Rovereto, mai perderla di visita

  • 2 Giorni
  • Marzo , Aprile , Maggio , Giugno , Luglio , Agosto , Settembre , Ottobre , Novembre , Dicembre
  • Arte ed Eventi

Passeggiando nella Città della Pace tra arte, storia, scienza e buon gusto

1

Mattino

VEDI LA MAPPA

Se viaggiate in treno, Corso Rosmini è il viale alberato che vi accoglierà al vostro arrivo. Dopo aver depositato i bagagli in una delle strutture raggiungibili a piedi dalla stazione – albergo, B&B, ostello - fate una passeggiata nel centro storico, tra piazze, vie e campielli dal sapore veneziano. Curiosate tra le botteghe artigiane e concedetevi un caffè con vista sull’incantevole Piazza delle Erbe, prima di andare verso Corso Bettini, l’elegante via che conduce al Mart. Una volta raggiunta la piazza coperta del Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Rovereto, scattate qualche foto alla cupola di Mario Botta, prima di decidere da quale mostra iniziare il percorso di visita. All’uscita, stuzzicate l’appetito con le bollicine di TrentoDoc. Dove? In uno degli accoglienti locali del centro storico, dall’Enoteca Stappomatto, all’Osteria del Pettirosso, fino al Caffè Demin di via Dante.

2

Pomeriggio

VEDI LA MAPPA

Per pranzo scegliete tra l’eleganza trendy del ristorante Tema, a due passi dal Mart e l’accoglienza familiare di Enrica, che gestisce la pizzeria affacciata sul torrente Leno. Fate due passi per digerire, passando dalla Casa dei Turchi, curiosità architettonica di Rovereto. Sarete quindi pronti per ripercorrere le vicende della storia, attraversando le sale del castello trecentesco che fu di proprietà dei Castelbarco. L’antica fortezza oggi ospita il Museo Storico Italiano della Guerra, che da più di novant’anni raccoglie armi e uniformi, fotografie ed opere pittoriche, documenti e cimeli relativi alla Prima Guerra Mondiale. Non perdetevi la vista della città dalla terrazza panoramica!

3

Sera

VEDI LA MAPPA
Cosa vedere

È quasi ora di cena, ricordate che in Trentino si mangia presto! A seconda della stagione, scegliete tra il menù degustazione del ristorante al Trivio, i canederli al grano saraceno del ristorante alla Roza o il carrello dei bolliti e lo strudel di mele, specialità del Novecento. Prima di andare a dormire, date un occhio al programma dei festival internazionali che da aprile ad ottobre animano la città della Pace, con biglietto ridotto per i possessori della TrentoRovereto card! Se invece è una bella sera d’estate, salite a piedi alla Campana dei caduti (i più pigri sappiano che è disponibile anche l’opzione autobus – linea 7). La mezzora di cammino verrà ripagata dall’emozione di ascoltare i cento rintocchi della più grande campana al mondo che suoni a distesa. Siate puntuali però: la campana suona ogni sera da metà giugno a metà settembre allo scoccare delle 21:30!

Dopo colazione, dirigetevi verso Borgo Santa Caterina, alla scoperta dei mille volti della scienza. Il museo civico di Rovereto, uno dei più antichi in Italia, vi sorprenderà con le sue collezioni di archeologia e arte, botanica e zoologia, numismatica, scienze della terra e astronomia. Scoprite i misteri del cielo, varcando l’ingresso del Planetario nel giardino del museo.
Se cercate un goloso souvenir di viaggio, deliziatevi con le originali proposte di Walter Tomio, anima pulsante dell’enocioccoteca Exquisita. Memorabili le praline dedicate al Mart e quelle nate in omaggio a Mozart, così come la colomba al moscato rosa. Se al dolce preferite il salato, non saprete resistere alla tentazione di provare la pasta fresca della bottega artigiana di via Rialto. Avete ancora un paio d’ore prima di rientrare a casa? Allora non perdete l’occasione di visitare Casa d’Arte Futurista Depero, unico esempio di museo fondato da un futurista, con dipinti, tarsie in panno, mobili, suppellettili in “buxus”, giocattoli e prodotti d'arte applicata.