Vacanze Sicure in Trentino: come ci prendiamo cura di te

Il Trentino è aperto e pronto ad accoglierti.

Nelle nostre guide puoi scoprire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari

IL MEGLIO DEL TRENTINO…TUTTO IN UN BARATTOLO

Si potranno scoprire i prodotti locali attraverso esperienze da vivere nei weekend dell’autunno in alcune aziende agrituristiche e dedicate ad un particolare prodotto, dallo sciroppo di fiori al sale alle erbe spontanee. Con il progetto di Trentino Marketing, in collaborazione con l'Associazione Agriturismo Trentino e le Strade del vino e dei sapori.

Dalla raccolta diretta in campo, alla creazione delle conserve, le materie prime prodotte in Trentino lavorate hand-made, diventeranno un segno ed una memoria tangibile. Una volta conservati, il loro gusto ed il loro profumo permetteranno di rivivere le emozioni provate in vacanza, anche una volta ritornati a casa. Non solo si conosceranno in prima persona i luoghi in cui nascono i migliori prodotti trentini, ma si sperimenteranno anche i processi di conservazione guidati da mani esperte.

Tante sono le opportunità, ciascuna legata alle tradizioni tramandate dai diversi agritur, e secondo le produzioni di ognuno di questi: si va dallo sciroppo di rose alle composte di fragole e sambuco, fino alla salsa di erbe spontanee. Ben dodici appuntamenti nei fine settimana di primavera, a partire dalla fine di maggio: per scoprirli tutti basta consultare il programma completo dell’iniziativa alla pagina dedicata, qui di seguito alcune anticipazioni.

Presso l’agritur “Solasna” a San Giacomo di Caldes, il 16 e 17 maggio si scopriranno i segreti dello sciroppo di fiori. S. Giacomo di Caldes, in Val di Sole, è posto su un terrazzo soleggiato e seminascosto nel verde, a circa ottocento metri di quota, e la leggenda narra che nel medioevo gli abitanti del paese, a causa di una tremenda epidemia di peste, furono uccisi o dovettero fuggire. Al che San Giacomo si svuotò e vi rimase “sol n’asena”, solo un’asina: da lì a poco, storpiando l’espressione dialettale, il paese fu ribattezzato in Solasna, in onore dell’unica creatura rimasta! Anche all’agritur ce ne è uno, di nome Galileo, che è diventato anche la mascotte ed il protagonista del logo dell’azienda. Oltre a lui, intorno alla casa duecentesca sede dell’agritur, si trovano molti altri animali di allevamento per le attività di Fattoria didattica, oltre ai campi per la produzione di uva, mele, ortaggi e frutta. E non manca l’orto con le erbe spontanee, officinali ed aromatiche.

Nel fine settimana del 30-31 maggio, presso il “Maso San Bartolomeo” di Romeno si produrrà tutti insieme la composta di mela e rabarbaro. In tempi lontani, dopo essere stato un importante insediamento romano, il maso divenne sede di “Gastaldia” dei Principi Vescovi di Trento, e ancora in seguito anche ospizio per viandanti; oggi come allora, adagiato ai piedi del dolce declivio del “dos dela Palustela”, una delle tante colline moreniche che caratterizzano l’ameno pianeggiante altipiano dell’Alta Val di Non. Accanto al maso, l’antica chiesetta dedicata a San Bartolomeo, già tempio romanico, è un piccolo gioiello affrescato incastonato nel verde dei prati e la sua presenza è testimone della lunga storia e delle leggende qui ambientate. Inserito lungo il percorso della “Via Romanica delle Alpi”, che collega i principali siti romanici delle vallate alpine, dalla Valle di Non all’Engadina attraversando la Valle dell’Adige e la Val Venosta. Il maso, recentemente restaurato con cura, mantiene ancora oggi inalterato il suo fascino di ospitalità rurale. Seguendo la vocazione agricola della valle, l’azienda è tipicamente orientata alla frutticoltura e in particolare è dedita alla coltivazione e produzione delle mele Golden della Valle di Non.

All’agritur “Dalaip dei Pape” di Fiera di Primiero gli ospiti attesi nei giorni 13 e 14 giugno impareranno a produrre con le proprie mani lo sciroppo di sambuco. L’Agritur nasce dall’esperienza e dalla storia della famiglia Scalet, in particolare da Giampietro e Luciana. Quest’ultima si dedica con amore e passione, lo stesso con cui ha allevato i 4 figli, alla preparazione dei migliori piatti tipici della valle usando i frutti della propria terra. Giampietro, invece, è una delle Guide Alpina di San Martino che ha partecipato nel ’76 alla spedizione sul Dhaulagiri ed oggi offre tutta la sua esperienza per camminate, arrampicate e nello sci per una fantastica vacanza. Dall’antico maso, immerso a 1.200 m s.l.m. nei verdi prati ai margini del Parco Naturale di Paneveggio Pale di S. Martino, si gode di totale relax a stretto contatto con la natura. Il maso stesso oggi è gestito secondo un disciplinare green a basso impatto, con l’eliminazione delle monodosi in cucina, utilizzando rubinetti a sensori per diminuire l’uso dell’acqua, e con un edificio ad alta efficienza energetica e pannelli solari e fotovoltaici che forniscono il 50% del fabbisogno giornaliero. Per chi raggiunge il maso con un auto elettrica, c’è anche una postazione di ricarica autovetture.

Scopri tutti gli appuntamenti qui



Vedi anche ...

40 risultati

WEEKEND D’AUTUNNO TRA I MUSEI DEL TRENTINO

Caravaggio e Boldini, le nuove mostre al MART a ottobre e novembre....

NEI BOSCHI PER AMMIRARE I RITI DEI CERVI

Nelle foreste e nei Parchi naturali del Trentino secondo gli ultimi...

PASSEGGIATE NELLA MAGIA DEI COLORI DELLA NATURA

Camminare nei boschi nelle settimane d’autunno assicura...

SCOPRIRE LA BELLEZZA DEI BORGHI

In Trentino sono sei le località inserite nell’elenco dei...

TERME IN TRENTINO TRA ACQUE E NATURAL WELLNESS

Le fonti termali del Trentino sono ricche di proprietà benefiche e...

IL BELLO DEL TRENTINO TRA GIARDINI STORICI E MANIERI

Alla scoperta del misterioso Giardino dei “Ciuciòi” a pochi...

IL MEGLIO DEL TRENTINO, IN UN BARATTOLO

Si potranno scoprire i prodotti locali attraverso esperienze nei...

CAMERA CON VISTA SUL VIGNETO

Dal Trentino una proposta per i weekend d’autunno: per vivere da...

WEEKEND D’AUTUNNO TRA I MUSEI DEL TRENTINO

lun, 21.09.2020

Caravaggio e Boldini, le nuove mostre al MART a ottobre e novembre. Nei weekend autunnali i musei sono le mete dove scoprire il grande patrimonio...

Leggi tutto ...

NEI BOSCHI PER AMMIRARE I RITI DEI CERVI

ven, 28.08.2020

Nelle foreste e nei Parchi naturali del Trentino secondo gli ultimi censimenti vive una popolazione di 12mila cervi. Tra settembre e ottobre vanno in...

Leggi tutto ...

PASSEGGIATE NELLA MAGIA DEI COLORI DELLA NATURA

ven, 28.08.2020

Camminare nei boschi nelle settimane d’autunno assicura un’emozione continua e ad ogni passo la sorpresa di nuovi giochi di luci e riflessi. E...

Leggi tutto ...

SCOPRIRE LA BELLEZZA DEI BORGHI

ven, 28.08.2020

In Trentino sono sei le località inserite nell’elenco dei “Borghi più belli d’Italia”: dalle Giudicarie al Garda Trentino, dalla Valle del...

Leggi tutto ...

TERME IN TRENTINO TRA ACQUE E NATURAL WELLNESS

ven, 28.08.2020

Le fonti termali del Trentino sono ricche di proprietà benefiche e terapeutiche per il trattamento di numerose patologie. Oggi la proposta delle...

Leggi tutto ...

IL BELLO DEL TRENTINO TRA GIARDINI STORICI E MANIERI

ven, 28.08.2020

Alla scoperta del misterioso Giardino dei “Ciuciòi” a pochi chilometri da Trento e dei tesori conservati tra le mura dei principali castelli sul...

Leggi tutto ...

IL MEGLIO DEL TRENTINO, IN UN BARATTOLO

ven, 28.08.2020

Si potranno scoprire i prodotti locali attraverso esperienze nei weekend autunnali in tante aziende agrituristiche dedicate ad un particolare...

Leggi tutto ...

CAMERA CON VISTA SUL VIGNETO

ven, 28.08.2020

Dal Trentino una proposta per i weekend d’autunno: per vivere da vicino i riti della vendemmia, per conoscere le storie, le tradizioni e la cultura...

Leggi tutto ...

Cartelle stampa