi.

Il “natural wellness” in trentino

I percorsi Kneipp sfruttano i principi salutari dell'idroterapia per migliorare la circolazione sanguigna, rafforzare le difese immunitarie, stimolare la circolazione sanguigna, il sistema nervoso e i muscoli. A San Bernardo in Val di Rabbi si può camminare sul primo percorso Kneipp all'aperto del Trentino, immergendo i piedi nelle acque purissime del rio Valorz. A Soraga in Val di Fassa il percorso "Sora l'Aga" offre l'esperienza insolita della camminata a piedi nudi. A contatto con erba umida, foglie, muschio, sassi, cortecce, acqua si impara a conoscere e a percepire sotto le piante dei piedi le sensazioni trasmesse dalle pietre, dalla loro rugosità, dal loro calore ritrovando così una dimensione in cui si intrecciano la meccanica del piede umano, le connessioni benefiche con l’elettromagnetismo terrestre, l’arte di passare dal freddo al caldo che l'abate tedesco Kneipp elevò a rango di terapia.

In Val Rendena, invece, ecco i percorsi natural wellness per camminare a piedi nudi sull'erba e sulle rocce, immergerli nell'acqua fredda di un ruscello alpino, per abbracciare alberi e annusare i profumi di resine e altre essenze e assorbirne l'energia. Sono 8 gli itinerari realizzati attorno a Pinzolo che abbinano il contatto con gli elementi naturali, con attività come yoga, meditazione, tecniche di respirazione o barefoot. Alcuni sono stati pensati per le famiglie, altri per le persone sedentarie o per chi è in sovrappeso. E ancora, le silence room immerse nella natura o l’abbraccio degli alberi, oppure massaggi Shiatzu, sessioni di yoga, esercizi di respirazione e passeggiate ricostituenti, a ritmo costante su terreni pianeggianti, ottime per recuperare la forma fisica. Questi itinerari si percorrono in autonomia, seguendo le indicazioni su alcune tabelle, oppure in compagnia di “trainer del benessere”, presenti in determinate giornate.

L'ultima tendenza del "natural wellness" si chiama forest bathing. Questa pratica originaria del Giappone e conosciuta con il nome di Shinrin Yoku consiste in una salutare passeggiata nel bosco di alcune ore, respirando le essenze degli alberi e delle piante, di volta in volta rinvigorenti o rilassanti. L'immersione nel bosco, infatti, è in grado di rinforzare le cellule più attive del nostro sistema immunitario, migliorare la pressione arteriosa, alleviare gli stati depressivi, grazie all’inalazione di alcune sostanze volatili (monoterpeni) componenti degli oli essenziali prodotti da diverse piante. E’ stato provato scientificamente che un’inalazione del “respiro della foresta”, per un periodo di tempo congruo (2-3 ore), induce a prolungati cambiamenti fisiologici nel corpo umano. In combinazione, la tecnica Bioenergetic Landscapes studia e misura l’influenza biologica che i deboli campi magnetici emessi dalle piante hanno sull’organismo ed i suoi apparati, aumentandone il senso di benessere complessivo. A Fai della Paganella, in una vasta faggeta, c’è il primo percorso-parco d’Italia dedicato a questa pratica, attrezzato come vero e proprio percorso di Forest Therapy, un “parco terapeutico per il benessere”. In particolare, si utilizzano le aree boschive e forestali per migliorare le condizioni psico-emozionali, sensoriali, chimiche ed energetiche della persona, secondo un preciso studio condotto da Marco Nieri, bioricercatore ed esperto in eco-design, e Marco Mencagli, agronomo specializzato in design e mantenimento di parchi pubblici e privati. Il “Bosco del Respiro” di Fai della Paganella si compone di quattro itinerari: “Il Percorso dell’Otto”, un itinerario molto facile che attraversa le campagne di Fai con le tipiche baite; “Il Sentiero dei Belvedere”, dal panorama spettacolare sulle valli sottostanti; “Il Sentiero dei Reti”, alla scoperta dell’antichissimo villaggio, uno tra i più importanti siti archeologici delle Alpi; “Il Sentiero Acqua e Faggi”, tra i giochi di luce dei rami e dell'acqua del rio.

Anche i boschi dell’Alpe Cimbra sono un altro ambiente ideale per il forest bathing. Sul percorso tematico “Il respiro degli alberi”, arte e Natura si fondono insieme in un’esplosione di creazioni che si sposano con le atmosfere in cui sono immerse. Qualunque sia la stagione, abbracciare i maestosi abeti dell'Alpe regalerà energia, forza e tante emozioni: un vero e proprio detox naturale.

A Rabbi Terme, nel Parco Nazionale dello Stelvio, fra le tante attività all'aperto proposte dal centro termale c'è il tree hugging. Abbracciare gli alberi è infatti uno dei rimedi principali della silvoterapia, indicata a chi soffre di asma bronchiale, bronchite cronica, ipertensione arteriosa, nervosismo e insonnia. Il percorso detox si completa con le pratiche di yoga e yoga del respiro in grado di aumentare la flessibilità del corpo e di migliorare l’energia vitale. Farlo in una foresta di abeti e larici aggiunge ulteriori benefici, grazie a sequenze dolci ed energizzanti di movimenti da svolgere su un masso in mezzo ad un torrente di montagna, oppure a contatto con l’erba fresca o, ancora, all’ombra di un larice secolare.

Concedersi una vacanza “green”!

Anche la scelta di dormire in una struttura eco-friendly, accompagnati dall’aroma del legno e dai profumi del bosco, può servire a rigenerare corpo e mente, prendendosi cura dell’ambiente anche in vacanza. Legno, pietra e vetro: l’utilizzo di questi materiali, naturali e riciclabili, insieme alla cura del design e la ricerca del massimo comfort, permettono alla natura di “entrare in casa” nel rispetto delle tradizioni locali e contribuisce a far vivere una vacanza in perfetta armonia.

A pochi chilometri dal Lago di Garda, situato sulle soleggiate colline di Arco e circondato da vigneti, si trova l’agriturismo La Terra. Un posto dove natura e architettura moderna si fondono alla perfezione. Tutte le stanze si affacciano sull’ampio giardino con piscina, il luogo ideale per gustarsi le ricche colazioni fatte in casa, preparate con i prodotti dell’azienda agricola familiare.

Nel Parco Adamello Brenta, circondato dal profumo del miele proveniente dall’omonima azienda apistica, si trova Dalla Natura la Salute. È un agriturismo realizzato secondo le linee guida della bioarchitettura, costruito con il riutilizzo di legni di recupero e materiali non trattati, per offrirti camere calde e accoglienti dallo stile rustico trentino, senza rinunciare al comfort. Dulcis in fundo, arriva l’inconfondibile gusto del miele d’api: avreste mai immaginato che l’aroma del miele, del propoli e della cera d’api fossero un toccasana per l’organismo? E che persino il ronzio delle api avesse un potere rilassante? Tutto questo si potrà scoprire al lago delle Piazze sull’Altopiano di Piné, a meno di mezz’ora da Trento. L’offerta originalissima del Beewellness contadino (Premio Oscar Green 2018) è davvero un’esperienza full detox per aprire tutti i sensi: sdraiati su un letto di fieno alpino si inizia un viaggio multisensoriale nel mondo delle api, godendo dei benefici dei loro prodotti, ovviamente in totale sicurezza. Immersi nei profumi dell’alveare - il miele, la cera e i propoli sprigionano nell’aria aromi unici, ricchi di olii essenziali e di resine balsamiche -, si potrà assaporare la delicatezza delle erbe di montagna e la dolcezza del miele, degustando un infuso d’erbe. Questa innovativa pratica di aromaterapia si accompagna all’ “apisound”: il ronzio delle api, infatti, che ha la stessa frequenza di molti suoni della natura, favorisce il rilassamento regalando una sensazione di serenità.