Sulle sponde dei laghi di montagna, a tu per tu con trote e salmerini

Fly Fishing in 5 laghi alpini, da raggiungere rigorosamente a piedi

Pescare nei laghi del Trentino non significa solo fare due lanci in acque calme, limpide, generalmente fredde e ricche di fauna ittica. È molto di più. È un’immersione totale nella natura delle Alpi Italiane, che richiede anche un piccolo sacrificio, ampiamente ripagato dal contesto in cui trascorrerai la tua giornata di pesca.

I laghi che ti consigliamo qui sotto infatti, sono piccoli specchi d’acqua di montagna che puoi raggiungere solo con una passeggiata più o meno lunga attraverso sentieri alpini: tra boschi, alpeggi e panorami selvaggi. Non ci arrivi in auto, perché sono poco frequentati, nascosti tra le montagne, ed è proprio questo che li rende ideali per pescare. Quindi allaccia gli scarponi da trekking, prendi canna e mosche e seguici, siamo sicuri che non resterai deluso!

Lago di San Giuliano
#1

Lago di San Giuliano

Si trova in val Rendena, a pochi chilometri da Madonna di Campiglio, a 1938 metri di altitudine. Le sue acque sono di colore blu intenso, in contrasto con il bianco dei ghiacciai del Carè Alto che si stagliano sullo sfondo. Qui nuotano trote fario, salmerini alpini e salmerini di fonte. Ci arrivi con una passeggiata di circa un’ora e mezza, partendo da Malga Campo, sopra Caderzone Terme.

Lago di Copidello
#2

Lago di Copidello

Nel cuore della val Daone, conosciuta come “Il Canada del Trentino”, trovi questo laghetto di montagna, dalle acque verde smeraldo, circondato dai boschi. Qui nuotano trote fario e salmerini di fonte dai colori infuocati. Ci arrivi con una passeggiata di circa un’ora e mezza lungo un sentiero ben segnalato, partendo al piede della diga di malga Bissina. Nelle ore centrali della giornata, la pesca a mosca secca la fa da padrona con i salmerini che continuano a bollare in cerca di effimere.

Val di Fiemme - Lagorai - Lago Lagorai
#3

Lago Lagorai

È nel cuore della Val di Fiemme, tra le montagne del Lagorai a 1870 metri. Nelle sue acque nuotano trote fario, salmerini di fonte e salmerini alpini. Per raggiungerlo puoi partire dalla frazione “Lago di Tesero” (comune di Tesero) e percorrere la strada forestale fino al parcheggio “Le Mandre”. Qui lasci l’auto e percorri il sentiero sat 316. Una passeggiata di un’ora e mezza circa, piuttosto impegnativa.

Madonna di Campiglio - Val Meledrio - Rifugio Lago delle Malghette
#4

Lago delle Malghette

Arrivare a questo lago, nel Parco Naturale Adamello Brenta, è piuttosto facile. Partendo da Campo Carlo Magno basta una passeggiata di circa un’oretta con un dislivello di circa 280 metri: un percorso alla portata di tutti. Il lago di trova a 1900 metri di altitudine, nel gruppo montuoso Adamello Presanella. Ospita trote fario selvatiche e salmerini alpini. Sopra il lago poi c’è una piccola risorgiva, interessante per la pesca della trota fario a mosca secca.

Lago di Erdemolo
#5

Lago di Erdemolo

È il lago più alto tra quelli che ti consigliamo. Si trova a ben 2005 metri slm, in cima alla valle dei Mocheni. Le sue acque sono fredde tutto l’anno e spesso, anche in estate, una piccola nevaia resiste sulla sua riva sud. Per raggiungerlo bisogna essere bene allenati. Partendo dal parcheggio di Palù del Fersina, in località Vrotten, ci si incammina lungo il sentiero 343 per una passeggiata di circa due ore con un discreto dislivello.