POPOLAZIONE

Con poco più di mezzo milione di abitanti – 530.308 – il Trentino è una regione nel cuore delle Alpi dove uomo e ambiente hanno imparato a convivere: se sotto il profilo amministrativo il territorio è strutturato in 178 comuni sparsi fra fondovalle e rilievi pedemontani, è in 12 comuni principali che si concentra quasi il 50% dell’intera popolazione del Trentino.
La Provincia autonoma di Trento incoraggia collaborazioni e sinergie fra gli enti comunali - molte le fusioni avvenute negli ultimi anni, con un processo di aggregazioni per ridurre le spese che non ha uguali in Italia: basti pensare che nel 2010 i comuni erano 217 - nella convinzione che essi rappresentino una ricchezza per il Trentino, ma che unendo le forze possano raggiungere risultati importanti, soprattutto nella gestione associata dei servizi al cittadino. Le Comunità di Valle, enti intermedi nati in seguito alla riforma istituzionale, vanno in questa direzione.
La montagna trentina è una montagna viva. Nel corso del tempo si è verificato uno spostamento di persone verso le zone di fondovalle – attualmente, infatti, risiede nei comuni situati sotto i 600 metri circa il 70% della popolazione – ma questo processo non ha determinato lo spopolamento delle alte quote: i comuni di montagna hanno trovato efficaci soluzioni occupazionali nell’agricoltura di qualità, così come nello sviluppo turistico sia estivo che invernale.
In Trentino, d’altra parte, si vive bene. A confermarlo sono le molte classifiche che, anno dopo anno, incoronano il territorio della farfalla ai vertici, da quelle di "Italia Oggi" a quelle de "Il Sole 24 Ore". Tutela dell’integrità ambientale e conservazione delle biodiversità vanno a braccetto per diventare un fattore di sviluppo che migliora la qualità della vita sia per chi ci abita stabilmente, sia per chi vuole trascorrerci un periodo di vacanza.