Doni Preziosi

Immagini e oggetti dalle collezioni del Castello del Buonconsiglio di Trento

Dopo la prima tappa che si è tenuta al Castello del Buonconsiglio di Trento ora la rassegna, dedicata al tema del dono nell’arte, approda in Val Di Sole nel maestoso Castello di Caldes. La rassegna propone un'articolata selezione di preziose opere d'arte provenienti dalle collezioni museali del Castello del Buonconsiglio, accomunate da un comune filo conduttore: il dono nell’arte.

In questa mostra, allestita nelle sale del terzo piano di  Castel Caldes, il dono viene  visto come chiave di lettura della società che ne ha fatto espressione di affetti privati o strumento dei più delicati rapporti diplomatici. Doni nuziali come un raro cofanetto tardomedievale in avorio e osso, cassoni in legno lavorati ed intagliati, delicati ventagli, raffinate medaglie, lussuose tabacchiere, posti in collegamento con dipinti raffiguranti i Re Magi nell’atto porgere i doni al Bambino Gesù, oppure san Martino che dona il proprio mantello al povero, sono solo alcune opere che si potranno ammirare fino al 18 ottobre 2015.

È un’occasione per vedere in anteprima, in attesa della fine dei lavori di restauro, l'imponente maniero della valle di Sole. Posto all'imbocco della Val di Sole e affacciato sul fiume Noce, il maestoso maniero domina il vicino paese di Caldes. L'aspetto attuale del castello è il risultato di varie fasi architettoniche iniziate nel Duecento e proseguite fino al XVI secolo. Tra il 1230 e il 1235 fu realizzato il primo nucleo, una torre a cinque piani che fungeva anche da residenza, realizzata per volere di Rambaldo ed Arnoldo da Cagnò. Era utilizzata, insieme alla sovrastante Rocca di Samoclevo, per il controllo dei traffici commerciali della Val di Sole. Nel 1464 la "casa torre" passò alla famiglia Thun che la ampliò, aggiungendo ulteriori corpi di fabbrica che hanno conferito all'edificio l'aspetto attuale.

 
INGRESSO LIBERO
 
 

19 e 20 settembre 2015 | 10.00-16.30


Un dono per te!

Attività per famiglie alla scoperta della mostra "Doni preziosi"