Percorso n.4 - Spaventapasseri - Baselga San Mauro

Passeggiata • Altopiano di Pine' e Valle di Cembra

Passeggiata Percorso consigliato

Percorso n.4 - Spaventapasseri - Baselga San Mauro

Passeggiata · Altopiano di Pinè, Valle di Cembra
Logo Ufficio Turistico Altopiano di Piné e Valle di Cembra
Responsabile del contenuto
Ufficio Turistico Altopiano di Piné e Valle di Cembra Partner verificato  Explorers Choice 
  • Foto: A. Monticelli, Ufficio Turistico Altopiano di Piné e Valle di Cembra
m 1000 900 800 700 6 5 4 3 2 1 km

Itinerario sul tracciato storico che si percorreva per raggiungere le cave di porfido di San Mauro partendo da Baselga di Piné e passando per Tressilla.

media
Lunghezza 6,8 km
2:05 h.
248 m
248 m
1.023 m
776 m

Terzo itinerario tra i percorsi del progetto "Dal chicco al campo... con gli spaventapasseri" realizzati dai bambini dell’Istituto Comprensivo dell’Altopiano di Piné, il cui scopo è quello di unire la conoscenza del territorio al contatto con la natura e con le tradizioni dell'Altopiano.
Partendo dal centro storico di Baselga di Piné, l’itinerario attraversa il paese di Tressilla per poi giungere nella zona artigianale di San Mauro, dove ancora oggi si lavora il porfido trentino, elemento primario che caratterizza e identifica l’abitato. Si tratta di un piccolo paesino, isolato da tutte le altre frazioni del pinetano, ma che custodisce in sé molti tesori, tra cui la chiesa di San Mauro, la più antica di tutto l’Altopiano.

Consiglio dell'autore

Itinerario molto semplice da fare tranquillamente a piedi o in bicicletta, solo un punto ripido fa rallentare il passo.

Immagine del profilo di Responsabile A.p.T Piné Cembra SS
Autore
Responsabile A.p.T Piné Cembra SS
Ultimo aggiornamento: 12.10.2022
Difficoltà
media
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
1.023 m
Punto più basso
776 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Tipo di strada

Asfalto 17,29%Strada sterrata 7,83%Sentiero 1,73%Strada 10,74%Sconosciuto 62,38%
Asfalto
1,2 km
Strada sterrata
0,5 km
Sentiero
0,1 km
Strada
0,7 km
Sconosciuto
4,2 km
Mostra il profilo altimetrico

Indicazioni sulla sicurezza

 LE 10 REGOLE PER GLI ESCURSIONISTI

  • Studiate e preparate bene il vostro itinerario
  • Scegliete un percorso adatto alla vostra condizione fisica
  • Portate vestiti ed attrezzatura idonei
  • Consultate il bollettino metereologico
  • Partire da soli è rischioso, portate con voi il cellulare
  • Lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro
  • Se non siete sicuri, non esitate ad affidarvi ad un professionista
  • Fate attenzione alle indicazioni e alla segnaletica che trovate sul percorso
  • In caso di stanchezza o di problemi, non esitate a tornare sui vostri passi
  • In caso di incidente chiamate il numero 112

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Consigli e raccomandazioni aggiuntive

Per ulteriori informazioni e contatti:

Ufficio Turistico Piné Cembra - Tel. +39 0461 557028 - info@visitpinecembra.it – www.visitpinecembra.it

Partenza

Baselga di Piné (974 m)
Coordinate:
DD
46.134088, 11.249850
DMS
46°08'02.7"N 11°14'59.5"E
UTM
32T 673788 5111406
w3w 
///educata.rifarlo.agili
Mostra sulla mappa

Arrivo

Baselga di Piné

Direzioni da seguire

Partendo dagli uffici dell’Apt si attraversa completamente il centro di Baselga passando dall’area pedonale fino ad arrivare quasi al cimitero, dal quale si può vedere l’orto delle scuole elementari dove si incontra il primo spaventapasseri dell’itinerario. Da qui si sale per l’antica stradina di ciottoli in direzione della vecchia pieve, e prima di raggiungerla, all’incrocio con una strada pianeggiante proveniente da sinistra si imbocca quest’ultima. La si segue ammirando il panorama sugli abitati di Baselga e Tressilla oltre che sulla parte bassa di Miola e sul dos di Vigo con la caratteristica chiesetta fino ad arrivare ad una curva molto accentuata verso sinistra con un accesso agricolo. Entrando per qualche passo su questo accesso, sulla destra si può vedere il campo custodito dal secondo spaventapasseri. A questo punto si ritorna sulla strada asfaltata e si continua a scendere fino a raggiungere l’antica chiesetta di Tressilla dedicata alla patrona Santa Lucia. Proprio difronte ad essa si imbocca sulla destra scendendo la strada che porta fino alla zona artigianale e che un tempo attraversava le cave. Arrivati all’incrocio con la nuova strada della zona artigianale si sale a destra alla ricerca del terzo spaventapasseri. Si ridiscende quindi tornando sui propri passi e superando l’incrocio da cui si è venuti si prosegue verso la strada provinciale che porta a Trento fino a che sulla destra non si trovano le indicazioni per il percorso ciclabile che conduce a San Mauro. Qui inizia subito una ripida discesa che attraversa gli appezzamenti agricoli degli abitanti della piccola frazione e si congiunge poi  perpendicolarmente con la strada moderna. Si segue quest’ultima girando verso destra e si incontrano le prime case. Si attraversa il caratteristico paese un tempo abitato quasi esclusivamente dagli addetti all’estrazione del porfido ed il cui paesaggio è ancora oggi dominato da questa pietra. Arrivati all’estremo opposto, dove ancora sorge l’edificio che ospitava le scuole elementari, si segue la strada che girando verso destra inizia ad inerpicarsi verso la più antica chiesetta dell’Altipiano. Circa a metà della salita si incontra l’ultimo spaventapasseri del percorso. A questo punto si prosegue verso la chiesa e dopo essere entrati nel sagrato si attraversa l’antico cimitero posto alla sua sinistra (la destra di chi osserva la chiesa), uscendo poi dal retro ed imboccando uno storico sentiero sorretto da muretti a secco rigorosamente fatti in porfido. In fondo a questo sentiero si ritorna sulla strada principale dalla quale si è arrivati e ripercorrendo il tragitto a ritroso si sale nuovamente fino al limitare di Tressilla. Da qui si prosegue dritti costeggiando l’autolavaggio e attraversando l’abitato tenendo la destra al capitello di San Rocco e la sinistra all’incrocio successivo fino ad arrivare alla segheria proprio sotto le scuole elementari. Si prosegue lungo la strada che salendo conduce nuovamente a Baselga e ripercorrendo il centro si torna al punto di partenza.

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Coordinate

DD
46.134088, 11.249850
DMS
46°08'02.7"N 11°14'59.5"E
UTM
32T 673788 5111406
w3w 
///educata.rifarlo.agili
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Attrezzatura

Scarpe da ginnastica o da trekking, giacca impermeabile, acqua, crema solare.

Percorsi consigliati nei dintorni

  • Percorso n.1 - Spaventapasseri - Baselga Faida
  • Itinerario del lago di Serraia - Lago delle Piazze
  • Giro dei laghi dell'Altopiano
  • Sapori e relax lungo i laghi di Piné
  • Itinerario Riserva Naturalistica del Laghestel
  • Giro di Bedolpian- il Laghetto delle Rane e la Bellavista
  • Geotrekking - Dosso di Costalta
 Questi consigli sono stati generati automaticamente dal sistema.
Difficoltà
media
Lunghezza
6,8 km
Durata
2:05 h.
Salita
248 m
Discesa
248 m
Punto più alto
1.023 m
Punto più basso
776 m
Percorso ad anello Adatto a famiglie e bambini Rilevanza culturale/storica Percorso consigliato Dog-friendly Clima salubre

Statistiche

  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri
Lunghezza  km
Durata : ore
Salita  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio


Cosa vedere ...

588 risultati
40 - Giro dei Forti | © Azienda per il Turismo Alpe Cimbra

40 - Giro dei Forti

Chiesetta di S. Giustina | © Garda Trentino

Al Molin del Peota

Passeggiata Rore (Canal San Bovo) | © APT San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi

Passeggiata Rore (Canal San Bovo)

Senter del Menador | © Unknown

SAT / E201 - Senter del Menador

Passeggiata - Lago Grande | © APT Valsugana e Lagorai

Passeggiata - Lago Grande

30 - Giro del Cherle | © Azienda per il Turismo Alpe Cimbra

30 - Giro del Cherle

Passeggiata alla Madonna di Feles | © Consorzio Turistico - Vigolana

Passeggiata alla Madonna di Feles

Nei pressi di Pradel | © APT Dolomiti di Brenta e Paganella

Molveno-Pradél

© Azienda per il Turismo Alpe Cimbra

40 - Giro dei Forti

Nel corso del primo grande conflitto mondiale (1914-1918) l'Alpe...

Leggi tutto ...
Chiesetta di S. Giustina | © Garda Trentino

Al Molin del Peota

Una passeggiata che attraversa la campagna e le boscaglie della...

Leggi tutto ...
© APT San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi

Passeggiata Rore (Canal San Bovo)

Leggi tutto ...
Senter del Menador | © Unknown

SAT / E201 - Senter del Menador

È la via più antica tra Levico e l'Altopiano di Vézzena,...

Leggi tutto ...
© APT Valsugana e Lagorai

Passeggiata - Lago Grande

Passeggiata molto semplice che si sviluppa tutta al limite della...

Leggi tutto ...
© Azienda per il Turismo Alpe Cimbra

30 - Giro del Cherle

Il dosso del Cherle, tra l'alta Val d'Astico e l'altopiano dei...

Leggi tutto ...
Passeggiata alla Madonna di Feles | © Consorzio Turistico - Vigolana

Passeggiata alla Madonna di Feles

Leggi tutto ...
Nei pressi di Pradel | © APT Dolomiti di Brenta e Paganella

Molveno-Pradél

Breve passeggiata, di media difficoltà, nei boschi tra Molveno e...

Leggi tutto ...

Passeggiata