Monte Mulaz – Pale di San Martino

Si tratta di uno dei percorsi più classici ed appaganti delle Pale di San Martino, in ambiente superbo e di grande fascino.

Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino
Monte Mulaz – Pale di San Martino

Gruppo Montuoso: Pale di San Martino
Località partenza: Passo Rolle
Lunghezza: 14.80km
Esposizione: Prevalentemente Ovest

Accesso:
Raggiungere Passo Rolle per la SS50 del Rolle sia provenendo dalla Val di Primiero che dalla Val di Fiemme. Poco prima del passo (versante di San Martino di Castrozza) si lascia l'auto nel parcheggio presso la partenza dell'impianto di risalita “Castellazzo” (tappetto a rullo).

Località Itinerario:
Passo Rolle (impianti “Castellazzo” - 1980m); Passo Costazza (2174m); Val Venegia (1930m); Passo Mulaz (2619m); Monte Mulaz (2906m) e ritorno

Introduzione:

Si tratta di uno dei percorsi più classici ed appaganti delle Pale di San Martino, in ambiente superbo e di grande fascino. L'itinerario, inizialmente su terreno poco pendente, si sviluppa su pendii assai ripidi che richiedono ottime doti tecniche nell'avanzamento e nel cambio di direzione. Per questo l'itinerario scialpinistico si adatti a scialpinisti esperti ed allenati, visto anche il notevole dislivello complessivo. Il percorso va affrontato solo con ottime condizione di stabilità del manto nevoso, che in genere si trovano dopo febbraio. Dal Passo Mulaz si sale verso la vetta solo parzialmente con gli sci; poi si prosegue a piedi, talvolta con ramponi calzati, per raggiungere la suggestiva croce di vetta. Grande percorso da annoverare nel proprio curriculum.

Itinerario:
Dal parcheggio si sale per la stradina che conduce a Baita Segantini, sempre ben battuta, tenendosi a lato. Si raggiunge così il Passo Costazza (2174). Dopo aver tolto le pelli si scende al di là, in direzione Nord-Est, per abbassarsi in Val Venegia fino a raggiungere quota 1970m circa quando si comincia ad avvicinare, mantenendosi in quota, l’evidente pendio che sale al Passo Mulaz. Si imbocca l’ampio vallone che risale i versanti basali del Campanile di Val Grande e che lascia intravedere l'incombere dell'impressionante canalino nord di Cima Bureloni.
Si risale il pendio con ampi cambi di direzione e tenendosi leggermente sulla sua destra. Il terreno si fa sempre più ripido ed i cambi di direzione richiedono ottima tecnica ed attenzione. Si giunge quindi ad una spianata, dove ci si sposta in traverso verso sinistra (direzione Nord-Est). Una serie di rampe, intervallate da brevi tratti meno pendenti, portano al Passo Mulaz (2619m). Dal passo si prosegue leggermente verso nord e poi si volge a sinistra per risalire in direzione Nord-Ovest lungo i pendii della cima posti a sinistra della cresta (faccia a monte). In base alle condizioni del manto nevoso optiamo se tenere o togliere gli sci.
Aggirando l’ultimo tratto roccioso (con un traverso verso destra), si raggiunge, solitamente senza sci, la campana della cima del Monte Mulaz (2906m) – NB: l'ultima tratto può richiedere l'utilizzo dei ramponi in base alla presenza o meno di neve molto dura o ghiaccio. Grandiosi panorami sulle guglie delle Pale di San Martino dove troneggia, alta e slanciata, la parete nord-Ovest di Cima Bureloni.
Si rientra lungo l’itinerario di salita. In base alle condizioni del manto nevoso scegliere la linea di discesa più idonea.

Note:
questo percorso implica di valutare attentamente il bollettino valanghe. Il tratto potenzialmente pericoloso è quello rappresentato dal ripido canalone che sale dalla Val Venegia al Passo Mulaz. Valutate bene il pendio. Un valido consiglio è quello di affrontare la discesa (Sud Ovest) al sole in modo da sfruttare il momento migliore della superficie del manto nevoso (soprattutto in primavera).

Cartografia:

Tabacco n 022 - Pale di San Martino (1:25 000)

Punti di Appoggio - Contatti:
Baita Segantini (sempre aperta) Tel: 0439.68251;
Rifugio Giuseppe Volpi al Mulaz Tel: 0437.592144; chiuso nella stagione invernale (bivacco sempre aperto – 12 posti)
 



Vedi anche ...

171 risultati
Sasso Alto

Sasso Alto

La salita al Sasso Alto nelle Dolomiti di Brenta è un...

Cima d'Asta

Cima d'Asta

La slanciata Cima d’Asta è la vetta più importante del gruppo...

Cima Lac

Cima Lac

Il panorama è di tutto rispetto grazie alla sua posizione...

Cima Juribrutto

Cima Juribrutto

La gita a Cima Juribrutto risulta uno dei percorsi classici della...

Corno di Senaso

Corno di Senaso

Itinerario scialpinisitico lungo ed impegnativo, in ambiente...

Cima d'Arnò

Classico percorso scialpinistico attraverso la lunga e selvaggia val...

Cima Quaira da sud

Cima Quaira da sud

La salita a Cima di Quaira dal versante sud (Trentino) non risulta...

Cima di Palù – Monte Conca – Monte Rujoch

Cima di Palù – Monte Conca – Monte Rujoch

L’itinerario che tocca Cima Palù, Monte Conca e il...

Cima Monoccola

Cima Monoccola

Itinerario poco frequentato che percorre la splendida e selvaggia val...

Cima Fravort da Roveda

Cima Fravort da Roveda

L’itinerario sci-alpinistico al Monte Fravort, con partenza da...

Monte Altissimo da Malga Meda

Monte Altissimo da Malga Meda

Spettacolare elevazione nelle Prealpi Ledrensi che si può...

Scialpinismo sulla Busa Grana

Scialpinismo sulla Busa Grana

Sulle tracce di “Zanna Bianca” nelle selvagge foreste dei...

Monte Corona

Monte Corona

l'itinerario di scialpinismo attraverso la Val Bondone fino alla...

Monte Bruffione da Val Aperta

Monte Bruffione da Val Aperta

Spettacolare tour con gli sci da scialpinismo che si snoda lungo una...

Scialpinismo sulla Presanella

Scialpinismo sulla Presanella

Un’ avventura di due giorni tra i ghiacci

Cima Roma

Cima Roma

Il panorama spettacolare, presenza di neve per l'intera stagione, la...

Sasso Alto

Sasso Alto

La salita al Sasso Alto nelle Dolomiti di Brenta è un itinerario impegnativo che si sviluppa in grandioso ambiente dolomitico e per questo...

Leggi tutto ...
Cima d'Asta

Cima d'Asta

La slanciata Cima d’Asta è la vetta più importante del gruppo Lagorai-Cima d’Asta e dalla sua cuspide granitica si gode di un impareggiabile...

Leggi tutto ...
Cima Lac

Cima Lac

Il panorama è di tutto rispetto grazie alla sua posizione d'angolo tra la Val di Rabbi e la Val di Sole

Leggi tutto ...
Cima Juribrutto

Cima Juribrutto

La gita a Cima Juribrutto risulta uno dei percorsi classici della zona, con salita costante ma non difficile e discesa perfettamente sciabile.

Leggi tutto ...
Corno di Senaso

Corno di Senaso

Itinerario scialpinisitico lungo ed impegnativo, in ambiente grandioso, solitario e raramente frequentato

Leggi tutto ...

Cima d'Arnò

Classico percorso scialpinistico attraverso la lunga e selvaggia val d'Arnò. La prima parte del tragitto percorre la strada forestale che...

Leggi tutto ...
Cima Quaira da sud

Cima Quaira da sud

La salita a Cima di Quaira dal versante sud (Trentino) non risulta molto frequentata e tuttavia si rivela molto suggestiva e panoramica.

Leggi tutto ...
Cima di Palù – Monte Conca – Monte Rujoch

Cima di Palù – Monte Conca – Monte Rujoch

L’itinerario che tocca Cima Palù, Monte Conca e il Rujoch è uno dei percorsi sicalpinistici più entusiasmanti e completi...

Leggi tutto ...
Cima Monoccola

Cima Monoccola

Itinerario poco frequentato che percorre la splendida e selvaggia val del Leno, laterale della val Daone. L’itinerario è di discreto...

Leggi tutto ...
Cima Fravort da Roveda

Cima Fravort da Roveda

L’itinerario sci-alpinistico al Monte Fravort, con partenza da Tingherla, si rivela molto bello, panoramico e sciisticamente appagante.

Leggi tutto ...
Monte Altissimo da Malga Meda

Monte Altissimo da Malga Meda

Spettacolare elevazione nelle Prealpi Ledrensi che si può “vivere” al meglio proprio d'inverno attraverso l'itinerario che solca...

Leggi tutto ...
Scialpinismo sulla Busa Grana

Scialpinismo sulla Busa Grana

Sulle tracce di “Zanna Bianca” nelle selvagge foreste dei Lagorai

Leggi tutto ...
Monte Corona

Monte Corona

l'itinerario di scialpinismo attraverso la Val Bondone fino alla vetta del Monte Corona si può considerare una delle classiche invernali delle...

Leggi tutto ...
Monte Bruffione da Val Aperta

Monte Bruffione da Val Aperta

Spettacolare tour con gli sci da scialpinismo che si snoda lungo una delle più selvagge e solitarie valli laterali della Val del Chiese.

Leggi tutto ...
Scialpinismo sulla Presanella

Scialpinismo sulla Presanella

Un’ avventura di due giorni tra i ghiacci

Leggi tutto ...
Cima Roma

Cima Roma

Il panorama spettacolare, presenza di neve per l'intera stagione, la relativa sicurezza del percorso, sono gli elementi che hanno contribuito a...

Leggi tutto ...

Sci alpinismo

0 risultati

Sci alpinismo

0 risultati

Sci alpinismo

0 risultati

Sci alpinismo

0 risultati

Sci alpinismo