L'ultimo giorno di pace. 27 luglio 1914

Organizzata dalla Società di Studi Trentini di Scienze Storiche

Dopo la consueta pausa invernale, il 14 marzo 2015 riaprirà il Museo di Riva del Garda con i suoi spazi espositivi permanenti dedicati alla Pinacoteca, all'Archeologia e alla Storia, e con le mostre temporanee che accompagneranno visitatori e visitatrici attraverso il nuovo anno.

Lo sguardo sul paesaggio storico e contemporaneo - indagato dalle diverse angolature che comprendono le discipline della fotografia, della pittura, del disegno e della ricerca storico-scientifica - è una delle impronte più marcate che contraddistinguono l'attività espositiva e di ricerca del MAG.
Anche il 2015 sarà permeato di questa materia, la quale attraverserà i diversi ambiti della progettazione artistica, dello studio del territorio e della produzione editoriale.

L'inaugurazione della stagione 2015 è prevista per venerdì 13 marzo 2015 alle ore 18.00, quando il Museo di Riva del Garda svelerà al pubblico il primo nucleo di mostre temporanee ideate per l'anno in corso.

La sezione Storia del Museo ospiterà infine L'ultimo giorno di pace. 27 luglio 1914, a cura di Quinto Antonelli, Fabio Bartolini, Mauro Grazioli, Mirko Saltori. Organizzata dalla Società di Studi Trentini di Scienze Storiche, la mostra sarà integrata in questa sua esposizione rivana da un nucleo di approfondimenti sulla vita politica e sociale nelle comunità del Basso Sarca.