Vacanze Sicure in Trentino: come ci prendiamo cura di te

Il Trentino è aperto e pronto ad accoglierti.

Nelle nostre guide puoi scoprire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari

Mostra: "Su pei monti a guerreggiar, Guerra 1914-1918"

Esposizione di fotografie, armi, munizioni, divise ed oggetti d'uso comune

Sul Fronte dei Ricordi | © Foto Apt Val di Fassa
Sul Fronte dei Ricordi | © Foto Apt Val di Fassa
Sul Fronte dei Ricordi | © Foto Apt Val di Fassa
Sul Fronte dei Ricordi | © Foto Apt Val di Fassa
Sul Fronte dei Ricordi | © Foto Apt Val di Fassa
Sul Fronte dei Ricordi | © Foto Apt Val di Fassa

L'associazione storica "Sul fronte dei ricordi" ha realizzato in un ambiente caratteristico denominato "Stala de la Nenola", nella frazione di Someda, una mostra di cimeli rinvenuti durante i lavori di recupero della prima linea del fronte Costabella, Monzoni e Cima Bocche.

La mostra espone armi, munizioni, divise ed oggetti d'uso comune, oltre ad illustrare il contesto del paese di Moena che per quasi tre anni rimase a diretto contatto con la prima linea. All'interno dell'esposizione sono stati ricostruiti alcuni elementi tipici del fronte: un nido di mitragliatrice, una trincea, una camerata.

Orari estate: da luglio a metà settembre, mercoledì (dalle 10 alle 12.30) e venerdì (dalle 17.00 alle 19.00). Per eventuali visite fuori orario e in altri periodi (per gruppi di min. 10 persone) è possibile contattare il presidente dell'associazione, Livio Defrancesco.

Come raggiungere la mostra: in macchina (parcheggi liberi nelle vicinanze della chiesa di San Rocco) o a piedi dal centro paese (30 minuti circa).

Oltre alla mostra fotografica, è possibile visitare, solo esternamente, il Forte di Someda. Si prosegue a piedi lungo Strada de Sèn Roch, uscendo ben presto dall’abitato. Si costeggia dall’alto il rio San Pellegrino fino a raggiungere la recinzione dell’edificio. Il forte, a pianta quadrangolare, compatta e massiccia, venne costruito dal Genio militare austro-ungarico nel 1898. Ritenuto non adatto a scopi bellici, nel 1915 venne convertito a magazzino militare, mentre l’armamento (cannoni, obici e mitragliatrici) fu trasferito al San Pellegrino. Sono stati ripristinati anche i sentieri che conducono ai resti di postazioni lungo la parete nord-ovest, alle spalle del forte.



Vedi anche ...

123 risultati
Cosa vedere a Trento con i bambini, Muse Museo delle Scienze

MUSE - Museo delle Scienze

La scienza ti stupisce al MUSE

Forte Cadine Bus de Vela

Suggestive installazioni multimediali

Museo di Scienze e Archeologia di Rovereto

Il sapere come non lo avete mai visto

Vallagarina - Rovereto - Mart

Mart

Al centro dell'arte di oggi

Respirart Pampeago

Il Parco d'arte in quota

Base Tuono

Nel bunker del dottor Stranamore

Campana dei Caduti

Rovereto, per chi suona la Campana della Pace

Valsugana - Val di Sella - Arte Sella

Arte Sella

Alle radici della creatività

Cosa vedere a Trento con i bambini, Muse Museo delle Scienze

MUSE - Museo delle Scienze

A Trento il museo realizzato da Renzo Piano

Leggi tutto ...

Forte Cadine Bus de Vela

La fortificazione a difesa della città di Trento è stata da poco restaurata

Leggi tutto ...

Museo di Scienze e Archeologia di Rovereto

Il Museo è uno dei più antichi in Italia ma fra i più moderni per le sue attività

Leggi tutto ...
Vallagarina - Rovereto - Mart

Mart

L’esperienza dell’arte nel cuore del Trentino

Leggi tutto ...

Respirart Pampeago

Il Parco d'arte in quota

Leggi tutto ...

Base Tuono

Ex base missilistica NATO, museo unico in Europa

Leggi tutto ...

Campana dei Caduti

Batte cento rintocchi ogni sera al tramonto

Leggi tutto ...
Valsugana - Val di Sella - Arte Sella

Arte Sella

Opere e creazioni di arte contemporanea nella natura

Leggi tutto ...

Musei

0 risultati

Musei

0 risultati

Musei

0 risultati

Musei

0 risultati

Musei