Monte Mulaz – Pale di San Martino

Si tratta di uno dei percorsi più classici ed appaganti delle Pale di San Martino, in ambiente superbo e di grande fascino.

Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino

Gruppo Montuoso: Pale di San Martino
Località partenza: Passo Rolle
Lunghezza: 14.80km
Esposizione: Prevalentemente Ovest

Accesso:
Raggiungere Passo Rolle per la SS50 del Rolle sia provenendo dalla Val di Primiero che dalla Val di Fiemme. Poco prima del passo (versante di San Martino di Castrozza) si lascia l'auto nel parcheggio presso la partenza dell'impianto di risalita “Castellazzo” (tappetto a rullo).

Località Itinerario:
Passo Rolle (impianti “Castellazzo” - 1980m); Passo Costazza (2174m); Val Venegia (1930m); Passo Mulaz (2619m); Monte Mulaz (2906m) e ritorno

Introduzione:

Si tratta di uno dei percorsi più classici ed appaganti delle Pale di San Martino, in ambiente superbo e di grande fascino. L'itinerario, inizialmente su terreno poco pendente, si sviluppa su pendii assai ripidi che richiedono ottime doti tecniche nell'avanzamento e nel cambio di direzione. Per questo l'itinerario scialpinistico si adatti a scialpinisti esperti ed allenati, visto anche il notevole dislivello complessivo. Il percorso va affrontato solo con ottime condizione di stabilità del manto nevoso, che in genere si trovano dopo febbraio. Dal Passo Mulaz si sale verso la vetta solo parzialmente con gli sci; poi si prosegue a piedi, talvolta con ramponi calzati, per raggiungere la suggestiva croce di vetta. Grande percorso da annoverare nel proprio curriculum.

Itinerario:
Dal parcheggio si sale per la stradina che conduce a Baita Segantini, sempre ben battuta, tenendosi a lato. Si raggiunge così il Passo Costazza (2174). Dopo aver tolto le pelli si scende al di là, in direzione Nord-Est, per abbassarsi in Val Venegia fino a raggiungere quota 1970m circa quando si comincia ad avvicinare, mantenendosi in quota, l’evidente pendio che sale al Passo Mulaz. Si imbocca l’ampio vallone che risale i versanti basali del Campanile di Val Grande e che lascia intravedere l'incombere dell'impressionante canalino nord di Cima Bureloni.
Si risale il pendio con ampi cambi di direzione e tenendosi leggermente sulla sua destra. Il terreno si fa sempre più ripido ed i cambi di direzione richiedono ottima tecnica ed attenzione. Si giunge quindi ad una spianata, dove ci si sposta in traverso verso sinistra (direzione Nord-Est). Una serie di rampe, intervallate da brevi tratti meno pendenti, portano al Passo Mulaz (2619m). Dal passo si prosegue leggermente verso nord e poi si volge a sinistra per risalire in direzione Nord-Ovest lungo i pendii della cima posti a sinistra della cresta (faccia a monte). In base alle condizioni del manto nevoso optiamo se tenere o togliere gli sci.
Aggirando l’ultimo tratto roccioso (con un traverso verso destra), si raggiunge, solitamente senza sci, la campana della cima del Monte Mulaz (2906m) – NB: l'ultima tratto può richiedere l'utilizzo dei ramponi in base alla presenza o meno di neve molto dura o ghiaccio. Grandiosi panorami sulle guglie delle Pale di San Martino dove troneggia, alta e slanciata, la parete nord-Ovest di Cima Bureloni.
Si rientra lungo l’itinerario di salita. In base alle condizioni del manto nevoso scegliere la linea di discesa più idonea.

Note:
questo percorso implica di valutare attentamente il bollettino valanghe. Il tratto potenzialmente pericoloso è quello rappresentato dal ripido canalone che sale dalla Val Venegia al Passo Mulaz. Valutate bene il pendio. Un valido consiglio è quello di affrontare la discesa (Sud Ovest) al sole in modo da sfruttare il momento migliore della superficie del manto nevoso (soprattutto in primavera).

Cartografia:

Tabacco n 022 - Pale di San Martino (1:25 000)

Punti di Appoggio - Contatti:
Baita Segantini (sempre aperta) Tel: 0439.68251;
Rifugio Giuseppe Volpi al Mulaz Tel: 0437.592144; chiuso nella stagione invernale (bivacco sempre aperto – 12 posti)
 



Ti potrebbe interessare anche ...

171 risultati
Dosso delle Cavallerie - Col Perpetue

Dosso delle Cavallerie - Col Perpetue

Itinerario che percorre inizialmente la strada di accesso a malga...

Cima Benon

Cima Benon

Questa bella elevazione, particolarmente panoramica, è...

Cima Dossone

Cima Dossone

Percorso tecnicamente facile, ma impegnativo per il grande sviluppo e...

Cima delle Mandrie - Dorsale Sud

Cima delle Mandrie - Dorsale Sud

Cima delle Mandrie è nota soprattutto per l’impegnativa...

Cima Presanella – da Stavel

Cima Presanella – da Stavel

Grandioso itinerario primaverile con salita lunga, in parte ripida....

Cima d'Agola

La salita scialpinistica alla Cima d'Agola presenta un tratto...

Scialpinistica ai Laghi di San Giuliano

Scialpinistica ai Laghi di San Giuliano

Questo bel percorso è percorribile per gran parte dell'inverno...

Discesa in Val Canali

Traversata della Fradusta – Valle del Primiero

La traversata della Fradusta è un percorso unico nel suo...

Pala dei Mughi da Giustino

Pala dei Mughi da Giustino

Percorso che da fondo valle permette l'accesso ad una delle vette...

Val Gelada

Val Gelada

Questa spettacolare classica scialpinistica della Val Rendena ...

Canale Nord Monte Altissimo

Canale Nord Monte Altissimo

Il Monte Altissimo di Nago offre uno dei più bei panorami del...

Cima Palù - Monte Slimber

Cima Palù - Monte Slimber

Bel percorso ad anello che collega Cima Palù con il Monte...

Monte Gronlait da maso Rincher

Monte Gronlait da maso Rincher

Questo percorso alla cima del Monte Gronlait è meno conosciuto...

Monte Paganella

Monte Paganella

Itinerario selvaggio e poco frequentato ma che merita una visita con...

Sass Pordoi, Canale Holzer

Sass Pordoi, Canale Holzer

Il famoso Canale Holzer, particolarmente frequentato dai freeriders i...

Cima Cop di Breguzzo

Con questo percorso lungo, fisicamente impegnativo e tecnicamente...

Dosso delle Cavallerie - Col Perpetue

Dosso delle Cavallerie - Col Perpetue

Itinerario che percorre inizialmente la strada di accesso a malga Tondo e poi prosegue su pendii aperti privi di difficoltà tecniche...

Leggi tutto ...
Cima Benon

Cima Benon

Questa bella elevazione, particolarmente panoramica, è raggiungibile con un percorso selvaggio ed isolato abbastanza lungo e con tratti ripidi...

Leggi tutto ...
Cima Dossone

Cima Dossone

Percorso tecnicamente facile, ma impegnativo per il grande sviluppo e per la difficoltà di individuazione, (per questo si consiglia...

Leggi tutto ...
Cima delle Mandrie - Dorsale Sud

Cima delle Mandrie - Dorsale Sud

Cima delle Mandrie è nota soprattutto per l’impegnativa salita del suo versante Nord.

Leggi tutto ...
Cima Presanella – da Stavel

Cima Presanella – da Stavel

Grandioso itinerario primaverile con salita lunga, in parte ripida. Il percorso conduce sulla Cima Presanella, la vetta più alta del Trentino

Leggi tutto ...

Cima d'Agola

La salita scialpinistica alla Cima d'Agola presenta un tratto alpinistico nel caratteristico canale di accesso al plateau sommitale.

Leggi tutto ...
Scialpinistica ai Laghi di San Giuliano

Scialpinistica ai Laghi di San Giuliano

Questo bel percorso è percorribile per gran parte dell'inverno grazie alla sua favorevole esposizione.

Leggi tutto ...
Discesa in Val Canali

Traversata della Fradusta – Valle del Primiero

La traversata della Fradusta è un percorso unico nel suo genere, a metà tra lo scialpinismo e il moderno freeride.GUARDA IL VIDEO 

Leggi tutto ...
Pala dei Mughi da Giustino

Pala dei Mughi da Giustino

Percorso che da fondo valle permette l'accesso ad una delle vette più caratteristiche e rappresentative del Gruppo di Brenta.

Leggi tutto ...
Val Gelada

Val Gelada

Questa spettacolare classica scialpinistica della Val Rendena rappresenta, insieme al Tour di Cima Serodoli, l’itinerario più ...

Leggi tutto ...
Canale Nord Monte Altissimo

Canale Nord Monte Altissimo

Il Monte Altissimo di Nago offre uno dei più bei panorami del Trentino meridionale, con una vista che abbraccia l'Adamello, il Gruppo di...

Leggi tutto ...
Cima Palù - Monte Slimber

Cima Palù - Monte Slimber

Bel percorso ad anello che collega Cima Palù con il Monte Slimber, passando per la cresta del Passo dei Garofani.

Leggi tutto ...
Monte Gronlait da maso Rincher

Monte Gronlait da maso Rincher

Questo percorso alla cima del Monte Gronlait è meno conosciuto rispetto ai più noti che salgono dalla val dei Mocheni ma non per questo...

Leggi tutto ...
Monte Paganella

Monte Paganella

Itinerario selvaggio e poco frequentato ma che merita una visita con neve abbondante ma da percorrere, solo con condizioni di neve molto ben...

Leggi tutto ...
Sass Pordoi, Canale Holzer

Sass Pordoi, Canale Holzer

Il famoso Canale Holzer, particolarmente frequentato dai freeriders i quali accedono al canale portandosi in quota con la funivia del Sass Pordoi,...

Leggi tutto ...

Cima Cop di Breguzzo

Con questo percorso lungo, fisicamente impegnativo e tecnicamente appagante, si raggiunge la vetta più importante ed alta del grande...

Leggi tutto ...

Sci alpinismo

0 risultati

Sci alpinismo

0 risultati

Sci alpinismo

0 risultati

Sci alpinismo

0 risultati

Sci alpinismo