Valle San Nicolò - Zona Speciale di conservazione

Spettacolari patrimoni UNESCO, relitti glaciali, fiori rari e rigogliosi pascoli per un’esperienza emozionante nell’anima delle Dolomiti

Splendide cembrete a picco su rupi pittoresche. Sculture geologiche, foreste di larici e abeti in cui risuonano i richiami dei picchi e la voce di cacciatori esperti come l’astore. E salendo in quota è talvolta possibile scorgere la sagoma fuggevole di specie più piccole e timide, come l’ermellino, la martora o il francolino di monte. Innumerevoli specie si nascondono negli anfratti, tra le rocce in foreste ombrose, poi su, fino ad arrivare nel regno aereo dell’aquila reale.  Sono molti gli abitanti di questa preziosa area protetta, che si sviluppa dai pascoli di fondovalle alle rupi in quota, ad ogni ambiente attraversato specie animali peculiari. Merita una visita lenta questa valle delle meraviglie, magari un po’ camminando e un po’ pedalando con HIKE AND BIKE, iniziativa per esplorare il territorio, ideata dai gestori degli impianti di risalita. Partendo da Pozza di Fassa e salendo verso Buffaure con gli impianti, si può compiere la spettacolare traversata godendosi il panorama su Marmolada e Latemar. Si scende poi con gli impianti verso Canazei, dove si trovano le biciclette con cui rientrare a Pozza lungo una facile pista ciclabile.

Vai alla Rete di Riserve della Val di Fassa