Il mondo dell'alpeggio in festa, si torna a valle

A settembre le malghe in quota chiudono i battenti: vacche, asini e greggi di ovini e caprini scendono a valle e nei paesi va in scena il colorato e rumoroso rito delle “desmontegade”

Una tradizione antica che si è trasformata in allegra festa popolare saluta l’estate in quota: si chiama "desmontegada", e i protagonisti sono mucche, vitelli, asini, pecore e capre che, dopo aver passato, tre o anche quattro mesi sugli alpeggi di montagna, fanno ritorno a valle. Un ridiscendere lungo antichi tratturi tutt’altro che malinconico, anzi un momento di autentica e coinvolgente festa per tutti.

Perché prima di lasciare le malghe gli animali vengono agghindati dai malgari con corone di fiori alpini intrecciate a nastri colorati e al collo di ognuno vengono appesi i grossi campanacci con i collari in cuoio finemente decorato il cui suono squillante accompagna la discesa lungo il sentiero e l'arrivo nei paesi. Ma è un momento di festa anche per i malgari e le loro famiglie, dopo mesi di lavoro in alpeggio, con ogni condizione di tempo atmosferico, dall’alba al tramonto, a governare gli animali e a presiedere quotidianamente alle attività di caseificazione.

Gli appuntamenti sono numerosi, tra le valli di Fiemme, Fassa, l'Altopiano di Pinè, la Valsugana e l’Altopiano del Tesino, il Primiero, la val Rendena e la val di Sole. Sono altrettante occasioni per scoprire le tradizioni e le specialità del territorio e in particolare i formaggi ed i prodotti caseari tipici di ogni valle.

L'identità di questo territorio si esprime infatti anche attraverso i sapori e le fragranze dei suoi prodotti: il latte fresco di qualità, il burro e i formaggi di montagna.

Eccellenze che non nascondono segreti: erba fresca, fiori e acqua pura di sorgente per nutrire gli animali in alpeggio e soprattutto l’esperienza, la manualità, la passione di casari e allevatori.

Il calendario degli appuntamenti si apre già il 27 agosto a Pinzolo in val Rendena, con la rassegna Giovenche di Razza Rendena per il ritorno a valle delle vacche di questa pregiata razza autoctona. A Cavalese in val di Fiemme, dal 5 al 9 settembre, ben cinque le giornate dedicate alla festa per la Desmontegada de le caore, tra itinerari del gusto, laboratori e pedalate golose, aspettando la sfilata tra le vie dell’abitato di circa 300 simpatiche caprette.

Il weekend dal 15 al 16 settembre propone ben tre appuntamenti: in val di Sole la Desmalgada di Peio (il giorno 23 invece a Rabbi Fonti) e la Festa dell’agricoltura a Cogolo di Peio, con il rituale della “tosada” delle greggi; il Festival della transumanza nei paesi dell’Altopiano del Tesino, attraversati dalle greggi di pecore e capre accompagnate dai pastori nel loro cammino verso la pianura dopo il soggiorno sugli alpeggi del Gruppo del Lagorai. Infine in val di Fassa a Moena il Festival del Puzzone di Moena Dop, tre giorni dedicati al “re dei formaggi trentini” protagonista di passeggiate golose, laboratori, ricette, aperitivi e la tanto attesa Desmonteada.

Nel Primiero dal 20 al 23 settembre c’è la Gran Festa del Desmontegar, quattro giorni di festa per celebrare il ritorno a valle delle mandrie dai pascoli dolomitici accompagnato da percorsi di gusto tra i masi, menù a tema, musica e folklore in attesa della più lunga sfilata di tutto l’arco alpino.

Il calendario di questi appuntamenti si chiude il primo weekend di ottobre (6-7) a Predazzo in val di Fiemme con il Festival del gusto e desmontega de le vache: un weekend che vede protagonisti i prodotti locali in piazza, tra show cooking e laboratori, aspettando la sfilata delle vacche. Precede la festa la rassegna “Autunno in tavola”, 10 giorni per assaporare i gusti dell’autunno in val di Fiemme tra prodotti e ricette di stagione.

Tra gli eventi da segnare in agenda anche l’ultimo weekend di Latte in Festa, dove è possibile scoprire i segreti della produzione del latte e dei suoi derivati dalla malga alla tavola. Un evento che propone un ricco calendario di laboratori, degustazioni, attività per famiglie e bambini, escursioni, spettacoli ambientati nelle malghe e nelle località. Gli ultimi due appuntamenti sono in programma dal 22 al 23 settembre rispettivamente a Roncone in valle del Chiese e a Rabbi Fonti in val di Sole.

Tra le nuove iniziative c’è Malghe a Castello: tre gli appuntamenti in altrettante dimore storiche, ideati per celebrare le eccellenze casearie della montagna trentina. A settembre si inizia con l'Asta dei Formaggi di Malga della val di Sole a Castel Caldes, per celebrare i più gustosi e rinomati formaggi di malga che vanno all’asta e a concorso e per premiare le produzioni migliori delle malghe. Dal 20 al 21 ottobre, invece, Castel Valer in val di Non accoglierà l'undicesima edizione di Formai dal Mont, mentre il 4 novembre a Castel Ivano in Valsugana si svolgerà la 10° Rassegna - Concorso dei Formaggi di Malga della Valsugana.

Maggiori informazioni sugli appuntamenti qui