Sito palafitticolo di Fiavè

La vita quotidiana di oltre 4000 anni nel sito palafitticolo di Fiavè, uno dei più importanti d’Europa.

Palafitte Fiavé

Recentemente inserite nel Patrimonio mondiale dell'Unesco, le palafitte di Fiavè costituiscono un punto di riferimento di eccezionale importanza per la storia delle palafitte preistoriche in Europa. La loro rilevanza archeologica, già nota dalla seconda metà dell’800, emerge grazie agli scavi sistematici diretti da Renato Perini tra il 1969 e il 1975, che hanno portato alla luce diversi tipi di abitati palafitticoli.

I ritrovamenti, nonché le analisi paleoambientali estese a tutto l’antico bacino lacustre, oggi completamente intorbato, permettono di ricostruire la storia del lago, che inizia circa 15.000 anni fa, e quella delle comunità umane che si avvicendarono lungo le sue sponde e che va dal Mesolitico (VII-VI mill.a.C.) fino all’età romana. L'insediamento stabile più antico, resti di capanne erette anche su una bonifica della sponda lacustre, è databile alla prima metà del IV millennio a.C. 
Ma è nel corso del XVIII-XVI sec.a.C. che vennero edificati almeno due nuclei d'abitato secondo il classico modello della palafitta in elevato sull’acqua di cui si conservano e sono visibili i pali portanti, alcuni di oltre 9 metri di lunghezza. A questi segue un nuovo abitato palafitticolo (XV-XIV sec.a.C.) costituito da capanne su pali ancorati ad una complessa struttura a reticolo adagiata lungo la sponda e sul fondo del lago.
L'età del Bronzo recente (XIII sec.a.C.) segna la fine degli abitati palafitticoli e la costruzione di un insediamento sul Dos Gustinaci, rilievo morenico al margine meridionale del bacino. Lungo il percorso sono visibili i terrazzamenti e le tracce di muratura a secco relative ad alcune abitazioni a pianta rettangolare.
L’antico lago Carera sembra essere stato frequentato anche in epoche successive, non più a scopo abitativo, ma forse funerario o rituale. Ne sono testimonianza i ritrovamenti, effettuati negli anni ’40 del secolo scorso, di resti scheletrici, armi e attrezzi in ferro, ceramiche ecc. datati agli ultimi secoli del I millennio a.C., fino all’età romana.

Museo delle palafitte, Fiavé
E' stato aperto ad aprile 2012 il museo delle palafitte di Fiavé, che documenta la storia di uno degli scavi più importanti dell'area sudalpina. I due piani del museo ospiteranno i reperti rinvenuti nella torbiera, con particolare attenzione agli eccezionali oggetti in legno; attraverso video e ricostruzioni il visitatore potrà ripercorrere la storia del sito e conoscere la metodologia dello scavo e del recupero dei reperti.

 



Ti potrebbe interessare anche ...

7 risultati

Museo delle Palafitte - Fiavè

Le palafitte di Fiavè, patrimonio mondiale dell'Unesco

SASS - Spazio Archeologico Sotterraneo

Scopri la città sotto la città

Valle di Ledro - Lago di Ledro e palafitta

Museo delle Palafitte - Ledro

A Ledro, un giorno nella Preistoria

Centro Preistoria Marcesina

Centro Preistoria Marcesina - Riparo Dalmeri

Un sito archeologico preistorico di rilevante importanza per la...

Basilica Paleocristiana di San Vigilio

Basilica Paleocristiana di S. Vigilio

Nel Duomo di S. Vigilio furono promulgati i decreti del Concilio di...

Sito archeologico di San Martino

Sito Archeologico di San Martino

Alle Terme di Comano - Trentino - sono stati scoperti recentemente...

Acquafredda

Area archeologica Acqua Fredda

Al Passo del Redebus si trova questo importante sito di lavorazione...

Museo delle Palafitte - Fiavè

Nel Museo oggetti in legno e alimenti incredibilmente intatti dopo quasi 4 mila anni

Leggi tutto ...

SASS - Spazio Archeologico Sotterraneo

2000 anni di storia custoditi nel sottosuolo di Trento

Leggi tutto ...
Valle di Ledro - Lago di Ledro e palafitta

Museo delle Palafitte - Ledro

Alla scoperta della preistoria

Leggi tutto ...
Centro Preistoria Marcesina

Centro Preistoria Marcesina - Riparo Dalmeri

Un sito archeologico preistorico di rilevante importanza per la storia trentina ed europea.

Leggi tutto ...
Basilica Paleocristiana di San Vigilio

Basilica Paleocristiana di S. Vigilio

Nel Duomo di S. Vigilio furono promulgati i decreti del Concilio di Trento.

Leggi tutto ...
Sito archeologico di San Martino

Sito Archeologico di San Martino

Alle Terme di Comano - Trentino - sono stati scoperti recentemente sul Monte di San Martino resti archeologici di un antico insediamento fortificato...

Leggi tutto ...
Acquafredda

Area archeologica Acqua Fredda

Al Passo del Redebus si trova questo importante sito di lavorazione dei metalli

Leggi tutto ...
0 risultati
0 risultati
0 risultati
0 risultati