Concerto della Memoria e del Dialogo

Lingue, suoni, persone - Per il Giorno della Memoria

Per il Giorno della Memoria, la ricorrenza internazionale che ogni anno, nel giorno della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz (avvenuta il 27 gennaio 1945), commemora le vittime dell'Olocausto, il Comune di Riva del Garda presenta il «Concerto della memoria e del dialogo»: una narrazione in cui tre personaggi raccontano la tragedia della Shoah dal loro punto di vista: un testimone dei campi di concentramento, uno storico che non vuole che si cancelli la memoria dei fatti e il tragico personaggio che stava «dall’altra parte», ovvero l’aguzzino, ormai cancellato dalla storia. Domenica 24 gennaio all'auditorium del Conservatorio con inizio alle ore 17.30 e ingresso libero.

Il fulcro del concerto, per cui è stato scelto il sottotitolo Lingue, suoni, persone, è l’opera “Tre corpi”, un melologo (forma che unisce la musica con la recitazione) scritto per l’occasione dagli scrittori Giulio Mozzi e Demetrio Paolin e musicato nelle sue tre parti da tre compositori, Stefano Bonilauri, Claudio Rastelli e Nicola Straffelini.

Simone Maretti è la voce recitante che accompagnerà il pubblico in un percorso difficile ma catartico, mentre alcuni studenti del liceo Andrea Maffei leggeranno altri testi legati al tema della Shoah, avvolti da musiche nazionali ungheresi, slovacche, jiddish, eseguite dall’ensemble AdM con il contralto Alessandra Visentin.

Le letture sono a cura degli studenti del liceo «Andrea Maffei» di Riva del Garda Valentina Cobelli, Linda Graniero, Giulia Leccese, Cesare Straffelini e Isabel Zamboni. L'iniziativa è organizzata dall’associazione Quadrivium in collaborazione con gli «Amici della musica» di Modena, nell'àmbito della rassegna «Vociferazioni».

Lunedì 25 gennaio gli scrittori Giulio Mozzi e Demetrio Paolin, assieme ad alcuni musicisti protagonisti dello spettacolo, incontreranno gli alunni del liceo per approfondire e discutere i temi portanti del concerto.