Castel Romano

Castel Romano è un affascinante rudere a Pieve di Bono, circondato da leggende e mistero.

Castel Romano

Castel Romano fu costruito nel XII secolo con lo scopo di presidiare la via che collegava il Bresciano alle Giudicarie. La maestosa torre rettangolare, che domina la valle del fiume Chiese, è la testimonianza di come fosse una struttura importante da un punto di vista strategico. Andò incontro a un progressivo degrado quando i conti Lodron trasferirono il loro potere in altre zone del Trentino, in Austria e in Baviera. Subì anche l’affronto di essere trasformato, agli inizi del XX secolo, in un deposito per il fieno. Colpito duramente da cannonate durante il primo conflitto mondiale, Castel Romano racconta ugualmente il proprio passato: i cruenti scontri tra i Milanesi e Veneziani con i relativi piccoli intrighi (XV secolo), il passaggio a feudo vescovile, l´occupazione a opera di truppe garibaldine (1866).
Degli affreschi che ricoprivano le sale residenziali oggi, purtroppo, se ne conserva solo uno, quattrocentesco, riferito a uno scontro tra armati. Ma è comunque grande il fascino che il castello trasmette ancora adesso, forse per le leggende che lo circondano: secondo la più famosa la contessa Dina Lodron invitava qui i più bei giovani del dominio per poi ucciderli. Fortunatamente ci pensò un prete a fare giustizia ed a liberare le comunità dal maleficio, uccidendo la contessa.